Risultati da 1 a 5 di 5

Discussione: Depenalizzazione in Israele

  1. #1
    Data Registrazione
    Mar 2013
    Località
    Agrestic
    Messaggi
    1,353
    Mentioned
    66 Post(s)
    [Only registered and activated users can see links. ]

    La legge prevede, oltre alla depenalizzazione, anche una particolare attenzione all’aspetto educativo del consumo di cannabis.

    Con una votazione, il Governo israeliano ha depenalizzato l’uso ricreativo di marijuana nel paese — il consumo in pubblico non sarà più punito con l’ incarcerazione, ma sarà sostituito con una multa di circa 270 dollari. La vendita e la coltivazione rimarranno reati penali.

    Il primo ministro Benjamin Netanyahu ha dichiarato: “Da un lato il paese si sta aprendo al futuro, dall’altra comprende i pericoli che questa scelta comporta, cercheremo quindi di bilanciare i due aspetti.”

    La legge – che deve essere ancora approvata dal parlamento – prevede, oltre alla depenalizzazione, anche una particolare attenzione all’aspetto educativo del consumo di cannabis. Come ha spiegato al quotidiano israeliano Haaretz il ministro alla pubblica sicurezza Gilad Erdan, “l’approvazione del governo è un passo importante verso l’implementazione di una nuova politica, rivolta più all’informazione pubblica e alle cure piuttosto che all’aspetto penale.”

    La politica di apertura del governo serve anche da risposta ai dati sul consumo di marijuana nel paese: secondo lo United Nations Office on Drugs and Crime, più del nove per cento della popolazione ne fa uso e quasi 25,000 persone hanno ricette per uso medico. Negli ultimi anni Israele è diventato l’avamposto per la ricerca medica legata ai cannabinoidi: start up e aziende private americane si sono trasferite nel paese alla ricerca di un clima politico più permissivo e meno costretto normativamente. Le politiche di legalizzazione e depenalizzazione dei paesi di tutto il mondo stanno infatti rapidamente influenzando il settore, che, si prevede, raggiungerà un valore di 140 miliardi entro il 2020.

    Con 29 stati in cui l’uso medico o ricreativo della cannabis è stato legalizzato, gli Stati Uniti rimangono comunque il traino mediatico per l’approccio alla marijuana, ma la nuova presidenza di Trump ha già fatto intuire che non seguirà l’atteggiamento permissivo di Obama. A febbraio il portavoce della Casa Bianca Sean Spicer ha attaccato l’uso ricreativo della marijuana, collegandolo alla crisi degli oppioidi negli Stati Uniti (che in realtà non ha niente a che vedere con la cannabis, e tutto a che fare con gli antidolorifici) — mentre il procuratore generale Jeff Sessions ha dichiarato che “la vera violenza può essere attribuita agli alti livelli di THC nella marijuana,” minacciando in seguito un rafforzamento delle leggi federali contro l’uso di cannabinoidi.
    fumo troppi joints...pensavo di smettere...poi ho pensato di smettere di pensare di smettere...e di fumarci su...

    -Pietro, prima che il gallo canti...fai partire la base!

    Mino Pausa

    -la Nasa spende un sacco di soldi per andare sulla luna...io con 2 tiri vado e torno...

    Jim Morrison

  2. #2
    Data Registrazione
    Oct 2016
    Messaggi
    580
    Mentioned
    74 Post(s)
    altra buona notizia, avanti così.

  3. #3
    Data Registrazione
    Sep 2011
    Località
    Haarlemmerstraat 102
    Messaggi
    5,290
    Mentioned
    649 Post(s)
    Leggevo stamattina sul CdS che Israele produce circa 400kg al mese di Cannabis Terapeutica, tipo i nostri militari...

  4. #4
    Data Registrazione
    Dec 2016
    Messaggi
    22
    Mentioned
    0 Post(s)
    Citazione Originariamente Scritto da Gam Visualizza Messaggio
    Leggevo stamattina sul CdS che Israele produce circa 400kg al mese di Cannabis Terapeutica, tipo i nostri militari...
    uguale uguale!!
    Con grembiulino e para ginocchia..

  5. #5
    Data Registrazione
    Oct 2016
    Messaggi
    580
    Mentioned
    74 Post(s)
    400kg al mese. la felicità ha un peso, quindi.

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  

Questo sito utilizza cookies di analytics su dati esclusivamente aggregati e cookies di terze parti per migliorare l'esperienza dell'utente tramite plugin sociali e video.
Cliccando su oppure continuando la navigazione sul sito accetti i cookies. Per l'informativa completa clicca qui.