Pagina 3 di 3 PrimaPrima 123
Risultati da 21 a 28 di 28

Discussione: Audizione ASCIA in Commissione Giustizia

  1. #21
    Data Registrazione
    Apr 2012
    Località
    Valsusa
    Messaggi
    7,836
    Mentioned
    813 Post(s)
    Quoto Ugo ragazzi, troppo generico...
    Davvero, la legge Farina è una merda, perché non avete portato una vostra proposta??
    Perché non prendete in considerazione la proposta del dottor Zaina??

    Perché non coinvolgiamo tutti, e diamo inizio ad una raccolta firme, per una legge di iniziativa popolare????

    Hidden Content

    "Rammentiamoci sempre che ogni qualvolta lasciamo scritto qualcosa,si lascia solo delle parole messe li,ognuno poi le interpreta come vuole,non é la stessa conversazione fatta faccia a faccia .." cit. Dantep

  2. #22
    Data Registrazione
    Feb 2010
    Messaggi
    78
    Mentioned
    0 Post(s)
    Cari ragazzi e caro Avvocato, mi sembra di stare nella piazza del paesino dove vivo, un posto dove non si muove mai niente, né a livello politico, né sociale ed è un territorio colonizzato dall'Enel con le centrali geotermiche. Bene, in questo incantevole, ma apatico posto, se non si fa niente si viene criticati per non preoccuparsi dei problemi della gente e del territorio, ma se si tenta di fare qualcosa si viene criticati ancora di più, perché in fin dei conti è meglio che le cose rimangano così come sono: ferme!
    Abbiamo fatto bene a metterci in gioco? Abbiamo fatto male? Non saranno certo i commenti di Ugoxtutti o dell'Avv. Zaina a determinare la verità del quesito!
    Ci abbiamo provato ed insisteremo, di più non sappiamo!
    E ora basta no? Buona giornata a tutti
    Giancarlo

  3. #23
    Data Registrazione
    Sep 2011
    Messaggi
    412
    Mentioned
    0 Post(s)
    Citazione Originariamente Scritto da Legalizziamolacanapa.org Visualizza Messaggio
    Cari ragazzi e caro Avvocato, mi sembra di stare nella piazza del paesino dove vivo, un posto dove non si muove mai niente, né a livello politico, né sociale ed è un territorio colonizzato dall'Enel con le centrali geotermiche. Bene, in questo incantevole, ma apatico posto, se non si fa niente si viene criticati per non preoccuparsi dei problemi della gente e del territorio, ma se si tenta di fare qualcosa si viene criticati ancora di più, perché in fin dei conti è meglio che le cose rimangano così come sono: ferme!
    Abbiamo fatto bene a metterci in gioco? Abbiamo fatto male? Non saranno certo i commenti di Ugoxtutti o dell'Avv. Zaina a determinare la verità del quesito!
    Ci abbiamo provato ed insisteremo, di più non sappiamo!
    E ora basta no? Buona giornata a tutti
    Giancarlo
    Con il massimo rispetto, signor Giancarlo, se non saranno le parole di Ugoxtutti o l'Avv. o Yomi a farle cambiare idea si faccia un giro sul forum e guardi come tutte queste persone si dedicano alla loro passione. Ricordo male o nel messaggio precedente paragonava la vostra associazione a un "sindacato dei consumatori"? Beh forse sarebbe meglio per lei capire come questi vogliono che le cose cambino se vuole davvero rappresentarli...tutto il resto è noia.
    Ultima modifica di macca; 19-12-13 alle 10:00

  4. #24
    Data Registrazione
    Jul 2013
    Località
    Appennino selvaggio
    Messaggi
    645
    Mentioned
    59 Post(s)
    Mi è stato segnalato che, in risposta a questo articolo:
    [Only registered and activated users can see links. ]

    che sta girando su fb, Farina abbia risposto così...

    "Caro Zaina, purtroppo L'on Farina ha organizzato per un quindicennio le Feste della semina e del raccolto presso un primario spazio pubblico milanese e i relativi dibattiti o presentazioni.Ha editato un paio di libri tra cui la Cannabis come medicina con l'associazione Leoncavallo libri. Ahimè ha aperto nel 1999 il primo negozio italiano interamente dedicato alla canapa, Biosfera. Ahinoi ha pure rotto i coglioni in centinaia di manifestazioni, street parade, Conferenze nazionali etc. Si è autodeninciato ed è stato denunciato ma per fortuna tra i suoi avvocati non c'era né lei né Massimo Della Pena."

  5. #25
    Data Registrazione
    Apr 2012
    Località
    Valsusa
    Messaggi
    7,836
    Mentioned
    813 Post(s)
    Citazione Originariamente Scritto da Pawan Kumar - ASCIA Visualizza Messaggio
    Mi è stato segnalato che, in risposta a questo articolo:
    [Only registered and activated users can see links. ]

    che sta girando su fb, Farina abbia risposto così...

    "Caro Zaina, purtroppo L'on Farina ha organizzato per un quindicennio le Feste della semina e del raccolto presso un primario spazio pubblico milanese e i relativi dibattiti o presentazioni.Ha editato un paio di libri tra cui la Cannabis come medicina con l'associazione Leoncavallo libri. Ahimè ha aperto nel 1999 il primo negozio italiano interamente dedicato alla canapa, Biosfera. Ahinoi ha pure rotto i coglioni in centinaia di manifestazioni, street parade, Conferenze nazionali etc. Si è autodeninciato ed è stato denunciato ma per fortuna tra i suoi avvocati non c'era né lei né Massimo Della Pena."
    Risposta da vero politico, complimenti, "bravo" (alla Promessi Sposi)........

    E NEL MERITO, NIENTE DA DIRE, PORCA DI UNA PORCA ULTRASTRAPORCA???????????

    COSA HA DA DIRE, RIGUARDO ALLE QUESTIONI SOLLEVATE DAL, A QUESTO PUNTO EVIDENTEMENTE MAL SOPPORTATO, DOTTOR ZAINA???

    CHE COSA CE NE FREGA A NOI DEL SUO PASSATO, SE LA PROPOSTA DI LEGGE ATTUALE DA LEI PROPOSTA, E' DISCUTIBILE????

    Signor Farina, la prego, entri nel merito, grazie.............

    Hidden Content

    "Rammentiamoci sempre che ogni qualvolta lasciamo scritto qualcosa,si lascia solo delle parole messe li,ognuno poi le interpreta come vuole,non é la stessa conversazione fatta faccia a faccia .." cit. Dantep

  6. #26
    Data Registrazione
    Feb 2013
    Messaggi
    1,027
    Mentioned
    71 Post(s)
    La risposta dell'on. Farina (se effettivamente è sua e auspico che non lo sia) non meriterebbe neppure un briciolo di attenzione, tanto è densa di ingiustificata e stizzosa arroganza.
    Mi permetto solo di rammentare all'Illustre parlamentare che tra le tante inutili medaglie di cui egli fa sfoggio (al punto da sembrare quasi un militare in parata), con indubbia assenza di umiltà, mancano le due più importanti, che - però - non si acquisiscono facendo un poco di casino in giro negli anni.
    Caro On. in primo luogo Le manca, infatti, la cultura del dialogo e del confronto con chi no la pensa come Lei.
    Più volte ho espresso per iscritto il mio vivace dissenso per la sua proposta di legge e Lei non ha avuto mai il coraggio di riscontrare direttamente le mie considerazioni, per tentare di confutarle o per dimostrare che sbaglio, attraverso motivazioni tecnico-giuridiche.
    In secondo luogo, Le manca, poi, la preparazione giuridica specifica e l'umiltà, perché Ella propugna tesi (la legalizzazione dello spaccio di piccoli quantitativi di droga, seppure non a minori) che non hanno alcuna logica ed ammissibilità in punto di diritto e di etica e pretende di spacciarle per ipotesi sulle quali costruire la legislazione futura.
    Caro On. quando ha un attimo di tempo sono sempre a Sua disposizione per confrontarmi con Lei su questi temi - anche pubblicamente - e credo si dovrà ricredere sulla Sua fortuna.
    Scelga pure il luogo, che non ho timori.
    Il mio consulto sarà per Lei gratis, non tema, e potrà verificare con l'ausilio dei Suoi avvocati (beato lei che se ne può permettere più di uno, ma deve essere prerogativa propria dei parlamentari quella di averne tanti) la fondatezza di quanto le spiegherò - se vorrà ascoltarmi.
    Io, invece, non mi ricrederò sulla mia fortuna, perché i clienti arroganti (e speravo e spero tuttora che Lei non faccia parte di questa categoria) non solo non li accetto, ma anzi li tengo ben alla larga da me, preferendo difendere i poveri cristi che si fidano di chi fa la professione con onestà.
    Auguri
    Ultima modifica di Avv. Zaina; 19-12-13 alle 16:49

  7. #27
    Data Registrazione
    Jul 2013
    Località
    Appennino selvaggio
    Messaggi
    645
    Mentioned
    59 Post(s)
    Da droghe.aduc i ringraziamenti alla Commissione Giustizia del Dott. Giorgio Gatti:

    [Only registered and activated users can see links. ]

    5 gennaio 2014 9:11

    Alla cortese attenzione dell'on. Ferranti Donatella, Presidente della II Commissione Giustizia.

    Onorevole Presidente,
    Volevo porgere le mie più vive congratulazioni e i miei più sinceri ringraziamenti, alla II commissione Giustizia del Parlamento Italiano, per avere concesso audizione all'Associazione ASCIA e avere dato la possibilità, attraverso le audizioni in commissione, di rappresentanza a diverse realtà che chiedono il cambiamento dell'attuale normativa sugli stupefacenti.

    Vorrei, altresì, ringraziare l' On. Daniele Farina, uno dei due promotori di uno dei progetti di legge presenti in Parlamento, al fine di modificare il Testo Unico sugli stupefacenti.

    Ringraziamenti sinceri vanno anche all' On. Vittorio Ferraresi, che ha accolto la delegazione dell' associazione ASCIA per l' audizione presso la II commissione Giustizia del Parlamento Italiano.

    Le motivazioni portate nell'audizione dell' associazione ASCIA, di carattere storico, sociale, economico, che sono alla base di una richiesta consapevole di un evidente cambiamento nell'approccio agli stupefacenti, potranno portare una revisione della normativa sulle sostanze psicotrope efficace nel ridurne la diffusione e i problemi sociali connessi.

    I risultati dell' attuale politica risultano evidenti nei fatti: l' Italia è il primo mercato di resina di cannabis in Europa.

    Le indicazioni del DPA, hanno portato l'Italia ad eccellere, nel triste primato di avere la maggior diffusione di hashish nel vecchio Continente.

    C' è una fetta di circa sette milioni di italiani, che indipendentemente dal colore politico, risultano consumatori di cannabis e derivati.

    Una collaborazione di tutte le forze politiche, dalle formazioni più recenti, alle realtà più radicate, dovrebbe convergere nella revisione della legge al fine di avvicinarsi alle politiche adottate da altri paesi europei, che sono state in grado di dimostrare un reale successo nel contrastare la diffusione di sostanze psicotrope.

    E' un evento storico che siano stati valutati gi esempi degli Stati Uniti, dove i dispensari di cannabis terapeutica sono una realtà consolidata ancora prima della legalizzazione della cannabis per scopi ricreativi nello stato di Washington e Colorado, e della Spagna,dove i cannabis social club sono un esempio alternativo di controllo di diffusione e distribuzione della cannabis e dei suoi derivati.

    La società Italiana può dirsi soddisfatta nel considerare che l' idea della coltivazione personale deve essere un fatto da regolamentare, attraverso una burocrazia semplice e snella; perchè non decentrarla e regolamentarla a livello comunale?
    Una regolamentazione a livello locale riguardo la creazione di cannabis social club, potrebbe essere una soluzione efficace nel controllo della diffusione della cannabis e dei derivati, un chiaro segnale di distinzione tra mercati delle sostanze stupefacenti, uno strumento efficace nella prevenzione della diffusione di sostanze illegali.

    Il decentramento della regolamentazione di strutture come i cannabis social club sarebbe un felice connubio tra libertà delle comunità cittadine e libertà politica. L' uso di cannabis e derivati è un problema trasversale che riguarda tutte le forze politiche, ma le "direttive" politiche nazionali, spesso sono in contrasto con correnti e pensieri diversi all'interno delle stesse realtà.
    Un decentramento di questa regolamentazione porterebbe un "federalismo della cannabis" indipendente dal colore politico e frutto della consapevolezza delle comunità italiane.

    E' bello pensare che sulle basi di questo interesse istituzionale possa essere scritta una nuova legge che superi la proibizione, modello fallimentare che aumenta la diffusione di stupefacenti, e concretizzi un approccio tollerante e compassionevole che prenda in considerazione anche l' aspetto "storico" e il ruolo della cannabis nella società.

    Colgo l' occasione per porgere i migliori auguri di buon lavoro alla Commissione, al fine di redarre una normativa moderna, concretamente interessata alla diffusione delle sostanze stupefacenti e alla soluzione di questo problema.

    Dott. Giorgio Gatti, consulente in Economia della Sicurezza Pubblica e Sviluppo Economico

  8. #28
    Data Registrazione
    Feb 2013
    Messaggi
    1,027
    Mentioned
    71 Post(s)
    Continuo a leggere ringraziamenti ed a complimenti autoreferenziali a tutti, ma, in concreto (per essere più crudi "stringi stringi" od alla "fin fine") e resto basito.
    Cosa sarebbe, infatti, stato ottenuto di concreto a seguito dell'ormai più che celebrata audizione in Parlamento?
    Solo che tutti si complimentano con tutti e che sembra che sia successo chissà che cosa, mentre il governo emana una norma (l'art. 2 del d.l. 146 del 23 dicembre 2013, che modifica il comma 5 dell'art. 73 in tema di lieve entità) e nessuno dei componenti della commissione in questione si accorge della potenziale incostituzionalità di tale previsione legislativa - preferendo un assordante il silenzio in materia -.
    L'attenzione alla presenza di un ente antiproibizionista dei (peraltro non numerosi) politici presenti era quanto meno doverosa.
    ASCIA - piaccia o no - è un'associazione che doveva essere ascoltata, perchè portatrice di idee e fulcro di un dibattito importante, era (ed è) un interlocutore importante che non poteva venire trascurato, anche se penso che in un variegato macrocosmo come quello della cannabis,anche altre realtà avrebbero meritato (e meriterebbero) di venire ascoltate.
    Quindi, basta di compiacersi (in maniera avvilente) di atteggiamenti burocratici inutili. Ringraziateli pubblicamente quando dimostreranno di avere capito concretamente qualcosa del problema droga ed avranno, di conseguenza preso qualche decisione coerente (non quei pannicelli caldi legislativi, sui quali ho invitato i parlamentari da tempo ad un confronto pubblico di idee, ad oggi mai raccolto, perchè per qualche onorevole sembrerebbe meglio l'insulto su FACEBOOK che il dialogo).
    Non si possono ringraziare solo perchè hanno ascoltato i cittadini,che hanno loro insegnato qualcosa, è un loro dovere e per questo sono stati eletti.

Pagina 3 di 3 PrimaPrima 123

Tag per Questa Discussione

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  

Questo sito utilizza cookies di analytics su dati esclusivamente aggregati e cookies di terze parti per migliorare l'esperienza dell'utente tramite plugin sociali e video.
Cliccando su oppure continuando la navigazione sul sito accetti i cookies. Per l'informativa completa clicca qui.