Risultati da 1 a 3 di 3

Discussione: La Nfl apre alla marijuana Può curare i giocatori meglio degli antidolorifici

  1. #1
    Data Registrazione
    Jun 2011
    Messaggi
    439
    Mentioned
    18 Post(s)
    (ANSA) - NEW YORK, 16 GEN - Autorizzare i giocatori a usare la marijuana a scopo terapeutico: è la mossa a cui sta pensando la Nfl, la lega professionistica di football americano. I suoi vertici sono convinti che la cannabis sarebbe meglio dei farmaci antidolorifici attualmente presi dagli atleti. Nel mondo dello sport mai prima d'ora mai si era parlato della possibilità di permettere l'uso della cannabis per alleviare il dolore causato agli atleti dagli incidenti durante le partite.
    link: [Only registered and activated users can see links. ]
    link: [Only registered and activated users can see links. ]
    ----------------
    E succedera' sicuramente e poi come fara' Giovanardi a dire che fa male e contestarne l'impiego medico, se persino gli sportivi professionisti la prendono per curarsi e rilassarsi?
    Povero non è chi ha poco ma chi vuole molto (Seneca)

  2. #2
    Piro è offline Cancellato su richiesta dell'utente
    Data Registrazione
    Dec 2011
    Località
    toscana
    Messaggi
    6,638
    Mentioned
    27 Post(s)
    Io seguo la NFL da anni,e pure stanotte ho fatto le 4 per vedere le finali di conference.
    I giocatori sono tra i più grossi consumatori di anti dolorifici e cazzate varie come il Vicodin per citarne uno che ha confronto forse l'eroina e' un aspirina.Di sicuro la cannabis ne gioverebbe alla loro salute molto di più che quelle merde chimiche,tra la'altro uno dei più grandi wide ricever di tutti i tempi ovvero Randy Moss ex New England Patriots e San Franciscio 49ers ha ammesso più volte l'uso della cannabis prima di alcuni incontri per calmare l'ansia e giocare più tranquillo.Questo accadeva alcuni anni fa.

  3. #3
    Data Registrazione
    Feb 2005
    Messaggi
    3,484
    Mentioned
    122 Post(s)
    se consideriamo che negli anni 70 un atleta stabilì il record di discesa nel chilometro lanciato sugli sci, e alla domanda del giornalista su come facesse ad avere la concentrazione tale da permettere una prestazione simile, rispose semplicemente che con la marijuana aveva una percezione diversa dello spazio e del tempo, tale da permettergli di calcolare con assoluta concentrazione il percorso e gli eventuali ostacoli e gestire la situazione... in questo caso potrebbe essere considerato doping. :P

    ma alla fine, trattandosi di un antidolorifico riconosciuto a livello statale negli U.s.a., non vedo perché non possa essere impiegato come tale...

Tag per Questa Discussione

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  

Questo sito utilizza cookies di analytics su dati esclusivamente aggregati e cookies di terze parti per migliorare l'esperienza dell'utente tramite plugin sociali e video.
Cliccando su oppure continuando la navigazione sul sito accetti i cookies. Per l'informativa completa clicca qui.