Pagina 1 di 2 12 UltimaUltima
Risultati da 1 a 10 di 11

Discussione: Caro Michele, scusami ma io non ti compatisco

  1. #1
    Data Registrazione
    Feb 2004
    Località
    Pianeta Terra
    Messaggi
    5,149
    Mentioned
    509 Post(s)
    E’ chiaro che questa lettera non è per te Michele, bensì per tutti quelli che si sono ritrovati nelle [Only registered and activated users can see links. ] e sono ancora là fuori, in guerra contro il mondo. Sono tantissimi, lo so bene e stanno vivendo quelli che dovrebbero essere gli anni più belli della loro vita. Credo sia giusto che qualcuno glielo dica.

    La tua lettera è colma di dolore, di disagio e rassegnazione. Fatico a comprendere ciò che ti ha portato a un gesto così estremo, nella totale lucidità che hai dimostrato con le tue parole. Ma in parte ti capisco, ho 33 anni e sono veneto quindi non eravamo poi così distanti.

    Ma non ti compatisco, né ti giustifico, cosa che invece sembrano fare tutti in questo momento.
    Abbiamo l’obbligo di riconoscere la preziosità di ogni singolo giorno, senza permettere a niente e nessuno di distrarci da questo obiettivo. Nemmeno all’ostacolo più grande che potremmo mai avere, ovvero un grave problema di salute.
    E’ un obbligo che va ad onorare quell’immensa fortuna che abbiamo avuto ad esser nati qui ed ora.
    Quando Robinson Crusoe si trovò disperso su quell’isola deserta, nel noto romanzo di Defoe, allo strenuo delle forze e delle sue speranze di sopravvivenza, giunse a un’importante riflessione: “Tutto il nostro malcontento per tutto quello che non abbiamo, mi pareva derivare dalla mancanza di gratitudine per quello che abbiamo.” Ecco cosa manca alla nostra generazione Michele e cos’è mancato a te: la gratitudine.

    [[Only registered and activated users can see links. ]]
    "Personalmente tra tutti i forum ho scelto Enjoint perchè qui la ganja rappresenta il contorno alla vita di ogni utente, e non il centro attorno a cui ruota il resto. Qui si valorizzano gli utenti come persone prima che come coltivatori." - cit. Mad man

  2. #2
    Data Registrazione
    Jul 2016
    Messaggi
    461
    Mentioned
    90 Post(s)
    La fai un po' troppo facile

  3. #3
    Data Registrazione
    Feb 2014
    Messaggi
    551
    Mentioned
    70 Post(s)
    Barattare la vita con la morte è da vigliacchi,come è da vigliacchi abbandonare tutti i nostri problemi.
    Ci sono persone che giorebbero per avere un altra possibilitá.
    Mi dispiace ma non condivido la scelta di michele,o tutte quelle persone che hanno usato questa "scappatoia" per fuggire dai problemi
    Hidden Content Originariamente Scritto da tiffenau Hidden Content
    OT ma non vale autocitarsi risbagliando ahahhahahahah <3 OT

  4. #4
    Data Registrazione
    Jul 2016
    Messaggi
    461
    Mentioned
    90 Post(s)
    Certamente non è una scelta condivisibile, ma va capita e questo non é stato fatto. Siamo tutti diversi e alcuni sono più fragili. Arrivare a una scelta simile non é così facile, non basta solo essere intrappolati in un sistema marcio, c'è molto di piu, sono sicuro che alla base vi sia una forte depressione e da quella non é facile uscirne, non é facile liberarsene, non basta "mettersi uno zaino in spalla ed andarsene", anche perché allora non dovrebbero esistere persone grasse, in fondo basta non mangiare, o mingherlini, basta fare un po' di pesi in palestra o persone timide, basterebbe essere sicuri di se. La depressione é come un cancro, il cancro dell' anima e va combattuta come cancro vero, non basta sorridere per stare bene. Il vero problema di questa società, di questo sistema, é che per realizzarti nella vita, senza aiuti e senza spintarelle, devi lottare tanto e trasformarti a volte in una persona che non sei. Non tutti ci riescono. La vita non é facile, é giusto che sia così. Ma non é nemmeno giusto che sia così dannatamente difficile trovare un lavoro dopo una vita di studio e sacrifici

  5. #5
    Data Registrazione
    Sep 2012
    Località
    Nei pressi di un arcobaleno
    Messaggi
    4,176
    Mentioned
    673 Post(s)
    Ho sempre misurato le persone anche per il coraggio.....e vi posso dire che bisogna averne tanto ma veramente tanto......respect....
    in ogni caso sono sempre a favore della "libertà di scelta" di ogni individuo, sempre che non arrecchi danni a me e/o alla società...
    In ogni caso, in un tema complesso come questo, non oso metterci confronto.......
    .........ma preferisco salutare Michele con una canzone.....pensando che se c'è un Dio, sarà sicuramente clemente con chi si suicida...


    Per dirla alla Vecchioni "...Tommy non aveva niente da sognare, aveva gia passato il suo avvenire..."



    ..... LA CORRUZIONE FA APPARIRE LA GIUSTIZIA COME UNA FOLLIA.....

    Hidden Content


  6. #6
    Data Registrazione
    Nov 2013
    Messaggi
    7,955
    Mentioned
    1134 Post(s)
    Il mal di vivere c'è sempre stato e paradossalmente si manifesta in quelle società dove comunque vadano le cose non avrebbe ragione di esistere se confrontato con chi riscontra ogni momento della propria esistenza oggettive difficoltà gravi per sé e per la propria famiglia, quali la fame e la sete o la possibilità basilare di potersi curare da patologie considerate ordinarie nella nostra società e che invece risultano fatali nelle loro condizioni, le guerre e tanto altro purtroppo.
    Questo è dovuto oltre all'indubbia fragilità emotiva individuale ( per cui si dovrebbe aprire un discorso a parte) in gran parte alle aspettative a cui siamo spinti dal nostro modus vivendi, al retaggio culturale nel quale ci muoviamo volenti o nolenti e a tutti quei confronti a cui siamo quotidianamente sottoposti che seppure mascherati dal buonismo sono invece molto violenti.
    Da qui nascono pregiudizi e frustrazioni che portano a pretendere rivalse generiche contro il sistema o peggio ancora contro la vita stessa non potendo attribuire colpe specifiche a nessuno.

    Alcuni rifuggono da tutto questo semplicemente rifiutandolo e vivendo ai margini come molti barboni per scelta altri distorcendo la realtà fino a margini di ribellione da border line o molto peggio e una piccolissima parte di questi disadattati ancora più sensibili prendono la decisione ultime più estrema di togliere il disturbo.
    Già, magari anche chiedendo scusa in modo sorprendentemente lucido per il loro gesto peraltro spesso molto ben argomentato .
    Il modo estremo per lasciare un segno ed essere finalmente riconosciuti e presi in considerazione.

    Tutto questo è molto triste e secondo me pur essendo tra coloro che pensano non esistano i motivi per arrivare a tale gesto, questa cosa va analizzata e compresa più che giudicata.

    Le persone più sensibili, empatiche sono le più esposte quando intorno viene a mancare un riscontro oggettivo alle loro aspettative materiali morali o emotive che siano, si apre un varco oscuro in cui può venire risucchiata la parte più inconscia e irrazionale che dovrebbe restare in equilibrio e al sicuro ben protetta nell'interiorità, ossia l'anima stessa.

    Riuscire a non abituarsi a digerire tutto il negativo che ci viene sparso addosso dalla natura umana e dagli eventi è la cosa migliore da cercare di ottenere e forse da insegnare, quando si ha la fortuna di poterlo capire.

  7. #7
    Data Registrazione
    Mar 2013
    Località
    Agrestic
    Messaggi
    1,353
    Mentioned
    66 Post(s)
    ragazzi seguo con interesse i post di questo topic, ma non so cosa sia successo, non ho sentito nessuna notizia sul tragico evento qui discusso, anche se mi sono fatto una idea
    fumo troppi joints...pensavo di smettere...poi ho pensato di smettere di pensare di smettere...e di fumarci su...

    -Pietro, prima che il gallo canti...fai partire la base!

    Mino Pausa

    -la Nasa spende un sacco di soldi per andare sulla luna...io con 2 tiri vado e torno...

    Jim Morrison

  8. #8
    Data Registrazione
    Aug 2012
    Località
    Campania
    Messaggi
    379
    Mentioned
    68 Post(s)
    Non conosco esattamente la storia,purtroppo ho conosciuto nella mia vita persone che si sono suicidate per la depressione,la depressione è una brutta cosa, ti logora ti fa sentire una merda mi diceva Daniele un mio caro amico che poi ha fatto la brutta scelta,secondo me devi essere forte oltre il normale,viviamo in una società dove siamo programmati ad essere il capo di.... il responsabile di...siamo abituati ad avere delle etichette che ci rendono schiavi perchè poi dobbiamo vivere in base ad esse e dimostrare agli altri che siamo sempre all'altezza,poi quando hai un problema è solo tuo,ed è giusto cosi figuriamoci, chi ti conosce come capisce che sei in difficoltà ti abbandona subito,è più bello avere a che fare con persone che stanno bene anzicchè con chi è in difficoltà è la natura purtroppo,a me dispiace sempre sentire queste cose perchè sono drammi sia per la persona interessata che per la sua famiglia.

  9. #9
    Data Registrazione
    Feb 2016
    Località
    Pianeta terra
    Messaggi
    849
    Mentioned
    102 Post(s)
    Lo Stato dovrebbe chiedere scusa a tutti quei cittadini che sono stati arrestati per aver coltivato qualche piantina, rovinandogli la fedina penale, condizionandogli la vita per sempre. Quale era il loro reato? Aver coltivato una pianta salutare in modo autonomo per non dare soldi alla mafia? Per evitare di fumare quella merda che si trova in piazza?
    Lo Stato dovrebbe chiedere scusa a tutte quelle famiglie/persone che sono state additate come delinquenti grazie alle loro stupide indagini!
    Lo Stato dovrebbe chiedere scusa a noi cittadini per tutti i favoreggiamenti che ha fatto alla mafia con questo antiproibizionismo futile!
    Lo Stato dovrebbe chiedere scusa a noi cittadini per la mancata informazione sulla cannabis!
    Lo Stato dovrebbe chiedere scusa a noi cittadini per averci fatto ingurgitare medicine su medicine, quando bastava curarsi (in alcuni casi anche nel vero senso della parola) con un prodotto naturale al 100%

    Lo Stato deve chiedere scusa a tutti noi che, in un modo o nell'altro, cerchiamo di diffondere la verità!
    ” Il più grande rischio è: NON PRENDERSI NESSUN RISCHIO ”

    Hidden Content Work in progress Hidden Content

    Hidden Content

  10. #10
    Data Registrazione
    Aug 2018
    Messaggi
    49
    Mentioned
    24 Post(s)
    Ho riletto due volte il 3d aperto da ecko ed alle seconda volta ho colto alcune sfumature sfuggite precedentemente. Mi sono accorto di aver interpretato diversamente alcune parole.

    Questo mio reply non è di parte verso ecko o verso chi, piu' o meno, non condivide la sua lettera e nemmeno verso Michele. Ci sono molti fattori scatenanti per far compiere gesti simili tralasciando l'età perchè al mondo ci otrebbero essere stati bambini che già ad 8 anni avrebbero voluto farla finita.
    Alcune cose che frullano per la testa possone essere pesanti come macigni ti logorano lentamente e ti porti in spalla questo fardello con cui fai a botte anche ogni secondo o minuto della giornata ed anche di notte,senza contare il senso di vergogna confrontandosi con i tuoi pari e la rabbia , repressa e non, verso chi consideri "piu' fortunato" di te perchè questo è che ti porta a pensare la depressione: quando i neuroni cominciano a sbiellare ritengo sia quasi impossibile ragionare con pacatezza,serenità ma soprattutto con lucidità.
    Con ciò non giustifico il gesto di Michele e comprendo ecko quando dice "questa lettera non è per te Michele, bensì per tutti quelli che si sono ritrovati nelle tue parole". Forse Michele non avrà avuto persone che avessero compreso il significato di depressione o che abbiano preferito abbandonarlo piuttosto che fargli un sorriso fatto col cuore, uno di quelli che avvolge d'amore e ti da' maggiore sicurezza... chi lo sa !? Quando scatta la scintilla che ti fa' compiere la soluzione finale il cervello si blocca e vede il suicidio come unica azione da compiere.

    Per rispetto al suo dolore e disagio che provava, al dolore di chi gli voleva veramente bene e soffriva con lui per il suo stato d'animo e chi oggi vive la stessa situazione i media dovrebbero farsi da parte anzichè fare titoloni per aumentare l'audience,vendite di giornali e aggiungo il rank vista l'era digitale. Non comprendo le persone che si cibano delle disgrazie altrui tantomeno chi lucra riguardo questi eventi. Non guardo i telegiornali ogni giorno, i canali mediaset li ho eliminati dalla tv perchè considero i loro telegiornali come i "tg del terrore" ed i loro programmi creati ad arte per diseducare abilmente chi li segue. Pensando 30 secondi sui bei programmi emessi dalle tv del berlusca mi sono venuti in mente solo [Only registered and activated users can see links. ] e casa Vianello. Scusate ma tendo a perdermi andando anche OT pertanto per concludere in breve l'OT penso che sia stato un bene, rispetto agli ultimi decenni, essere nato nel'70 con la tv in bianco e nero, sena telecomando, pochi canali tv e programmi sicuramente di grande valore... poi congedato il [Only registered and activated users can see links. ] è cominciata l'era della pubblicità petulante che mette in competizione molto persone che venerano il proprio ego dando cattivo esempio di comportamento creando così delle nuove leve.

    Se sei giunta o giunto fino a qui ti ringrazio indipendentemente dal fatto che tu condivida o meno, tutto od in parte, ciò che hai letto.

    Simone
    Il cane sarà il migliore amico dell' uomo ma il gatto non dirà mai dove nascondi l' erba
    The dog will be the man's best friend but the cat will never tell where you hide the grass
    El perro es el mejor amigo de el hombre pero el gato jamas dirà dónde tu oculta la hierba

Pagina 1 di 2 12 UltimaUltima

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  

Questo sito utilizza cookies di analytics su dati esclusivamente aggregati e cookies di terze parti per migliorare l'esperienza dell'utente tramite plugin sociali e video.
Cliccando su oppure continuando la navigazione sul sito accetti i cookies. Per l'informativa completa clicca qui.