Risultati da 1 a 3 di 3

Discussione: #NoGuerra, #NoNATO Giulietto chiesa

  1. #1
    Data Registrazione
    Oct 2013
    Località
    Pianeta terra
    Messaggi
    88
    Mentioned
    9 Post(s)
    Sostieni la capagna per l'uscita dell'Italia dalla NATO per un'Italia neutrale.

    FIRMA LA PETIZIONE SU CHANGE.ORG*https://www.change.org/p/la-pace-ha-...talia-neutrale

    Le drammatiche vicende in Medio Oriente, in Nord Africa e ora in Ucraina nel cuore della stessa Europa segnano un deciso degrado dei rapporti internazionali. La pace in tutto il mondo è in serio pericolo e anche papa Francesco ha ammesso che stiamo ormai assistendo a molteplici episodi di un'unica guerra mondiale pronta a conclamarsi in tutti i suoi devastanti effetti.

    La NATO, da organizzazione formalmente difensiva da diversi decenni ha assunto un profilo aggressivo e minaccioso in aperta violazione con la Carta delle Nazioni Unite. Si dichiara che la nuova strategia della NATO è stata promossa per "difendere gli interessi dell'Occidente", ma in realtà serve solo a salvaguardare un'egemonia globale statunitense sempre più in rotta di collisione con gli interessi dell'Italia, dell'Europa e del resto del mondo. Invece di promuovere negoziati globali si lanciano ultimatum militari e persino minacce di attacchi nucleari.

    Uscendo dalla NATO l'Italia si sgancerebbe da questa strategia di guerra permanente, che viola la nostra Costituzione, e assumerebbe una posizione di totale neutralità tra i contendenti, a vantaggio dei nostri interessi nazionali e della pace mondiale.

    FIRMA LA PETIZIONE SU CHANGE.ORG:*HTTP://https://www.change.org/p/la-p...talia-neutrale.

    IL TESTO DELL'APPELLO:

    Portare l'Italia fuori dal sistema di guerra Attuare l'articolo 11 della Costituzione

    L'Italia, facendo parte della Nato, deve destinare alla spesa militare in media 52 milioni di euro al giorno secondo i dati ufficiali della stessa Nato, cifra in realtà superiore che l'Istituto Internazionale di Stoccolma per la Ricerca sulla Pace quantifica in 72 milioni di euro al giorno. Secondo gli impegni assunti dal governo nel quadro dell'Alleanza, la spesa militare italiana dovrà essere portata a oltre 100 milioni di euro al giorno. È un colossale esborso di denaro pubblico, sottratto alle spese sociali, per un'alleanza la cui strategia non è difensiva, come essa proclama, ma offensiva. Già il 7 novembre del 1991, subito dopo la prima guerra del Golfo (cui la NATO aveva partecipato non ufficialmente, ma con sue forze e strutture) il Consiglio Atlantico approvò il Nuovo Concetto Strategico, ribadito ed ufficializzato nel vertice dell'aprile 1999 a Washington, che impegna i paesi membri a condurre operazioni militari in "risposta alle crisi non previste dall'articolo 5, al di fuori del territorio dell'Alleanza", per ragioni di sicurezza globale, economica, energetica, e migratoria. Da alleanza che impegna i paesi membri ad assistere anche con la forza armata il paese membro che sia attaccato nell'area nord-atlantica, la Nato viene trasformata in alleanza che prevede l'aggressione militare. La nuova strategia è stata messa in atto con le guerre in Jugoslavia (1994-1995 e 1999), in Afghanistan (2001-2015), in Libia (2011) e le azioni di destabilizzazione in Ucraina, in alleanza con forze fasciste locali, ed in Siria. Il Nuovo concetto strategico viola i principi della Carta delle Nazioni unite.

    Uscendo dalla Nato, l'Italia si sgancerebbe da questa strategia di guerra permanente, che viola la nostra Costituzione, in particolare l'articolo 11, e danneggia i nostri reali interessi nazionali. L'appartenenza alla Nato priva la Repubblica italiana della capacità di effettuare scelte autonome di politica estera e militare, decise democraticamente dal Parlamento sulla base dei principi costituzionali. La più alta carica militare della Nato, quella di Comandante supremo alleato in Europa, spetta sempre a un generale statunitense nominato dal presidente degli Stati uniti. E anche gli altri comandi chiave della Nato sono affidati ad alti ufficiali statunitensi. La Nato è perciò, di fatto, sotto il comando degli Stati uniti che la usano per i loro fini militari, politici ed economici. L'appartenenza alla Nato rafforza quindi la sudditanza dell'Italia agli Stati uniti, esemplificata dalla rete di basi militari Usa/Nato sul nostro territorio che ha trasformato il nostro paese in una sorta di portaerei statunitense nel Mediterraneo. Particolarmente grave è il fatto che, in alcune di queste basi, vi sono bombe nucleari statunitensi e che anche piloti italiani vengono addestrati al loro uso. L'Italia viola in tal modo il Trattato di non-proliferazione nucleare, che ha sottoscritto e ratificato. L'Italia, uscendo dalla Nato e diventando neutrale, riacquisterebbe una parte sostanziale della propria sovranità: sarebbe così in grado di svolgere la funzione di ponte di pace sia verso Sud che verso Est.

    Sostieni la campagna per l'uscita dell'Italia dalla Nato per un'Italia neutrale.

    LA PACE HA BISOGNO ANCHE DI TE.*

    Ne feci anch'io una a Marzo ma penso che sia più importante dare più firme possibili a persone più conosciute in ambito
    Politico.
    Firmate numerosi e se volete firmare anche la mia mi farebbe piacere,si potrebbero in futuro unire le firme fondendo le due petizioni visto che la finalità è la stessa.*

    MIA PETIZIONE:*https://www.change.org/p/ministro-de...edium=whatsapp*

    Mio Blog...https://propagandapopolare.wordpress.com/2015/02/03/48/
    Tessera ASCIA n°560

  2. #2
    Data Registrazione
    Sep 2012
    Località
    Nei pressi di un arcobaleno
    Messaggi
    4,190
    Mentioned
    683 Post(s)
    Ciò che più mi fa paura è una così scarsa partecipazione ad un 3D di fondamentale interesse, in un forum dove la pace e l'amore sono i fondamenti su cui esso poggia i suoi ideali.......senza rancore ragazzi....!!!!..... però vi invito dal cuore a sostenere l'iniziativa....ringrazio @Skipper OG per aver segnalato e posto in questione una così importante faccenda.
    ..... LA CORRUZIONE FA APPARIRE LA GIUSTIZIA COME UNA FOLLIA.....

    Hidden Content


  3. #3
    Data Registrazione
    Oct 2013
    Località
    Pianeta terra
    Messaggi
    88
    Mentioned
    9 Post(s)
    Citazione Originariamente Scritto da groow68 Visualizza Messaggio
    Ciò che più mi fa paura è una così scarsa partecipazione al 3D di fondamentale interesse, in un forum dove la pace e l'amore sono i fondamenti su cui esso poggia i suoi ideali...senza rancore ragazzi....!!!!..... però vi invito dal cuore a sostenere l'iniziativa....ringrazio @Skipper OG per aver segnalato e posto in questione una così importante faccenda.
    Grazie Groow per il sostegno,credo sia molto importante sollevare la questione. Oltretutto pochi sanno che la Nato nel 1991 ha modificato il suo statuto senza chiedere a nessuno tantomeno agli Stati membri.Da istituzione di difesa a istituzione militare d'attacco.
    E gli esempi sono molti Iraq una guerra costruita su basi fittizie e so sono visti gli orrori dalle torture alle uccusioni di massa bambini compresi.Dal 2014 in Ucraina dove gli stati uniti d'America finanziano un governo Neo-nazista con battaglioni militari
    privati che come simboli sulle divise hanno simboli Nazisti e che combattono affianco dei soldati della Nato.
    Dal 2014 sono morte 50.000 persone di qui tanti tanti bambini.
    Questa è la Nato e l'Europa di oggi.E con il Trattato di lisbona retificato nel agosto del 2008 non possiamo esimerci Uno Stato
    Europeo che in Grecia fa morire centinaia di pazienti perché lo stato non ha i soldi per acquistare i chemioterapici.
    Importanti istituzioni come L'Onu che fa morire migliaia di migranti annegati, quando lo statuto di tutti i paesi dice che on caso di conflitti le nazioni confinanti sono obbligate ad aprire corridoi umanitari.

    MA TRANQUILLI CONTINUATE PURE COMODI SUL DIVANO A QUARDARE LA PARTE A DI CALCIO.
    O ALLO STADIO A ROMPERVI LE CORNA PER UN PALLONE CHE ROTOLA SULL'ERBA.
    Tessera ASCIA n°560

Chi Ha Letto Questa Discussione: 0

Attualmente non ci sono utenti da elencare.

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  

Questo sito utilizza cookies di analytics su dati esclusivamente aggregati e cookies di terze parti per migliorare l'esperienza dell'utente tramite plugin sociali e video.
Cliccando su oppure continuando la navigazione sul sito accetti i cookies. Per l'informativa completa clicca qui.