Thanks Thanks:  0
Mi piace Mi piace:  38
Non mi piace Non mi piace:  1
Pagina 1 di 5 123 ... UltimaUltima
Risultati da 1 a 10 di 50

Discussione: Il Tabacco

  1. #1
    Data Registrazione
    Oct 2012
    Località
    nella terra di mezzo 7 a
    Messaggi
    1,515
    Mentioned
    137 Post(s)
    vorrei provare a coltivare qualche pianta di Brightleaf o tabacco a foglia chiara, Ho letto di persone che riescono a ricavarne qualcosa di eccezionale da queste piante, ma non so da che parte iniziare

    dove posso trovare qualche piantina o semi?

    quale e' il miglior periodo per seminare?

    e' possibile coltivare qualche pianta alla luce del sole o si rischia di passare guai da parte dei monopoli?

  2. #2
    Data Registrazione
    May 2013
    Località
    paese dei balocchi
    Messaggi
    4,937
    Mentioned
    769 Post(s)
    ciao Nice il tabacco è liberamente coltivabile fino a non mi ricordo più quante foglie(mi sembra 500)
    io ti consiglierei di provare o un burley o un virginia o un orient
    sono tutti tabacchi "biondi" da sigaretta
    il vero problema del tabacco è far conciare nel modo giusto le foglie altrimenti rischi che facciano cagare di sapore o che marciscano
    per la semina adesso sei un po' in ritardo se vuoi coltivare out
    i semi li puoi comprare su semillas.de(versione in spagnolo o in tedesco non so perchè in inglese non ci sono) e costano pochissimo
    tieni presente che sono molto difficili da germiare
    bella

  3. #3
    Data Registrazione
    Jan 2012
    Messaggi
    7,971
    Mentioned
    392 Post(s)
    io ho un virginia sul terrazzo, è piccola e piegata... ..
    ancora non sono mai riuscito a essicarlo anche perchè non saprei come fare...
    ora la pianta ha circa 8-10 mesi ed è sopravvisusta all inverno, sta facendo la seconda fioritura credo che stia facendo prorpio ora i semi...
    Grazie a voi coltivatori, che pur conoscendo i rischi che si corrono,continuate a farlo perchè sapete in cuor vostro che non può essere sbagliato.
    Grazie a chi si mette in gioco _NoReason_

    NotaBene: Non mandatemi PM con domande riguardanti la coltivazione. Lo strumento giusto è il Forum.

  4. #4
    Data Registrazione
    Jul 2011
    Località
    Civitanuova
    Messaggi
    1,289
    Mentioned
    117 Post(s)
    io ho due piante di cubano in allmix e vaso da 4 litri, come viene viene mi ci faccio qualche sigarone da fumare in occasioni speciali ;)
    sto studiando la tecnica di concia e di rollaggio...
    ho letto di una concia con igrometro nei bormioli da litro... quando l umi sale troppo aprire e richiudere...
    Να είναι καλύτερο άτομο από τον πατέρα σου
    Lett: Na éinai caliùtero àtomo apò ton patéra sù
    Trad: Sii un uomo migliore di tuo padre

    Ogni riferimento a fatti, persone o persone fatte é puramente voluto

    C: Non mi funziona il filtro a carboni attivi...
    Richard: In che senso non ti funziona?
    C: nel senso che ho collegato i cavi, inserisco la presa e non va...
    Richard: cioé, te hai collegato i cavi elettrici al filtro a carboni attivi?
    C: Sí, e non va.

  5. #5
    Data Registrazione
    May 2013
    Località
    paese dei balocchi
    Messaggi
    4,937
    Mentioned
    769 Post(s)
    è un po' lunga da leggere lo so ma in questa guida trovate tutte le indicazioni per conciare i vari tipi di tabacco(ovviamente è riferito a grandi coltivazioni ma facilmente adattabile alle nostre esigenze)

    Le tecniche di cura che vengono eseguite sui tabacchi sono le seguenti:

    - cura ad aria (tabacchi light air-cured e dark air-cured)

    - cura ad aria calda (tabacchi flue-cured)

    - cura a fuoco (tabacchi fire-cured)

    - cura al sole (tabacchi sun-cured)

    Sistemi di cura dei tabacchi italiani

    Metodo di cura
    Tipi di tabacchi

    Usi

    Cura ad aria
    (air-cured) Tabacchi chiari (light):
    Burley - Maryland - Badischer Burley sigarette di tipo americano, trinciati
    Tabacchi scuri (dark):
    Havanna - Badischer Geudertheimer - sigari, trinciati
    Beneventano - Paraguay
    Cura ad aria calda
    (flue-cured) Tabacchi chiari: Virginia Bright sigarette di tipo americano
    Cura a fuoco
    (fire-cured) Tabacchi scuri: Kentucky sigari, trinciati
    Cura al sole
    (sun-cured) Tabacchi levantini: Xanthi - Perustitza - Erzegovina sigarette di tipo turco e americano
    In alcuni casi, come per il tabacco Burley air-cured e per alcuni raccolti per sigari da riempimento, viene tagliata la pianta intera e curata direttamente senza
    rimuovere le foglie; queste vengono poi staccate solo al termine della cura (cura a pianta intera). Talvolta prima di tagliare la pianta vengono rimosse le foglie
    apicali.

    Cura ad aria dei tabacchi chiari (Light air-cured)

    La cura viene effettuata ad aria, in appositi locali riparati dai venti, generalmente molto semplici, coperti con materiale opaco che assicura il riparo del tabacco
    dai raggi del sole. I locali presentano finestre ad aperture regolabili per mantenere i livelli necessari di temperatura (non inferiore a 16°C) e umidità
    (intorno al 70%).
    Un tipico locale di cura comune in Italia per i tabacchi chiari (Burley, Maryland, Badischer Burley) è costituito da una capanna a tre ordini di appendimento delle
    filze di tabacco, rivestita con film plastico, utilizzabile sia per la cura a foglie staccate che per la cura a pianta intera.
    Con questo processo l'umidità delle foglie scende drasticamente, passando da 85-90% a 15-20%, con una perdita di acqua molto rapida nei primi dieci giorni di cura.

    La cura dipende da fattori esterni come intensità del sole, venti, umidità dell'aria, rugiade notturne, dal tipo di locale e dal prodotto; molto importante è la
    disposizione sulla stessa filza di foglie uniformi per corona e per grado di maturazione.

    Le fasi della cura sono quelle tipiche: la fase di ingiallimento dura in genere 2-3 giorni, nella fase di ammarronamento si elimina progressivamente l'acqua e
    il tabacco inizia ad assumere il colore tipico di ciascuna varietà, nella fase di essiccazione della lamina fogliare e della costola la colorazione finale è
    influenzata direttamente dall'ambiente (temperatura e umidità relativa dell'aria).

    La durata della cura varia da 20 a 40 giorni, in funzione della corona fogliare, del grado di maturazione delle foglie e dell'andamento climatico.
    Lo scopo di questa cura è la produzione di foglie di colore uniforme, con fumo di pieno aroma: le foglie del tabacco Burley sono di colore marrone nocciola,
    con aroma simile al fieno, buona combustibilità, non friabili al taglio, intatte, di lunghezza uniforme; le foglie curate del Maryland assumono colore rosso mattone,
    tessuto leggero, aroma simile al tiglio, elevata combustibilità.

    Cura ad aria dei tabacchi scuri (Dark air-cured)

    La cura dei tabacchi scuri (Havanna, Badischer Geudertheimer, Paraguay) viene effettuata all'aria e in ombra, in appositi fabbricati o in locali rustici di struttura
    e materiali diversi, e dura circa 60 giorni. In questa fase avvengono una serie di modificazioni biochimiche, che tuttavia non rendono il tabacco direttamente
    utilizzabile in manifattura, essendo il fumo ancora amaro e sgradevole.
    E’ necessario procedere alla fermentazione, che avviene a massa e richiede tempi lunghi, fino a 10-11 mesi, con frequenti rivolgimenti delle masse. Nelle masse di
    foglie, da 80 a 200 quintali, composte con foglie aventi la medesima composizione (apicali, mediane, basali), si determinano processi di autoriscaldamento con
    emissione di gas, e perdite di sostanza secca.

    Al termine si ottiene un prodotto di colore omogeneo, combustibilità uniforme e caratterizzato da fumo dolce, aroma e gusto gradevoli.
    Il tabacco Beneventano viene invece sottoposto ad una cura particolare detta "infocatura", effettuata sul tabacco allo stato verde. Le foglie raccolte sono ammucchiate
    per 24 ore sul pavimento del locale di cura, e coperte con paglia. Si formano quindi le filze, con circa 300 foglie, che sono stese all'aperto fino ad ingiallimento
    completo. Le foglie appassite e ingiallite dalla esposizione al sole sono riunite in piccole masse, con la parte basale delle foglie rivolte verso l'esterno, per 24
    ore.
    Le masse sono quindi sottoposte ad una serie di fermentazioni, con parziale immersione in acqua calda; ciò determina un innalzamento rapido in 48 ore della temperatura,
    fino a 60° C. Questa operazione è ripetuta più volte, per altre 48 ore, demolendo le masse e riformandole con le foglie in posizione invertita. Al termine il prodotto
    assume un colore marrone scuro. La cura viene poi completata essiccando i lembi e le costole delle foglie, distendendo le filze all'aria. In totale il ciclo di cura
    dura 6-7 giorni.


    Cura ad aria calda (Flue-cured)

    La cura dei tabacchi chiari (tipo Virginia) è molto complessa e viene praticata in locali adatti, in celle a ventilazione forzata (bulk curing), dove le foglie con
    l'apice rivolto verso il basso vengono sistemate in telaini di forma variabile. Altre tecniche consentono il caricamento di telaini alla rinfusa, o la sostituzione
    dei telaini con grossi contenitori (cassoni).

    Nella cura si susseguono le fasi di ingiallimento, essiccamento della lamina e fissazione del colore, essiccamento della costola, conservazione del prodotto.
    E' importante sistemare nel locale foglie uguali per linea, corona e grado di maturazione, per assicurare il più possibile l'uniformità del prodotto.
    La cura è piuttosto complessa e richiede una continua sorveglianza; tutte le fasi sono determinate da un progressivo aumento della temperatura e dalla riduzione
    dell'umidità entro la cella di cura.

    Nell'ingiallimento la temperatura viene portata fino a 35°C e l'umidità viene regolata per ogni carico, completando la fase in 24-48 ore. Nella fase successiva si
    ottiene l'essiccazione della lamina fogliare con la temperatura fino a 46 °C, e si fissa il colore giallo, evitando che viri al bruno (ammarronamento), portando
    la temperatura a 55-58 °C ed eliminando l'umidità in modo graduale.

    Quando la lamina fogliare è secca si aumenta progressivamente la temperatura fino a 65 °C e si ottiene il disseccamento della costola. Per la conservazione del
    prodotto si raggiunge infine la temperatura finale di 80 °C.
    Al termine della cura il tabacco, per poter essere estratto dalla cella, subisce il processo di rinvicidimento (assorbimento di umidità) con l'impianto di
    umidificazione della struttura.

    L'intero processo è di breve durata, 6-7 giorni; il prodotto finale varia generalmente di colore dal giallo limone all'arancio scuro, e dà un fumo di aroma leggero.

    Cura a fuoco diretto (Fire-cured)

    In Italia questa cura viene usata sul tabacco scuro Kentucky, in locali dotati di sistemi di "stendaggio" per le filze di foglie e di prese d'aria per regolare
    l'umidità.

    Nella cura si distinguono le fasi di ingiallimento, ammarronamento, essiccazione della lamina fogliare ed essiccazione della costola, ottenute mediante opportune
    gradazioni di temperatura regolabili col fuoco.

    Nella fase di ingiallimento le foglie sono poste in locali chiusi per alcuni giorni a temperatura ambiente, senza fuoco. Nella fase di ammarronamento, quando il
    tabacco ha assunto in gran parte il colore giallo, si accendono i fuochi con legna secca di essenza forte (faggio, leccio, quercia e simili) ottenendo fumo senza
    fiamma. La temperatura resta a 28-30 °C per 1-2 giorni, si eleva a 35 °C aumentando il numero dei fuochi, e viene portata a 38-40 °C in 4-5 giorni, eliminando dai
    locali l'umidità che si forma. Il colore passa gradatamente dal giallo al marrone.

    Nella fase di essiccamento della lamina fogliare, quando il tabacco è completamente marrone, la temperatura viene portata a 45-50 °C, attivando i processi di
    fermentazione in massa che conferiscono profumo e aroma al tabacco. Il fumo in questa fase rende le foglie lucenti e di tessuto compatto.
    Nella fase successiva, di essiccamento della costola, della durata di circa 3 giorni, la lamina fogliare diventa vitrea e fragile al tatto: il fuoco viene spento e si
    attende che la foglia torni morbida e pastosa. Il fuoco viene quindi di nuovo acceso per riottenere una lamina di nuovo vitrea.

    Con l'operazione di rinvincidimento si ottiene di nuovo la consistenza pastosa della foglia. Le operazioni di fuoco e quest'ultima, alternate, portano la costola e la
    lamina a un colore marrone uniforme, elastica e morbida.

    La cura è condizionata dal grado di maturazione delle foglie e dalle condizioni dei locali (temperatura, umidità e ventilazione). Il processo di cura dura 15-20 giorni,
    con un consumo di legna di 50 kg per quintale di tabacco verde da curare.

    Con questo sistema di cura le foglie presentano un contenuto molto alto di fenoli dovuto all'assorbimento del fumo, sono lucide a tessitura compatta, elastica e
    resistente, con gusto e aroma intensi per l'alto contenuto in nicotina.

    Cura al sole (Sun-cured)

    La cura e lavorazione dei tabacchi levantini (Xanthi, Perustitza, Erzegovina) avvengono in una successione di fasi che portano nelle foglie modifiche di ordine fisico,
    biochimico e chimico: cura, manipolazione, fermentazione, conservazione.
    Per il processo è necessario un periodo di calda insolazione per almeno un mese dopo la raccolta; viene quindi effettuato all'aperto nei mesi estivi, e può
    considerarsi intermedio tra la cura ad aria e quella ad aria calda, sia come durata che come effetti.
    Il processo di cura inizia con l'ingiallimento delle filze di foglie all’ombra, in luoghi scuri (in locali o sotto tettoie), fino ad ottenere un colore giallo chiaro.
    La durata è variabile, ma per ottenere una colorazione uniforme è necessario che le foglie vengano raccolte con lo stesso grado di maturazione e abbiano lo stesso
    sviluppo, e che nei locali sia possibile un adeguato arieggiamento per permettere la dispersione di eccessi di umidità.
    La fissazione del colore inizia con l'esposizione delle filze direttamente al sole, fino ad ottenere la completa essiccazione della lamina e della costola della foglia.
    La durata varia secondo la maturazione delle foglie, più breve per le foglie basali (8-10 giorni) rispetto alle apicali (circa 20 giorni).

    Al termine le filze vengono raccolte in ghirlande o festoni e poste in locali asciutti, ventilati e oscuri (per favorire la brillantezza del colore, sbiadito
    dall'eccesso di luce solare). Quando le foglie si ammorbidiscono per assorbimento di umidità, le filze vengono riposte in "casse a crociera" di 30-40 kg o
    condizionate in ballotti provvisori di 15-20 kg, per la successiva lavorazione premanifatturiera.

    Le foglie essiccate e fermentate sono di colore giallo-oro tendente al rosso, di tessuto gentile e poroso, di alta aromaticità.

  6. #6
    Data Registrazione
    Oct 2012
    Località
    nella terra di mezzo 7 a
    Messaggi
    1,515
    Mentioned
    137 Post(s)
    perfetto grazie delle info, molto utili non sono un gran fumature e una busa di tabacco mi dura un mese, pero' mi piacerebbe molto un tabacco biondo home made

    ora non mi resta che reperire i semi in ita, non ho un buon rapporto con le spedizioni estere...

  7. #7
    Data Registrazione
    May 2013
    Località
    paese dei balocchi
    Messaggi
    4,937
    Mentioned
    769 Post(s)
    Citazione Originariamente Scritto da mr nice Visualizza Messaggio
    ora non mi resta che reperire i semi in ita, non ho un buon rapporto con le spedizioni estere...
    Nice fidati di semillas io sono anni che mi rifornisco da loro per i semi e oltre ad avere prezzi accettabili le sementi sono ben selezionate hanno buona germinazione e non ho mai avuto problemi con le spedizioni in 5/10 giorni ti arriva la busta a casa

  8. #8
    Data Registrazione
    Jan 2014
    Località
    Планета Ка-Пэкс
    Messaggi
    1,200
    Mentioned
    100 Post(s)
    @mr nice

    I semi di tabacco per germogliare hanno bisogno anche della luce del sole.

    Riguardo ai tipi diversi ...non ne ho mai visti....

    le buste di semi che ho comprato hanno come dicitura solamente "nicotiana tabacum" ma nessuna azienda specifica il tipo di tabacco specifico.

    Inoltre circola anche il "tabacco decorativo" che fa fiori bianchi che si schiudono solo di notte ... pare che sia tabacco fumabile anche quello, sebbene la pianta sia però "Nicotiana Affinis".
    Riconosci i semi perchè il tabacco normale ha semi che sembran polvere, mentre quello ornamentale è in piccolissime perline.

    quello normale da quel che ho visto germoglia sempre con facilità..
    quello ornamentale l'ho appena seminato e ti farò sapere.

    riguardo l'annaffiatura, siccome la nicotina è sulle foglie e, probabilmente, è linfa vitale per la pianta VA EVITATA l'annaffiatura diretta sulle foglie.
    Quindi cerca di non bagnarle. Versa acqua solo vicino alla pianta.


    il tabacco necessita di temperature minime di -15°C
    se scende sotto muore facilmente.

    Poi fai attenzione alla terra. A me alcune piantine son cresciute su una zolla troppo argillosa e non crescevano più poi son morte.

    Un consiglio: non fare come me, che ho sparso i semi troppo vicini cerca di spargerli bene in modo che non crescano piante tutte attaccate fra loro.

    la germinabilità dei semi in genere è ottima
    tinyurl.com/lErbaProibita <--Hidden Content
    Guerrilla Gardening: salviamo la canapa: pastie.org/8660638
    ---
    [articolo]Hidden Content
    ---
    "Canone+Schedatura"M5S/Uruguay/Colorado? vade retro! Perchè invece non iniziamo a seguire la Hidden Content ?!? tinyurl.com/fuoriluogocz
    5 piante, senza schedatura tassa: L'unica legge sensata! (dopo quella nordcoreana) Hidden Content
    ... c'è pure la Hidden Content che, modestamente, non è affatto male Hidden Content
    Hidden Content

  9. #9
    Data Registrazione
    Oct 2012
    Località
    nella terra di mezzo 7 a
    Messaggi
    1,515
    Mentioned
    137 Post(s)
    grazie @KGB, ho visto solo oggi perche' non mi vanno le notifiche..

    per il momento ho abbandonato l'idea, ho troppe cose da fare e inizio a tirare riga sulle cose che posso evitare di fare tra le altre cose ho smesso di fumare da circa un mesetto quindi non mi interessa attualmente il fine della coltivazione: ) Ovvio i tuoi consigli mi fanno piacere chissa' che prima o poi mi faccio qualche busta di Nice tabacco..

  10. #10
    Data Registrazione
    Jul 2011
    Località
    Civitanuova
    Messaggi
    1,289
    Mentioned
    117 Post(s)
    e se ho 2 piante di tabacco cubano come faccio a farmi un sigaro?
    Να είναι καλύτερο άτομο από τον πατέρα σου
    Lett: Na éinai caliùtero àtomo apò ton patéra sù
    Trad: Sii un uomo migliore di tuo padre

    Ogni riferimento a fatti, persone o persone fatte é puramente voluto

    C: Non mi funziona il filtro a carboni attivi...
    Richard: In che senso non ti funziona?
    C: nel senso che ho collegato i cavi, inserisco la presa e non va...
    Richard: cioé, te hai collegato i cavi elettrici al filtro a carboni attivi?
    C: Sí, e non va.

Pagina 1 di 5 123 ... UltimaUltima

Chi Ha Letto Questa Discussione: 1

Tag per Questa Discussione

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  

Questo sito utilizza cookies di analytics su dati esclusivamente aggregati e cookies di terze parti per migliorare l'esperienza dell'utente tramite plugin sociali e video.
Cliccando su oppure continuando la navigazione sul sito accetti i cookies. Per l'informativa completa clicca qui.