Risultati da 1 a 5 di 5

Discussione: Tutto e' uno

  1. #1
    Data Registrazione
    Jul 2011
    Messaggi
    799
    Mentioned
    38 Post(s)




    Hidden Content Originariamente Scritto da Pawan Kumar - ASCIA Hidden Content
    adesso li facciamo ballare con un'altra musica, la nostra, quella della Verità.

  2. #2
    Data Registrazione
    Oct 2015
    Messaggi
    343
    Mentioned
    105 Post(s)
    grazie per la convisione Pot, documentario che offre spunti molto interessanti.

    Al netto delle belle parole usate e del montaggio video (vi garantisco che ha un potere di suggestione incredibile e determina le emozioni che si provano quando si guarda un filmato) trovo gli argomenti molto interessanti, anche perché vanno a definire con parole migliori quello che è da un po' che avevo cominciato a pensare anch'io..

    La parte più importante dei miei studi scolastici l'ho dedicata alla chimica e ho un rapporto di odio e amore per questa scelta. Odio perché nell'ottica del lavoro adatto a me avrei dovuto fare tutt'altro, amore perché dal punto di vista della crescita personale lo studio della chimica va ad approfondire quei meccanismi che sono alla base di tutto e quindi anche del funzionamento del nostro corpo e del modo che ci circonda. E alla fine hanno avuto un ruolo determinante nella mia visione "filosofica" del mondo.

    La prima volta in cui mi sono convinto che le persone emettano energia è stata ad un concerto (per me è Il Concerto), c'era una sintonia tale tra il pubblico (anche nei confronti di se stesso, sai quando trovi tutti tranquilli e gentili..) e gli artisti che l'energia era palpabile. Sono rimasto letteralmente ammutolito per un giorno, mi sono chiuso in una stanza e continuavo a godere della sensazione. Quello che mi ha colpito è che mesi dopo leggo un'intervista della band in cui di quel concerto dicono: "c'era un'energia pazzesca quella sera, ci sono volute quattro canzoni per uscire dallo stordimento".

    Per quanto riguarda il potere delle onde elettromagnetiche c'è un macchinario medicale molto particolare che le utilizza per curare. Nello specifico quello che ho visto è un macchinario che arriva dalla Russia e utilizzando gli impulsi elettromagnetici riesce a diagnosticare con acuratezza moltissime malattie o piccoli disturbi e sempre tramite onde elettromagnetiche specifiche per il problema riesce a curarne molte anche se non in modo definitivo, in un certo senso l'effeto delle onde dopo un po' va a scemare. Queste aparecchiature vengono usate ad esempio per monitorare e curare gli astronauti da distanza, avete presente che sul film Apollo13 ad un certo punto il medico dice ad uno degli astronauti "vedo dai tuoi valori che non stai bene, riesci a gestire la cosa o vuoi che interveniamo noi?", quel "interveniamo noi" si riferisce a questo.

    Sono curioso di vedere cosa dicono nella continuazione a riguardo del dopo morte, io al momento credo che la nostra energia lasci il corpo e rimanga "compatta" per un po' prima di dissoversi in quella che la circonda.


    consiglio a tutti di darci un'occhiata
    Ultima modifica di Ashistaka; 16-08-17 alle 08:49
    In un mondo in cui niente è quel che sembra devi guardare oltre. - K.S.

  3. #3
    Data Registrazione
    Jul 2011
    Messaggi
    799
    Mentioned
    38 Post(s)
    “Sorrise e levò lo sguardo a una foglia di pippala stagliata contro il cielo azzurro, la cui punta ondeggiava verso di lui come se lo chiamasse. Osservandola in profondità, Gautama vi distinse chiaramente la presenza del sole e delle stelle, perché senza sole e senza stelle quella foglia non sarebbe mai esistita.
    E vide la terra, il tempo, lo spazio: tutti presenti nella foglia. In verità, in quel momento preciso, l’universo intero si manifestava nella foglia. La realtà della foglia era un miracolo stupefacente.
    Vide che è l’esistenza di tutte le cose a rendere possibile l’esistenza di ciascuna cosa. L’uno contiene il tutto e il tutto è contenuto nell’uno. La foglia e il suo corpo erano una cosa sola. Nessuno dei due possedeva un sé permanente e separato, nessuno dei due poteva esistere indipendentemente dal resto dell’universo.
    Vedendo la natura interdipendente di tutte le cose, Siddhartha ne vide perciò la natura vuota: tutte le cose sono vuote di un sé separato e isolato. Comprese che la chiave della liberazione sta nei due principi dell’interdipendenza e del non sé. Illuminando i fiumi delle percezioni, Siddhartha comprese che l’impermanenza e l’assenza di un sé sono le condizioni indispensabili alla vita. Senza impermanenza, senza mancanza di un sé, nulla potrebbe crescere ed evolversi. Se un chicco di riso non avesse la natura dell’impermanenza e del non sé, non potrebbe trasformarsi in una piantina. Se le nuvole non fossero prive di un sé e impermanenti , non potrebbero trasformarsi in pioggia.
    Senza natura impermanente e priva di un sé, un bambino non potrebbe diventare un adulto.
    Quindi accettare la vita significa accettare l’impermanenza e l’assenza di un sé.
    La causa della sofferenza è la falsa nozione della permanenza di un sé separato. Vedendo ciò, Siddhartha giunse alla comprensione che non c’è nascita né morte, né creazione né distruzione, né uno né molti, né dentro né fuori, né grande né piccolo, né puro né impuro. Sono tutte false distinzioni create dall’intelletto.
    Penetrando nella natura vuota delle cose, le barriere mentali vengono scavalcate e ci si libera dal ciclo della sofferenza.” (Buddhacarita, III, 22 – poema di Ashvaghosa del I sec. d.C.)
    Hidden Content Originariamente Scritto da Pawan Kumar - ASCIA Hidden Content
    adesso li facciamo ballare con un'altra musica, la nostra, quella della Verità.

  4. #4
    Data Registrazione
    Oct 2018
    Messaggi
    15
    Mentioned
    0 Post(s)
    non vedo piu nessun video

  5. #5
    Data Registrazione
    Jul 2011
    Messaggi
    799
    Mentioned
    38 Post(s)
    Lo so, sono stati cancellati da YouTube.
    Sono tratti dal documentario "un altro mondo" di Thomas Torelli.

    Eccone un piccolo estratto:

    Ultima modifica di potpot23; 25-02-19 alle 15:53
    Hidden Content Originariamente Scritto da Pawan Kumar - ASCIA Hidden Content
    adesso li facciamo ballare con un'altra musica, la nostra, quella della Verità.

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  

Questo sito utilizza cookies di analytics su dati esclusivamente aggregati e cookies di terze parti per migliorare l'esperienza dell'utente tramite plugin sociali e video.
Cliccando su oppure continuando la navigazione sul sito accetti i cookies. Per l'informativa completa clicca qui.