Pagina 3 di 11 PrimaPrima 12345 ... UltimaUltima
Risultati da 21 a 30 di 107

Discussione: Solidarietà a Fabrizio Cinquini

  1. #21
    Data Registrazione
    Jul 2013
    Località
    Appennino selvaggio
    Messaggi
    645
    Mentioned
    59 Post(s)
    Citazione Originariamente Scritto da w la natura Visualizza Messaggio
    Speriamo che il suo lavoro non sia finito in un inceneritore...... grazie per questi interventi e per mantenere viva la sua vicenda ....
    Ciao W la natura (bel nick) il raccolto non l'hanno ancora distrutto, se devono fare le analisi del THC. In genere lo inceneriscono dopo, la distruzione della sostanza stupefacente la dovrebbe disporre il giudice con la sentenza. Anche se mi sembra che non sempre sia così.

  2. #22
    Data Registrazione
    Jul 2013
    Località
    Appennino selvaggio
    Messaggi
    645
    Mentioned
    59 Post(s)
    Citazione Originariamente Scritto da marijo Visualizza Messaggio
    Senza dubbio sarebbe bello! Ma è quel: i miei trattamenti vanno spesso contro gli investimenti multimiliardari dell'industria chimica che mi preoccupa!
    Ciao Marijo, (anche il tuo nick è carino) bé si, gli interessi delle industrie farmaceutiche sono una preoccupazione per chiunque usi metodi naturali di cura della propria salute, e, purtroppo, non sono i soli che ci preoccupano.
    Io trovo veramente assurdo che una persona non possa avere il diritto di curarsi con una pianta messa a disposizione della natura, soprattutto la canapa che ha una bassa pericolosità in relazione ai molti disagi che allevia e le malattie che cura. Molte semplici piante officinali devono essere usate con una certa cautela, perché potrebbero avere degli effetti collaterali peggiori della canapa. Non parliamo dei farmaci chimici che l'industria produce.
    Fra tutte le libertà che ci negano, o ci condizionano nel comportamento per qualche interesse economico, se non ci riprendiamo in mano noi la nostra salute con un gesto ribelle di consapevolezza, questi ci vorrebbero tutti trasformati in degli schiavi consenzienti, malati ma loro convinti sostenitori, dipendenti da loro che ci guadagnano.
    Mi sembra sempre più che oltre a cambiare la legge per la canapa sia necessaria parallelamente un'evoluzione della consapevolezza generale nei confronti dei rapporti sociali, dell'etica, del rispetto della Natura e delle sue risorse.
    Si potrebbe avere un livello di vita pari o addirittura superiore in qualità fino a 20 miliardi di persone, forse 40 (spero che non ci arriviamo mai!) se l'interesse principale per tutti gli esseri umani fosse quello di proteggere il dono della Vita e gli esseri viventi di questo rarissimo pianeta. Che sarebbe anche la cosa più logica da fare. Anche perché abbiamo sempre dovuto fare i conti anche con cataclismi naturali, la "catastrofe Uomo" ce la potremmo saggiamente evitare!
    L'evoluzione della consapevolezza da predatori-consumatori-distruttori egocentrici in protettori in equilibrio con la vita, visto che abbiamo l'opportunità dell'intelletto. Sarebbe anche il nostro interesse primario come specie.
    Certo che sarà difficile farlo capire alle teste più dure! (Chi vive principalmente per guadagnare soldi, perché troppo ricco o troppo povero) Ma è la nostra sfida, e quella delle generazioni future.
    L'umanità si è sempre rivelata prepotente e bellicosa, animata da incessanti desideri troppo spesso malati di egocentrismo, è una sfida che ereditiamo dai millenni. Si può solo scegliere da che parte stare. Distruttori o protettori? Entrambe le nature sono in ognuno di noi.
    Il Dott. Fabrizio Cinquini mi sembra chiaramente un essere umano che ha scelto di proteggere la vita. E avrà l'appoggio di quelli come lui. Comunque vada.
    Eticamente sarebbe da processare chi ha fatto un sistema di leggi così assurdo e illogico, per il danno fatto a tutta la collettività. Ed incenerire la "sostanza intossicante" dell'odio liberticida contenuto in tali norme, cambiandole quanto prima.
    30 anni fa eravamo tutti convinti che entro 10 anni al massimo la canapa sarebbe ritornata libera, altro che legale. Più tempo passa più il proibizionismo appare assurdo a sempre più persone. Lotteremo altri 30 anni se necessario (speriamo di no), sperando sempre di legalizzarla "l'anno prossimo", siamo tantissimi a non volerci arrendere. Che fossimo noi le teste dure?
    Nonostante possano ormai beccare chiunque se la coltiva in molti modi e nessuno sia al sicuro, più reprimono e più il sentimento di ribellione spinge sempre più nuove persone a coltivarsela, sempre più in segreto. E' un vicolo cieco il proibizionismo, lo è sempre stato, ha sempre avuto bisogno di grosse menzogne per durare solo qualche decennio, si dovranno per forza riscrivere le regole. Quando? Quando gli converrà? Quanti dovranno soffrire ancora inutilmente?
    Ultima modifica di Pawan Kumar - ASCIA; 24-09-13 alle 22:44

  3. #23
    Data Registrazione
    May 2013
    Località
    Little Spot On Planet Heart
    Messaggi
    913
    Mentioned
    7 Post(s)
    Ti ringrazio, Pawan, per le abbondanti dosi di positività e logica che elargisci nei tuoi post (lunghetti ma belli densi come una cima ricca).
    Il punto è davvero quando finirà questa follia proibizionista.
    Non voglio fare passi troppo lunghi ma, a ben pensarci, siamo lo stato della vecchia Europa con la legge più restrittiva al riguardo e quindi, se posso sperare che i precedenti riguardo al proibizionismo siano d'ispirazione per i governanti (illuminati o despoti che siano), allora devo anche pensare che il nostro italico caso sia l'apice della curva, l'azimut dell'assurdo, e che da qui in avanti non possa che diminuire il grado di stupidità istituzionale al riguardo...
    Quando? Perché non ORA!?!

    Anche se le facce che circolano in politica, non sono certo un incoraggiamento alla fiducia....
    Forza Fabrizio!!!
    (cit. F. De Andrè)
    Per strada tante facce non hanno un bel colore,
    qui chi non terrorizza si ammala di terrore,
    c'è chi aspetta la pioggia per non piangere da solo,
    io sono d'un altro avviso,son bombarolo!
    Hidden Content Hidden Content Hidden Content

  4. #24
    Data Registrazione
    Jul 2013
    Località
    Appennino selvaggio
    Messaggi
    645
    Mentioned
    59 Post(s)
    Finalmente siamo di nuovo on line. Il 25 sett. ci è arrivata la notizia che il sit-in di LaPiantiamo a Lucca di ieri era stato disdetto per volontà del Dott. Cinquini, inoltre sembra che l'udienza sia stata rinviata alla prossima settimana. Vi aggiorneremo sicuramente sugli sviluppi.
    Nel frattempo vi preannuncio che stiamo preparando per lunedì e la prossima settimana una mailbombing verso la Commissione Giustizia della Camera, per sollecitare l'inizio della discussione della proposta di legge di Farina, per non farla sparire anche questa nel dimenticatoio del Parlamento e tenere viva l'attenzione sul problema dell'assurda criminalizzazione di un'ampia fascia della popolazione.
    Diffonderemo il testo e gli indirizzi della mail lunedì, se non sorgono problemi.

  5. #25
    Data Registrazione
    Feb 2013
    Messaggi
    1,027
    Mentioned
    71 Post(s)
    Continuo a pensare che sostenere la proposta di legge FARINA sia un errore grave, che dimostra come un movimento, che mira ad ottenere importanti risultati, finisca per accontentarsi veramente solo di spiccioli di attenzione e nulla più.
    Altri autorevoli membri di ASCIA e non solo loro hanno ammesso che la proposta FARINA non vale nulla sul piano giuridico.
    Allora, mi domando cosa serva evocare gesti eclatanti a sostegno di un'ipotesi normativa errata, che tradisce un ignoranza giuridica rilevante e che costituirebbe una nuova frontiera di legalizzazione dello spaccio...un vero - seppur involontario - assist alle organizzazioni criminali.
    Perché dunque fossilizzarsi in scelte inutili, se non dannose?

  6. #26
    Data Registrazione
    Sep 2005
    Località
    Roma
    Messaggi
    703
    Mentioned
    45 Post(s)
    salve avv. Zaina,

    anche se parlo a titolo personale, credo che dopo 7 anni di Fini-Giov. e le molte promesse di modifica della legge da ogni forza politica.....

    oggi ci troviamo con carceri piene (anche grazie alla Fini-Giov.) e in infrazione nei confronti dei diritti umani e della nostra costituzione (Art. 27, e altri); per non parlare dei disagi dei cittadini consumatori.

    Mi sembra il caso di cominciare ad aprire dei tavoli di confronto ufficiali e riconosciuti .... credo che nella nostra Repubblica gli unici riconosciuti siano quelli delle commissioni ministeriali ..... L'unica proposta di legge di questa legislatura (visto che non si è mai rinvangato proposte di altre legislature) già calendarizzata in Commissione Giustizia è quella del On. Farina.

    Come ben sa non sono un giurista, ma credo (per logica) che quando si riunisce una commissione prendendo in esame una proposta di legge si dovrebbe discuterne, magari accorpando altre proposte simili ed inetrenti.... per poter arrivare ad una legge completa. Questo per dire che una proposta che entra in commissione spesso esce molto stravolta rispetto al originale.

    Vorrei capire la sua posizione di oggi, è meglio sostenere una proposta con possibilità di essere ri-calandarizzata o meglio aspettare in eterno che una legge "sana di mente" venga presentata e magari mai appoggiata o calendarizzata.....

    Come ci hanno educato i politici negl'ultimi 30 anni, tra il nulla ed il meno peggio tocca optare per il meno peggio.

    N.B.: senza creare polemiche io sono sostenitore di 3 proposte popolari sulla cannabis:
    http:[Only registered and activated users can see links. ]
    http:
    [Only registered and activated users can see links. ]
    [Only registered and activated users can see links. ]

    purtroppo la sua non è adatta al popolo italiano..... metre quella di Farina è solo per aprire la discussione nei uffici di potere e magari capire chi e come la sosterrebbe (verifica di maggioranza)
    Seguimi sui Social NetWork ed aiutaci a diffondere le informazioni Hidden Content
    Hidden Content - Hidden Content - Hidden Content - Hidden Content

  7. #27
    Data Registrazione
    Feb 2013
    Messaggi
    1,027
    Mentioned
    71 Post(s)
    Citazione Originariamente Scritto da Mkb Visualizza Messaggio
    salve avv. Zaina,

    anche se parlo a titolo personale, credo che dopo 7 anni di Fini-Giov. e le molte promesse di modifica della legge da ogni forza politica.....

    oggi ci troviamo con carceri piene (anche grazie alla Fini-Giov.) e in infrazione nei confronti dei diritti umani e della nostra costituzione (Art. 27, e altri); per non parlare dei disagi dei cittadini consumatori.

    Mi sembra il caso di cominciare ad aprire dei tavoli di confronto ufficiali e riconosciuti .... credo che nella nostra Repubblica gli unici riconosciuti siano quelli delle commissioni ministeriali ..... L'unica proposta di legge di questa legislatura (visto che non si è mai rinvangato proposte di altre legislature) già calendarizzata in Commissione Giustizia è quella del On. Farina.

    Come ben sa non sono un giurista, ma credo (per logica) che quando si riunisce una commissione prendendo in esame una proposta di legge si dovrebbe discuterne, magari accorpando altre proposte simili ed inetrenti.... per poter arrivare ad una legge completa. Questo per dire che una proposta che entra in commissione spesso esce molto stravolta rispetto al originale.

    Vorrei capire la sua posizione di oggi, è meglio sostenere una proposta con possibilità di essere ri-calandarizzata o meglio aspettare in eterno che una legge "sana di mente" venga presentata e magari mai appoggiata o calendarizzata.....

    Come ci hanno educato i politici negl'ultimi 30 anni, tra il nulla ed il meno peggio tocca optare per il meno peggio.

    N.B.: senza creare polemiche io sono sostenitore di 3 proposte popolari sulla cannabis:
    http:[Only registered and activated users can see links. ]
    http:
    [Only registered and activated users can see links. ]
    [Only registered and activated users can see links. ]

    purtroppo la sua non è adatta al popolo italiano..... metre quella di Farina è solo per aprire la discussione nei uffici di potere e magari capire chi e come la sosterrebbe (verifica di maggioranza)
    Gentile MBK,
    ci sono due aspetti del suo post che non comprendo.
    La sovraoccupazione delle carceri non dipende allo stato attuale in maniera preponderante dalla FINI-GIOVANARDI che è una legge pessima, ma che fortunatamente viene contrastata anche da interventi giurisprudenziali innovativi.
    Per la mia esperienza, ho avuto modo di verificare che solo persone indagate per detenzione o per coltivazione di quantità certamente non minimali di stupefacenti sono sottoposti a misure cautelari, nella forma degli arresti domiciliari.
    Ma anche questo argomento andrebbe affrontato con maggiore precisione, perchè, come sostengo da tempo, il fatto che molti vengano condannati attraverso il patteggiamento - quando potrebbero ragionevolmente tentare di difendersi - dimostra un approccio molto superficiale (talora dei difensori), talora degli stessi indagati.
    Il secondo aspetto è quello relativo al fatto che lei sostiene testualmente "purtroppo la sua non è adatta al popolo italiano..... mentre quella di Farina è solo per aprire la discussione nei uffici di potere e magari capire chi e come la sosterrebbe (verifica di maggioranza)".
    Non capisco perchè una proposta articolata non sarebbe "adatta al popolo italiano" e le sarei grato se me lo volesse spiegare.
    Quanto alla "verifica di maggioranza" che lei ritiene possa venire suscitata da una proposta che giuridicamente è inconsistente, se questo è lo scopo di tale disegno di legge, allora altro che trent'anni lei dovrà attendere per vedere concretati i suoi desideri.

  8. #28
    Data Registrazione
    Sep 2005
    Località
    Roma
    Messaggi
    703
    Mentioned
    45 Post(s)
    grazie avv. Zaina per la rapida risposta,

    nell'ultima parte mi sono espresso male:
    purtroppo la sua non è adatta al popolo italiano.....
    come già detto non sono giurista, ma sia per il mio lavoro che per l'attivismo che svolgo, ho avuto modo di leggere molte leggi (la mia istruzione si ferma alla laurea breve) ....
    La Sua legge è illeggibile e incomprensibile per il 90% dei cittadini italiani, perciò non è possibile pernderla in considerazione, sarebbe come dover firmare un accordo in cinese senza possibilità di traduzione.....

    Questa non vuole essere una polemica, comprendo la sua deformazione professionale, ma almeno nelle spiegazioni della sua proposta di legge dovrebbe tener conto che la cittadinanza italiana non è tutta laureata in giurisprudenza, anzi spesso non hanno neache le superiori o la licenza media.....
    Questo per farle capire che dovrebbe iniziare ad avvicinarsi di più alle persone che dovrebbero usare quella legge e non solo a chi la deve far applicare.
    Perciò mi vedo in Dovere di non prenderla in considerazione in quanto legge scritta in lingua non comune (perciò non a servizio del consumatore ma solo del legislatore).

    La pregherei di riformulare la sua proposta di legge in maniera comprensibile, così da poterla capire ed entrare nel merito magari potendola sostenere come fatto con le altre ritenute decenti.

    La ringrazio ancora della sua disponibilità.

    ps: come possono un gruppo di cittadini o ass. chiedere una verifica del atteggiamento delle camere, dei ministri e delle commissioni in materia di regolamentazione del consumo e della coltivazione di cannabis ad eslusivo uso personale??
    Seguimi sui Social NetWork ed aiutaci a diffondere le informazioni Hidden Content
    Hidden Content - Hidden Content - Hidden Content - Hidden Content

  9. #29
    Data Registrazione
    Feb 2013
    Messaggi
    1,027
    Mentioned
    71 Post(s)
    Citazione Originariamente Scritto da Mkb Visualizza Messaggio
    grazie avv. Zaina per la rapida risposta,

    nell'ultima parte mi sono espresso male:


    come già detto non sono giurista, ma sia per il mio lavoro che per l'attivismo che svolgo, ho avuto modo di leggere molte leggi (la mia istruzione si ferma alla laurea breve) ....
    La Sua legge è illeggibile e incomprensibile per il 90% dei cittadini italiani, perciò non è possibile pernderla in considerazione, sarebbe come dover firmare un accordo in cinese senza possibilità di traduzione.....

    Questa non vuole essere una polemica, comprendo la sua deformazione professionale, ma almeno nelle spiegazioni della sua proposta di legge dovrebbe tener conto che la cittadinanza italiana non è tutta laureata in giurisprudenza, anzi spesso non hanno neache le superiori o la licenza media.....
    Questo per farle capire che dovrebbe iniziare ad avvicinarsi di più alle persone che dovrebbero usare quella legge e non solo a chi la deve far applicare.
    Perciò mi vedo in Dovere di non prenderla in considerazione in quanto legge scritta in lingua non comune (perciò non a servizio del consumatore ma solo del legislatore).

    La pregherei di riformulare la sua proposta di legge in maniera comprensibile, così da poterla capire ed entrare nel merito magari potendola sostenere come fatto con le altre ritenute decenti.

    La ringrazio ancora della sua disponibilità.

    ps: come possono un gruppo di cittadini o ass. chiedere una verifica del atteggiamento delle camere, dei ministri e delle commissioni in materia di regolamentazione del consumo e della coltivazione di cannabis ad eslusivo uso personale??
    Non voglio insterilirmi iniziando una polemica inutile, ma, pur con tutto il rispetto che la Sua opinione doverosamente merita, resto senza parole, leggendo che la mia proposta di legge non è scritta in termini comprensibili e, dunque, non sarebbe "decente".
    Non è deformazione professionale la mia, bensì si tratta di scrivere in italiano corretto in conformità con la prassi giuridica.
    Mi creda non penso proprio che il mio elaborato sia incomprensibile nelle sue linee sostanziali e, soprattutto, per quanto concerne gli istituti principali della detenzione e della coltivazione.
    Se comunque preferisce una legge dove si legalizza lo spaccio di piccoli (termine molto giuridico e che da certezza assoluta) quantitativi di droga e si usano terminologie inappropriate, sol perché si ritiene, immotivatamente, che esse potrebbero venire più facilmente comprese, faccia pure.
    Se volete un linguaggio da Facebook o da Twitter o da sms, siete liberi, ma saremmo veramente allo sfascio.
    Le leggi per me sono momenti seri e pur dovendo essere chiare vanno però scritte con i termini tecnici che competono.
    Forse che se lei va da un medico che le parla ad esempio della "cataratta" siccome potrebbe essere un termine tecnico che lei non comprende la prognosi e la diagnosi non valgono nulla?
    Non si può banalizzare tutto.
    Io rispetto la Sua opinione, ma non posso e non voglio condividerla.
    Mi permetto solo di consigliarle di rileggere la mia proposta più serenamente, la troverà certamente più chiara di quanto non le sia apparsa.
    Cordialmente
    Ultima modifica di Avv. Zaina; 27-09-13 alle 19:21

  10. #30
    Data Registrazione
    Apr 2012
    Località
    Valsusa
    Messaggi
    7,839
    Mentioned
    813 Post(s)
    Mkb, mi dispiace , ma sono d'accordo con il dottor Zaina:
    possiamo essere noi, come movimenti e associazioni, a rendere comprensibile ai più, i punti fondamentali della proposta di legge.

    Ma non dobbiamo continuare a banalizzare:
    non si intende la lingua italiana?
    Bè, allora capite che avranno sempre gioco facile, i nostri istitutori, a prenderci per il culo..

    Mkb, un minimo di buona volontà, si studia magari un pochino, e vedrete che anche il giuridichese, diventa comprensibile.

    Dobbiamo lottare? Abbiamo bisogno di tutte le armi, non solo di quelle spuntate, così da non farci troppo male.

    Non conosci il congiuntivo? Siamo una community, te lo insegno io(discorso generale, non rivolto a nessuno in particolare).


    In fine, secondo il dottor Zaina, la legge Farina è incompleta, e complicherebbe la nostra situazione.
    Visto che mi pare una persona, di buona volontà, che sta cercando di aiutarci in ogni modo, senza secondi fini; una persona preparata, propositiva ed esaustiva, non dovremo cercare noi tutti di capire, e provare ad ascoltarlo?
    Non potremo iniziare a raccogliere le firme, e portare la sua proposta come legge di iniziativa popolare?

    Con rispetto per il lavoro che stai facendo, un saluto Mkb!!
    Hidden Content

    "Rammentiamoci sempre che ogni qualvolta lasciamo scritto qualcosa,si lascia solo delle parole messe li,ognuno poi le interpreta come vuole,non é la stessa conversazione fatta faccia a faccia .." cit. Dantep

Pagina 3 di 11 PrimaPrima 12345 ... UltimaUltima

Tag per Questa Discussione

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  

Questo sito utilizza cookies di analytics su dati esclusivamente aggregati e cookies di terze parti per migliorare l'esperienza dell'utente tramite plugin sociali e video.
Cliccando su oppure continuando la navigazione sul sito accetti i cookies. Per l'informativa completa clicca qui.