Pagina 1 di 2 12 UltimaUltima
Risultati da 1 a 10 di 11

Discussione: Documentario OBSOLESCENZA PROGRAMMATA

  1. #1
    Data Registrazione
    Dec 2017
    Località
    Eremo sempre verde
    Messaggi
    1,139
    Mentioned
    91 Post(s)
    Ragazzi lo sapevate che esiste una lampadina nella stazione dei pompieri di ny che funziona da cento anni senza mai fulminarsi ,ma come mai ? eh ehe le multinazionali dovranno pur campare no ? quindi cosa decisero molti anni fa a tavolino questi simpatici signori...decisero che gli oggetti di consumo non dovevano durare e da li nacque l' OBSOLESCENZA PROGRAMMATA e il mondo di scovazze che conosciamo oggi. Il mondo è completamente inquinato, dai mari alle montagne ,la fauna e la flora sono in serio pericolo , ma nonostante tutto ancora non capiamo e veniamo abbindolati dalla televisione a comprare altre scovazze e gli esempi più celebri attualmente sono gli smartphone che non durano un cazzo. come sempre si correrà ai ripari quando sarà troppo tardi e lasceremo un Mondo alle future generazioni peggiore di quello da noi vissuto.
    Ecco il documentario

    [Only registered and activated users can see links. ]

  2. #2
    Data Registrazione
    Nov 2016
    Messaggi
    1,051
    Mentioned
    136 Post(s)
    il mondo va a rotoli.... e noi siamo la discesa che lo permette!!!!!!!!!!!

    grazie per il documentario eremita, appena trovo un attimo di tempo lo guarderò volentieri.
    ogni commento è solo in linea teorica e va preso come tale, se commento in prima persona è solo per dare più enfasi alla frase e va interpretato come una modalità narrativa. le foto caricate sono di dominio pubblico e sono state prese da internet. ogni riferimento a fatti, cose o persone è puramente di fantasia.

    doc

  3. #3
    Data Registrazione
    Sep 2017
    Messaggi
    96
    Mentioned
    14 Post(s)
    Bravo eremita, ed è certo che sei sulla giusta strada.
    Cito altre "questioni" analoghe a quella da te evidenziata.
    Tesla ad esempio? Tesla (di cui solo negli ultimi anni sta uscendo fuori qualcosa, io ad esempio non ricordo di averlo mai studiato a scuola......gia la scuola, ci sarebbe da scrivere 7gg consecutivi su come intortano i bambini ad iniziare proprio dai banchi di scuola), aveva scoperto un modo per attingere l'energia elettrica dall'ambiente (scusate la mia estrema sintesi e sicuramente non corretta spiegazione, ma non sono un Fisico e non voglio ingarbugliare un discorso tentando di entrare nello specifico), tutto l'ambiente che ci circonda è un grande campo magnetico ed energetico (anche noi stessi lo siamo) ed esiste il sistema di usare tale energia che è praticamente eterna, a dei costi ridicoli se confrontati con querllo che costa l'energia elettrica all'intera umanità.
    Ma all'epoca si "preferì" l'invenzione di Edison (eh si, il caro Thomas) che in sostanza viene usato ancora oggi (tranne qualche eccezione tipo pale eoliche, pannelli fotovoltaici etc.).
    Tale sistema si basa sulla combustione! Ma ci rendiamo conto che la maggior parte della centrali elettriche funzionano ancora a combustione di carbone, o altri combustibili liquidi, gassosi....
    Il motivo? In primis il potere. Il potere di tenere per le palle l'intera umanità, avendo il cpontrollo sull'energia elettrica che serve a tutti e per qualsiasi cosa: se ti serve la devi comprare da chi ce l'ha. In secundis sempre l'avidità di denaro.
    Questo così...tanto per dirne una. Magari ne potrei aggiungere un altra? Diciamo il motore a idrogeno?
    Pronto, funzionante, collaudato....peccato che colui che lo inventò (ora non ricordo il nome, sorry) non lo trovarono più, e con lui finì un invenzione meravigliosa, dalle aspettative illimitate.
    Eeeh, tanto ci sarebbe da dire sulla nostra razza....o forse c'è qualcuno di "un altra razza"???
    Mah! Ai posteri l'ardua sentenza
    Buono spunto di riflessione.
    Saluti
    Ultima modifica di Hendrix; 26-01-18 alle 10:56 Motivo: ovvio: correzione :D
    E' chiaro che sono dotato di una grande fantasia che esprimo scrivendo...
    Le immagini sono prese da archivi online

    "Quando arrivi al punto in cui non te ne frega più niente di quello che gli altri possono dire.....sei vicino al cielo."
    Cit. Jimi Hendrix

  4. #4
    Data Registrazione
    Dec 2017
    Località
    Eremo sempre verde
    Messaggi
    1,139
    Mentioned
    91 Post(s)
    Ciao hendrix mi fa piacere che anche tu conosci un pò della storia nascosta...io di tesla ho letto di tutto , lui è l uomo che ha inventato il 20 secolo, e tutto quello che abbiamo oggi lo dobbiamo a lui altro che edison il capitalista.
    Tesla oltre cento anni fa era già avanti secoli rispetto la sua epoca , per lui il petrolio era già una cosa superata e obsoleta oltre che inquinante, da tutti era visto come un pazzo e hanno fatto di tutto x infangarlo e cancellarlo in nome del dio denaro.
    Per lui i soldi non erano niente se non un mezzo x creare le sue idee e mi piace molto una sua cit. LA SCIENZA NON È NIENT ALTRO CHE UNA PERVERSIONE SE NON HA COME SUO FINE ULTIMO IL MIGLIORAMENTO DELLE CONDIZIONI DELL UMANITA
    Io lo vedo come un eremita del secolo scorso ,nonostante gli piaceva vivere nel lusso, inpiegava tutto il suo tempo in studio e ricerca aveva visioni e trance ed era un uomo di quelli che se ne vedono uno ogni 1000 anni.
    Comunque il discorso è lunghissimo non basterebbe un libro per parlare di lui e di tutti quelli sabotati x interessi di pochi a scapito del restante 99% ,NOI
    Caricherò altri docu se vi fa piacere, un saluto e un abbraccio a tutti quelli che non credono ai potenti

  5. #5
    Data Registrazione
    Feb 2018
    Messaggi
    269
    Mentioned
    52 Post(s)
    aaaaah che belli sti argomenti!
    Ce ne sono di cose nascoste... dalle case farmaceutiche ai grandi banchieri, dai petrolieri alle grandi multinazionali... i padroni del mondo sono loro e quello che ci è dato sapere non è nulla!
    Una volta sentii parlare di un gioco on line, nel quale creavi un tuo avatar e svolgevi la tua vita virtuale, non ricordo il nome però...ecco, io vedo l'attuale società un po' come quel gioco, siamo tutti avatar...pedine...pupazzetti da manipolare in base alle loro esigenze!
    Credo fermamente nella teoria del complotto, ma purtroppo facendo parte di quella schiera di persona costretta a lavorare non meno di 10 ore al giorno, da quando ho iniziato a procurarmi da vivere legalmente mi rimane difficile informarmi...torno a casa la sera e mi piace svagarmi, tra un joint e una birra in compagnia! Da poco ho cambiato lavoro, molto più malleabile con gli orari, ed ho tutte le intenzioni di rimettermi a leggere, studiare, capire da parte va il mondo....
    Trovo molto interessanti i tuoi interventi eremita...magari se vai a Forlì per la fiera ci becchiamo la, una bevuta, una chiacchiera.....e poi na fumata in compagnia

  6. #6
    Data Registrazione
    Apr 2012
    Località
    Valsusa
    Messaggi
    7,850
    Mentioned
    816 Post(s)
    Un altro argomento "nascosto" , è la storia di alcune società oramai estinte o assorbite dal sistema creato dall'uomo bianco o giallo (soprattutto cinese, etnia Han).
    Tra gli esempi , il classico è la società di quasi tutte le tribù dei Nativi americani:
    pensate solo a come trattavano gli anziani e i bambini, al centro della vita di tutti, e il rapporto con gli altri esseri viventi, con Madre Natura.
    E questo mi collega alla Storia, con la S maiuscola, che ancora oggi insegnano nei Paesi Baschi:
    Durante il periodo della conquista delle Americhe , e anche prima e dopo, il popolo basco fu l'unico , a non volere sottomettere le popolazioni che incontrava, ma instaurò rapporti di reciproca collaborazione commerciale e culturale.
    Una mia cara amica, basca purosangue, mi assicura essere storia vera insegnata ancora oggi (a parte la clandestinità del periodo di Franco) , nelle loro scuole.
    Altri sono nel mondo, comunque, dagli Aborigeni australiani, agli Uiguri cinesi, gli Hazara afghani...

    Gente che probabilmente, ha ancora dna del Cro-Magnon e del Neanderthal , mentre ora vince il Sapiens......

    Hidden Content

    "Rammentiamoci sempre che ogni qualvolta lasciamo scritto qualcosa,si lascia solo delle parole messe li,ognuno poi le interpreta come vuole,non é la stessa conversazione fatta faccia a faccia .." cit. Dantep

  7. #7
    Data Registrazione
    Feb 2018
    Messaggi
    269
    Mentioned
    52 Post(s)
    Si Yomi, ma purtroppo non serve andare neanche così lontano nel tempo! Esempi molto più recenti sono le popolazioni africane! Anche loro vivrebbero ancora nel pieno delle loro tradizioni, o avrebbero sfruttato per loro stessi le grandissime risorse che l'Africa ha, il continente più ricco del mondo! Purtroppo l'uomo bianco è arrivato li con conoscenze maggiori dei nativi e bam....stessa storia delle "due Americhe"! Popolazioni sottomesse e sfruttate, dopodiché abbandonate a loro stesse in condizioni affatto dignitose!
    E poi abbiamo anche il coraggio di denigrarli..... alle volte mi vergogno di far parte di una società così scadente e materialista!

  8. #8
    Data Registrazione
    Dec 2017
    Località
    Eremo sempre verde
    Messaggi
    1,139
    Mentioned
    91 Post(s)
    Discorso molto interessante @[Only registered and activated users can see links. ] e @[Only registered and activated users can see links. ] più di una volta mi son chiesto il perchè l'uomo bianco ha prevalso su altri popoli di diverso colore, ovviamente i fattori che ci hanno permesso di prevaricare sono innumerevoli ,cercando in rete avevo trovato questo libro che spiega perchè il caucasico è stato superiore in vari campi tipo conoscenze e tecnologie rispetto ad altri, e anche se arrivato per ultimo ha surclassato il nero che è comparso prima....non l' ho mai letto, ma sembra un buon libro

    [Only registered and activated users can see links. ]


    Non sono uno storico e non sono aggiornato sulle moderne teorie storiografiche, ma “Armi, acciaio e malattie” (edito nel 1997) mi è parso un saggio rivoluzionario. Se qualche esperto del settore, dovesse leggere queste righe, spero possa confermare quanto affermo. In caso contrario, non potrò che essere lieto che lo studio della Storia abbia già preso uno sviluppo tanto moderno. Il fatto che il libro abbia vinto il Premio Pulitzer, mi fa però pensare di non essere troppo lontano dalla verità.

    L’autore Jared Diamond non nasce come storico. È, infatti, un biologo e un fisiologo statunitense, che ha studiato a Cambridge, nel Regno Unito, è ha avuto importanti esperienze lavorative in Nuova Zelanda.

    In questa brevissima sintesi della sua biografia, credo ci siano le basi della sua intuizione. La Storia è comunemente considerata una materia letteraria, non per nulla nelle scuole viene insegnata dallo stesso professore di italiano, geografia e, talora, lettere antiche.

    Uno sguardo scientifico alla Storia può, però, portare a risultati sorprendenti. È vero, come scrive lo stesso Diamond, che la Storia non consente esperimenti in laboratorio, ma è così per molte altre scienze, da quelle naturali, alla geologia, all’astronomia. Non per questo le consideriamo materie “letterarie”. Ci sono, in Storia, interessanti “esperimenti naturali”, ovvero spontanei, che l’uomo può osservare e comparare tra loro. Così fa Diamond.

    Basterebbe il diverso approccio di questo libro, che come dice il sottotitolo offre un “Breve storia degli ultimi tredicimila anni” per rendere il volume interessante.

    La lettura si dimostra però irrinunciabile, appena si capisce a quale annoso quesito tenta di rispondere: perché l’uomo bianco sta dominando il mondo?

    La domanda è ricca di implicazioni sociali e politiche, ma l’approccio è un altro.

    Jared Diamond

    L’autore stesso fornisce già nelle prime pagine delle risposte, per poi esaminarle e argomentarle nel seguito, quindi spero di non fare uno spoiler eccessivo spiegando, con una banalizzazione di cui chiedo venia (se volete leggerne in modo più professionale, vi invito a leggere il testo stesso) alcune delle sue conclusioni che mi sono parse più interessanti.

    L’uomo bianco domina il mondo perché è il più forte, il più intelligente, il più bello e ha la pelle chiara. Ci credete? Spero per voi di no. Non ci crede neppure Diamond e, dopo averlo letto, credo che anche il razzista più becero dovrebbe provare dei seri dubbi.

    In sostanza, le popolazioni euro-asiatiche (il discorso non vale solo per gli europei, basta aprire qualunque libro di Storia) hanno vinto la competizione evolutiva con gli africani (che erano partiti in vantaggio), gli americani indigeni e gli australiani- neo zelandesi, per questioni geografiche.

    Il merito è tutto del territorio. L’Eurasia ha il grande vantaggio di disporre della fascia climatica omogenea più lunga del pianeta, grazie al suo assetto est-ovest, mentre le Americhe e l’Africa sono orientate da Nord a Sud, l’Australia è troppo piccola e desertica.

    Inoltre, l’Eurasia, pur disponendo di una fascia climatica omogenea, non ha un clima costante ovunque, essendoci al suo interno, mari, isole, laghi, montagne e pianure. Presenta ostacoli naturali ma non insormontabili come i vasti mari dell’Oceania o il deserto del Sahara.

    Questo ha fatto sì che disponesse di un maggior numero di ecosistemi e che questi fossero tra di loro in comunicazione. Da questo è derivata una maggior varietà di piante e animali con caratteristiche tali da essere in grado di vivere anche nei territori limitrofi.

    In tanta varietà, l’uomo è riuscito ad avere una maggior scelta di piante e animali addomesticabili.

    Questo ha fatto sì che al suo interno, nella Mezza Luna Fertile, come in Cina, nascessero e si diffondessero l’agricoltura e la pastorizia e le popolazioni di nomadi cacciatori-raccoglitori si trasformassero in contadini e pastori stanziali, sviluppando grandi civiltà e organizzandosi in entità di grandi dimensioni.

    Non solo. La vicinanza con gli animali che deriva dalla domesticazione, ha fatto sì che i virus degli animali subissero delle mutazioni e si adattassero all’uomo. Poco per volta. L’Eurasia ha subito grandi epidemie, ma è sopravvissuta, generando i necessari anticorpi. Quando gli europei sono entrati in contatto con altre popolazioni che non avevano avuto lo stesso sviluppo si sono sì ammalati, ma mai in modo epidemico e drammatico come è capitato, per esempio, a Inca e Aztechi, che furono sconfitti più dalle nostre malattie che non dalle nostre armi.

    Insomma, pastorizia, agricoltura e malattie hanno permesso agli euro-asiatici di dominare gli altri continenti.

    E perché li hanno conquistati gli Europei e non i Cinesi, che nel XV secolo avevano un grande e forte impero e una tecnologia in molti campi superiore? Perché, conseguentemente, negli ultimi 5 secoli la pluri-millenaria supremazia cinese ha subito un rallentamento (che ora sembra esaurirsi)?

    Proprio perché la Cina era, da secoli, un grande e compatto impero monolitico. Quando al suo interno prevalse una fazione, per dominare l’altra decise di rinunciare alla flotta (che era controllata dalla fazione perdente) . Questa decisione fu presa da pochi uomini, pochi decenni prima della partenza di Cristoforo Colombo. Se avesse vinto l’altra fazione, una flotta tanto evoluta con buona probabilità avrebbe potuto precederlo o almeno arrivare nelle nuove terre nello stesso periodo.

    Dunque, l’Europa fu fortunata? Non solo. La fortuna ha sempre le sue ragioni. Anche questa volta sono nella geografia. L’Europa ha un territorio più vario della Cina, con isole, penisole, catene montuose come Alpi, Pirenei, Urali e Appennini che dividono i popoli. E questi hanno dato vita a miriadi di staterelli. In quell’epoca nascevano i grandi Stati nazionali, ma l’Europa restava divisa in una miriade di centri di potere.

    Colombo offrì i propri servigi al Portogallo e alla Gran Bretagna, in Italia Genova non lo sostenne né nessuna delle altre potenze marinare locali. Fu solo la Spagna, che usciva vittoriosa dal conflitto con i mori e che stava cacciando dalle sue terre gli ebrei, a sentirsi così forte da finanziare un’impresa che poteva apparire all’epoca poco affidabile.
    – Se l’Europa fosse stata un impero monolitico sotto la guida dei regnanti portoghesi dell’epoca, la scoperta dell’America sarebbe stata rimandata (e… io non avrei mai scritto “Il Colombo Divergente” in cui immagino che Colombo rimanga prigioniero degli aztechi, sovvertendo, in altro modo, le sorti della Storia).

    Non vorrei avervi dato l’impressione di avervi ormai già detto tutto di questo libro. Ho solo semplificato. C’è molto di più. Le singole argomentazioni dietro queste tesi sono affascinanti. C’è forse qualche ripetizione, come se l’autore si immaginasse che molti suoi lettori non lo dovessero leggere per intero o che ne dovessero leggere le singole parti a distanza di tempo. Io l’ho divorato in pochi giorni e quindi questo mi ha un po’ infastidito, ma è un difetto che perdono volentieri a un autore che ha comunque il pregio della chiarezza e della semplicità e che ha scritto un libro che può essere letto da tutti e che anzi raccomanderei vivamente nei Licei.
    I need green revolution

  9. #9
    Data Registrazione
    Dec 2017
    Località
    Eremo sempre verde
    Messaggi
    1,139
    Mentioned
    91 Post(s)
    Citazione Originariamente Scritto da Rasta_320 Visualizza Messaggio
    aaaaah che belli sti argomenti!
    Ce ne sono di cose nascoste... dalle case farmaceutiche ai grandi banchieri, dai petrolieri alle grandi multinazionali... i padroni del mondo sono loro e quello che ci è dato sapere non è nulla!
    Una volta sentii parlare di un gioco on line, nel quale creavi un tuo avatar e svolgevi la tua vita virtuale, non ricordo il nome però...ecco, io vedo l'attuale società un po' come quel gioco, siamo tutti avatar...pedine...pupazzetti da manipolare in base alle loro esigenze!
    Credo fermamente nella teoria del complotto, ma purtroppo facendo parte di quella schiera di persona costretta a lavorare non meno di 10 ore al giorno, da quando ho iniziato a procurarmi da vivere legalmente mi rimane difficile informarmi...torno a casa la sera e mi piace svagarmi, tra un joint e una birra in compagnia! Da poco ho cambiato lavoro, molto più malleabile con gli orari, ed ho tutte le intenzioni di rimettermi a leggere, studiare, capire da parte va il mondo....
    Trovo molto interessanti i tuoi interventi eremita...magari se vai a Forlì per la fiera ci becchiamo la, una bevuta, una chiacchiera.....e poi na fumata in compagnia
    Bella apprezzo l'invito ,ti dico non bazzico molto per fiere o eventi cannabici,anzi ad essere sincero ho partecipato solo una volta al Cultiva di Vienna e non mi è piaciuto molto, la prima impressione che ho avuto varcando quella porta è stata di entrare nel paese dei balocchi ,maree di volantini modelle pubblicità ecc...non amo molto queste cose. Non so come sia in Italia ,ma perchè no mi piacerebbe conoscervi di persona e fumarci un joint in compagnia..... e magari scambiarci qualche semino...Sto giro non penso di riuscire a venire ,ma in futuro non mancherà occasione di beccarci
    I need green revolution

  10. #10
    Data Registrazione
    Apr 2012
    Località
    Valsusa
    Messaggi
    7,850
    Mentioned
    816 Post(s)
    Grazie Eremita , sicuramente acquisterò il libro. Grazie Rasta per gli spunti, e ricollegandomi alle malattie epidemiche di cui parlava Eremita, pensate che alcuni storici, credono che almeno il 70% dei Nativi americani, dal Canada alla Terra del Fuoco, sia morto per le malattie portate dall'uomo bianco, prima ancora di vederlo una sola volta.........
    Hidden Content

    "Rammentiamoci sempre che ogni qualvolta lasciamo scritto qualcosa,si lascia solo delle parole messe li,ognuno poi le interpreta come vuole,non é la stessa conversazione fatta faccia a faccia .." cit. Dantep

Pagina 1 di 2 12 UltimaUltima

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  

Questo sito utilizza cookies di analytics su dati esclusivamente aggregati e cookies di terze parti per migliorare l'esperienza dell'utente tramite plugin sociali e video.
Cliccando su oppure continuando la navigazione sul sito accetti i cookies. Per l'informativa completa clicca qui.