Risultati da 1 a 10 di 10

Discussione: COLORADO - Agosto 2014

  1. #1
    Data Registrazione
    Feb 2014
    Messaggi
    112
    Mentioned
    37 Post(s)
    Piccolo racconto di viaggio.... nell'agosto 2014 sono stato 3 settimane in Colorado, ca. 8 mesi dopo la liberalizzazione della cannabis per uso ricreativo.
    Come al solito, gli Americani hanno fatto le cose molto, molto bene.
    Ho visitato due dispensari nell'area di Denver, lo "at home remedies" ed il "green werkz".
    Il primo, in zona più periferica, leggermente più piccolo e con meno assortimento, ma con prezzi più economici.
    Il secondo, più centrale, una vera e propria farmacia della ganja, con tanto di sala di attesa (si può entrare in pochi alla volta..), buttafuori, una scelta imbarazzante ma prezzi un poco al di sopra della media.

    Attentissimi al rispetto delle leggi... anche se hai la barba bianca all'ingresso ti chiedono il documento per verificare che tu abbia più di 21 anni.. e la prima volta sei costretto ad acquistare anche un contenitore con apertura "a prova di bambino" in cui conservare il materiale acquistato.

    Incredibilmente vasta anche la scelta di "edibles", ovvero commestibili alla ganja, che spaziano dalle barrette di cioccolato, agli orsetti gommodi, ai lecca-lecca, ai muffin e biscotti, etc. etc.

    Qualche consiglio :
    - informatevi sull'area in cui eventualmente andreste a soggiornare ; per Denver nessun problema, ma alcune altre municipalità hanno scelto di non concedere i permessi per dispensari a scopo ricreativo, mantenendo solo quelli a scopo medico, quindi potrebbe capitarvi di dover percorrere parecchie decine di miglia (anche centinaia in alcuni luoghi isolati) per raggiungere il dispensario ricreativo più vicino.
    - vi raccomando di NON tenere ganja nell'abitacolo quando viaggiate in auto ; solo chiusa nel suo contenitore a prova di bambino nel bagagliaio... altrimenti se vi ferma la polizia vi fanno storie ( e da quelle parti non sono per niente accomodanti)
    - fumate solo in luogo privato ; non è permesso fumare in luoghi aperti al pubblico, sopratutto se vi trovate all'interno di un parco nazionale. E' vietato anche se foste l'unica anima nel raggio di 100 miglia.
    - neanche a parlarne di portarsi qualcosa non solo in aeroporto, ma anche solo fuori dallo Stato. Gli state troopers degli stati confinanti non aspettano altro che di beccare qualcuno con le mani nel sacco, sia poco oltre il confine con il Wyoming che quello con lo Utah ho visto diversi posti di blocco. Magari adesso che è passato un po' di tempo hanno allentato la morsa... ma non ne vale la pena. Bene che vi vada dopo una notte al fresco vi caricano sul primo aereo per l'europa, e vi potete scordare di rimettere mai più piede negli USA.

    per qualsiasi domanda o chiarimento, son qui.

    aloha !
    Ultima modifica di calcifer; 16-07-15 alle 09:48

  2. #2
    Data Registrazione
    May 2012
    Messaggi
    1,063
    Mentioned
    105 Post(s)
    Magari potessi andare pure io! :D Per quanto riguarda i prezzi diciamo che non credo siano nella media da nessuna parte lì. 55 dollari per 3,5g (in media) è una rapina!
    Non l'amore, non i soldi, non la fede, non la fama, non la giustizia...datemi la verità!

  3. #3
    Data Registrazione
    Feb 2014
    Messaggi
    112
    Mentioned
    37 Post(s)
    beh, diciamo che sono in linea con quelli che si trovano nei coffe più "rinomati" e centrali di Amsterdam...
    Ovviamente , come ho scritto, anche la come ad A.dam se si va nei dispensari più periferici, si riescono a spuntare prezzi molto inferiori.
    E comunque non fare troppo affidamento sui menu online dei dispensari.. di solito non includono gli strains un po' più "poveri" che vengono via con 10-12 $ al grammo. Se consideri che quando ci sono stato io il $ era cambiato ad 1,4... direi che non c'è proprio da lamentarsi.

  4. #4
    Data Registrazione
    May 2012
    Messaggi
    1,063
    Mentioned
    105 Post(s)
    No io non ho guardato su siti, ma su numerosi video anche su youtube dove si vedevano sempre più o meno questi prezzi. Diciamo che se ci vai da turista ci sta, ma se abiti lì e guadagni ad esempio 2mila dollari al mese è una vera e propria follia. Non che ad Amsterdam sia meglio eh, forse solo in Spagna la situazione è migliore.
    Non l'amore, non i soldi, non la fede, non la fama, non la giustizia...datemi la verità!

  5. #5
    Data Registrazione
    Feb 2014
    Messaggi
    112
    Mentioned
    37 Post(s)
    credo che da quelle parti nemmeno uno spazzino a part-time guadagni meno di 2.500 $/mese.....
    E comunque nei dispensari ricreativi ci vanno all'80% solo turisti (non necessariamente internazionali, ma anche e sopratutto Americani provenienti da altri stati)
    I residenti che non hanno voglia di coltivare ottengono facilissimamente la carta per l'uso medico, e la ganja medica costa parecchio meno della ricreazionale. Difatti anche i dispensari che trattano sia la medica che la ricreazionale hanno le due aree molto ben distinte, ed è impossibile accedere all'area medica senza la tessera.

    Gli altri, molto semplicemente, coltivano, così come farei anch'io se fossi la.

  6. #6
    Data Registrazione
    May 2012
    Messaggi
    1,063
    Mentioned
    105 Post(s)
    Ah allora ok, non sapevo della differenza così sostanziale di prezzo. Ovviamente anche io la coltiverei, lo faccio qui figuriamoci lì! :D
    Non l'amore, non i soldi, non la fede, non la fama, non la giustizia...datemi la verità!

  7. #7
    Data Registrazione
    Sep 2012
    Messaggi
    338
    Mentioned
    44 Post(s)
    Conosco bene il Live Green Cannabis, sia quello sulla Morrison che quello a EdgewaterEdgewater; solo recreational, nell'area di Denver, ci sono stato il mese scorso, e ci ritorno spesso per fortuna/sfortuna viaggio per lavoro anche da quelle parti. Bhe devo dire che la scelta è davvero imbarazzante ma non solo per la wedda, c'è di tutto, resine, estratti, bho, rosin, wax, burro cocco e erba, c'è davvero una new economy che si sta facendo strada in modo esponenziale, non solo legato al consumo ultimo, ma un mondo di accessori, boutique e non growshop percla coltivazione at home, e vere e proprie Americanate.... E come detto su non si scherza con la legge ci mettono un nanosecondo a non farti entrare più nel paese.
    Ci andavo anche prima Denver, prima che venisse regolarizzato il consumo, crack e metaanfetamina ad ogni angolo, non è cambiato un granché, la politica della liberalizzazione non ha dirottato i fumatori di crack verso l'erba ma non credo che era nei piani di Obama.

  8. #8
    Data Registrazione
    May 2012
    Messaggi
    1,063
    Mentioned
    105 Post(s)
    Beh dai, è normale. Non è che con la liberalizzazione si vuole far passare tutti da altre droghe all'erba. Sarebbe impensabile, sono cose troppo diverse.
    Non l'amore, non i soldi, non la fede, non la fama, non la giustizia...datemi la verità!

  9. #9
    Data Registrazione
    Sep 2012
    Messaggi
    338
    Mentioned
    44 Post(s)
    Concordo ed infatti ho detto che non era nei piani, era una riflessione sui ns proibizionisti convinti.....

  10. #10
    Data Registrazione
    Feb 2014
    Messaggi
    112
    Mentioned
    37 Post(s)
    l'intento della legalizzazione non è quello di "convertire" all'uso di droghe leggere i consumatori di droghe pesanti.
    Solo un becero decerebrato proibizionista potrebbe pensare una cosa del genere....
    Uno degli scopi è invece quello di "allontanare" i consumatori di droghe leggere dalle possibili fonti di approvvigionamento di droghe pesanti, ovvero gli spacciatori. Difatti sono assolutamente convinto che sul medio-lungo termine in Colorado ed in tutti gli altri Stati in cui la cannabis è stata legalizzata, i consumatori di droghe pesanti diminuiranno sensibilmente.


    Spaccio di crack e metanfetamina ce ne sarà sempre e comunque in Colorado... ma almeno adesso le autorità potranno concentrarsi su spacciatori e produttori di droghe pesanti, lasciando finalmente in pace chi coltiva e fa uso personale di cannabis.
    Un po' il risultato che vorremmo ottenere qui in Italia con la legalizzazione... anche se qui da noi di beceri decerebrati proibizionisti ne abbiamo ancora più che negli USA.

    Eppure basterebbe solo un briciolo di buon senso... merce rara al giorno d'oggi qui in Italia.
    Ultima modifica di calcifer; 29-07-15 alle 10:34

Chi Ha Letto Questa Discussione: 0

Attualmente non ci sono utenti da elencare.

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  

Questo sito utilizza cookies di analytics su dati esclusivamente aggregati e cookies di terze parti per migliorare l'esperienza dell'utente tramite plugin sociali e video.
Cliccando su oppure continuando la navigazione sul sito accetti i cookies. Per l'informativa completa clicca qui.