Pagina 2 di 2 PrimaPrima 12
Risultati da 11 a 16 di 16

Discussione: Micorizie per l'orto

  1. #11
    Data Registrazione
    Dec 2017
    Località
    Eremo sempre verde
    Messaggi
    1,139
    Mentioned
    93 Post(s)
    Green sul discorso dei lombrichi anche io la pensavo come te ,ma poi ho scoperto che se li tagli a metà ne escono due e sul lavoro facciamo bio e la terra viene vangata in due fasi ,ma ti assicuro che lombrichi ce ne sono un infinità lo stesso ,penso che la vangatura sia un male veramente minore quello che rovina di più il suolo sono tutti i prodotti chimici usati nel convenzionale.....comunque interessante il discorso di fukuoka non ho mai letto il libro ,ma visto solo il documentario,mi è piaciuta molto l idea del meno fai meglio è....se può interessarti anche questo libro non è male

    Clicca l'immagine per ingrandirla. 

Nome: clean_20180311_085918.jpg 
Visualizzazioni: 2 
Dimensione: 315.1 KB 
ID: 113289
    I need green revolution

  2. #12
    Data Registrazione
    Oct 2015
    Messaggi
    1,553
    Mentioned
    280 Post(s)
    ho quello di david holgren della stessa casa editrice

  3. #13
    Data Registrazione
    Nov 2017
    Località
    Humboldt County
    Messaggi
    685
    Mentioned
    94 Post(s)
    oh come sono felice, persone con cui parlare dell'orto che non siano i 3 dirimpettai di 80 anni e mio padre.

    io non ho studiato ancora in questo senso e mi ci voglio mettere, è capitato in questo periodo però di essermi messa ad approfondire diverse cose e ho paura di andare in confusione. le stagioni passano però quindi ci voglio provare lo stesso.

    per esempio il ragionamento sulla motozappa lo facevo senza sapere nulla ma venivo zittita da un sonoro "si e poi vuoi metterti ad accarezzare le foglioline?" e via dicendo. considerato che son la vegana di casa vengo boicottata ancora di più :D
    in ogni caso come dicevo spero di prendere in mano la situazione, o quantomeno di ricavarmi degli angolini per gli esperimenti, quindi penso che proverò a iniziare una cura del terreno girandolo a mano in un angolo, magari appunto con solo leguminose come suggerite.
    e poi leggevo di un certo Poot, non so quanto sia famoso e se lo conoscete, che coltiva pomodori senza pesticidi nè acqua in una regione molto arida della francia. lui è riuscito nel giro di tre generazioni se non sbaglio, abituando le piante alla siccità, ad ottenere anche 10kg per pianta già il terzo anno. visto che l'emergenza ambientale è uno dei temi a me cari, mi si è svegliato qualcosa, soprattutto considerando le quantità d'acqua che invece ero solita dare su consiglio appunto del comitato di capelli bianchi del mio orto. quindi un altro angolino pensavo di destinarlo a questo esperimento.

    quindi se riuscissi a mettermi a legger qualcosa con criterio, potrei partire con qualcosa di fukuoka mi sembra lo consigliate?

    ere ma in "se li tagli a metà ne escono due", il soggetto sono i lombrichi?!

  4. #14
    Data Registrazione
    Dec 2017
    Località
    Eremo sempre verde
    Messaggi
    1,139
    Mentioned
    93 Post(s)
    Ciao cali è un piacere! comunque anche se non ti va a genio quello che dice il babbo o i vecchietti oppure non ti piacciono i loro modi di fare ,cerca comunque di portare rispetto e magari prova ad abituarli poco a poco alle novità....se uno da sempre usa una pratica ci vuole un pò di tempo in più a farli capire che ci sono metodi alternativi e naturali...ti consiglierei di farti il tuo angolo in concomitanza del suo così potrete dibattere e vedere sul campo le differenze
    Per il discorso della motozappa, io la uso uno perchè vanga max 10 cm in profondità e quindi serve a smuovere la terra il giusto che basta due perchè la schiena ringrazia visto che con la forca e la zappa ti fai un mazzo tanto...unico problema è che costicchia, anche la motozappa più scrausa va oltre i 200 € e per una motocoltivatore anche oltre i 400 €,a me per fortuna lo prestano ,uso un motocoltivatore bcs da 1000€....in ogni caso ci sono molti metodi, per dire mia nonna si limita solo a tirare via l erbacce e a buttare gli scarti di cibo nell orto poi butta i semi nel terreno e gli viene comunque un orto da paura ,non usa nient altro...col tempo voglio cercare anche io di fare così già adesso più a meno ci sono, visto che oltre a girare a concimare dopo praticamente annaffio e basta
    Se ti interessa fatti un giro su macrolibrarsi ci sono una botta di libri che parlano di agricoltura sostenibele incentrati su: permacultura,sinergico,biodinamico e sulle varie consociazioni tra gli ortaggi...appeno riesco caricherò nella sez giardinaggio dei documentari a tema.
    Ps intendevo i lombrichi ,se ne tagli uno metà a una parte spunta la testa e all altra spunta il cul
    I need green revolution

  5. #15
    Data Registrazione
    Nov 2017
    Località
    Humboldt County
    Messaggi
    685
    Mentioned
    94 Post(s)
    AHA ok poveri lombrichi. non lo sapevo :D

    comunque ere ci mancherebbe che non porti rispetto per i vicini, giammai. anzi appunto fin qui ho sempre desistito e fatto come mi suggerivano.. solo che arriva un momento nella vita in cui le tue conoscenze e convinzioni cominciano ad essere profonde e radicate, non hai più vent'anni e se hai scoperto o capito cose che ti sembrano più efficaci rispetto a come si faceva in passato, ti farebbe anche piacere condividerle come le persone più anziane han fatto con te.
    è un momento per me in cui trovo degli enormi muri da questo punto di vista e quindi il mio spirito adesso è quello di fare di testa mia a costo di sbagliare e rimanerci male. un po' su tutto ma questo dell'orto è un ottimo esempio.

    detto questo, e scusa la pippa ma non volevo che fraintendessi le mie parole di prima, la motozappina ce l'ho e l'abbiamo sempre usata, le mie ernie ovviamente ringraziavano, ma anche andare a raccattare legni e legnetti nei campi per il camino è più faticoso che accendere il termostato, e so che non è detto inquini meno, ma mi piace di più, mi sembra più 'naturale'. esempio stupido ma mi capirai?

    spero proprio di fare come hai detto, riquadri sperimentali e magari a confronto, che serve per tutti. per i libri cercavo un suggerimento per andare sul sicuro che appunto come dici la manualistica è infinita, ma per esperienza andando a tentoni ho sempre preso robaccia commerciale di cui non ero soddisfatta (in altri contesti).


  6. #16
    Data Registrazione
    Dec 2017
    Località
    Eremo sempre verde
    Messaggi
    1,139
    Mentioned
    93 Post(s)
    Cali non l'avevo capita quella della moto zappa quindi ho risposto così comunque evviva le donne che si rimboccano le maniche anche io son i per i metodi tradizionali, legna tutta la vita anche se inquina un pò di più....poi quando si riuscirà ad usare la fusione fredda il discorso dovrebbe cambiare energia a gogo e pulita(anche se mi sa che comunque dovremmo pagare le solite bollette per usarla).....comunque tutti coloro che usano sti metodi naturali per coltivare non è che si sono inventati niente di nuovo, semplicemente hanno riscoperto vecchie pratiche e conoscenze in uso prima dell'avvento dell industria chimica , e per questo i metodi tradizionali vanno incentivati e devono essere recuperati e a noi giovani spetta il compito di metterli in pratica
    cali se sei interessata su macrolibrarsi trovi sicuramente qualche libro di Emilia Hazelip,o di Fukuoka,ma anche di tanti altri.....se non ricordo male su macro se compri un due tre libri te ne regalano uno a tua scelta,ma non vorrei confondermi con i rivenditori di semi a cui siamo abituati
    Metto questo video che spiega a grandi linee come fare un orto sinergico ,la qualità video è bassa ,ma rende l'idea dura 29 min....

    I need green revolution

Pagina 2 di 2 PrimaPrima 12

Chi Ha Letto Questa Discussione: 2

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  

Questo sito utilizza cookies di analytics su dati esclusivamente aggregati e cookies di terze parti per migliorare l'esperienza dell'utente tramite plugin sociali e video.
Cliccando su oppure continuando la navigazione sul sito accetti i cookies. Per l'informativa completa clicca qui.