Pagina 1 di 3 123 UltimaUltima
Risultati da 1 a 10 di 27

Discussione: Che cosa vuol dire antiproibizionismo?

  1. #1
    Data Registrazione
    May 2015
    Messaggi
    71
    Mentioned
    6 Post(s)
    Ciao a tutti, sono un nuovo utente ma non sono nuovo nell'ambito cannabico.
    Ho per voi questa domanda: cosa vuol dire in senso pratico, letterale, bla bla bla, antiproibizionismo per voi?
    Potete intenderlo sia legato alla Cannabis che alle altre sostanze, ma che cosa significa per voi antiproibizionismo, e come si fa?

  2. #2
    Data Registrazione
    Apr 2012
    Località
    Valsusa
    Messaggi
    7,836
    Mentioned
    813 Post(s)
    Significa, come obiettivo finale, nessun divieto per nessuna sostanza.

    Qui nello specifico, libera coltivazione, consumo e utilizzo della cannabis in ogni suo ambito.

    Ognuno di noi, perseguirà questo suo obiettivo , al meglio delle sue possibilità e dei suoi limiti fisici, psicologici, culturali, familiari.

    Sicuramente , divisi siamo persi, speriamo di farcela ad unirci non solo virtualmente, sarà dura, ma proviamoci..

    Hidden Content

    "Rammentiamoci sempre che ogni qualvolta lasciamo scritto qualcosa,si lascia solo delle parole messe li,ognuno poi le interpreta come vuole,non é la stessa conversazione fatta faccia a faccia .." cit. Dantep

  3. #3
    Data Registrazione
    Feb 2004
    Località
    Pianeta Terra
    Messaggi
    5,135
    Mentioned
    505 Post(s)
    Per me ANTIPROIBIZIONISMO significa "nessuna proibizione" e non solo in tema sostanze stupefacenti.
    E questo perchè, sempre secondo il mio parere personale, il proibire non porta da nessuna parte e quindi vanno usati altri strumenti (informazione, cultura, consapevolezza, ecc) per contrastare quelle azioni che possono essere negative e che la politica si limita appunto a proibire.
    "Personalmente tra tutti i forum ho scelto Enjoint perchè qui la ganja rappresenta il contorno alla vita di ogni utente, e non il centro attorno a cui ruota il resto. Qui si valorizzano gli utenti come persone prima che come coltivatori." - cit. Mad man

  4. #4
    Data Registrazione
    Nov 2013
    Messaggi
    7,878
    Mentioned
    1127 Post(s)
    mi allaccio a questo topic perche' penso sia adatto ad ospitare questo spunto di riflessione dato dal resocaonto che riguarda cose di quasi 10 anni fa! C'e' da riflettere, credo : [Only registered and activated users can see links. ]

  5. #5
    Data Registrazione
    Jun 2012
    Messaggi
    3,152
    Mentioned
    258 Post(s)
    La parola antiproibizionismo vuole dire che si pensa che il proibire sia sbagliato,certo x certe cose e giusto,ma x molte altre non è giusto x niente....Dai anche io la penso come ecko,non esiste solo la canapa che non ci stia bene che chi volesse fumarsi una sigaretta di marijuana non possa avere che so...5 piante x uso suo in casa,dai mi piace questo topic,facciamo che ogni uno dice oltre a questo cosa di più non trovate giusto sia proibito secondo voi,x me la più forse la metterei al pari del poter coltivare x uso personale,e l'eutanasia
    Ultima modifica di Yomi; 05-06-18 alle 14:57

  6. #6
    Data Registrazione
    Apr 2012
    Località
    Valsusa
    Messaggi
    7,836
    Mentioned
    813 Post(s)
    Buono lo spunto di Moran , buone le riflessioni alla sua maniera di mighio (mi sei mancato tanto!!) , io però mi sono rotto di far capire l'importanza della canapa e dei suoi migliaia di usi. Che è una pianta, come altre, bibbiii e babba e ci cii.... tanto oramai ho capito che si legalizzerà alla fine solo per business.
    Troppa ignoranza, dovrei dedicarmi a questo a tempo pieno.

    Io invece sono sempre più propenso allo scontro con l'alcool, mi han rotto tre quarti di m.....a sti ubriaconi.
    Un buon video da viraleggiare , con la sfida che già proposi simile in un altro topic:

    Due persone, un fumatore medio (non uno da 10 grammi/giorno, che so, 1 grammo al giorno in media), un bevitore medio (non alcolista, che so , 3 bicchieri al giorno in media) .
    Una cannabis di media forza (10% thc) , un alcoolico media gradazione (14% circa: nebbiolo, chianti, primitivo, nero d'avola, cannonau, amarone, ecc..).

    Si inizia alle 8 del mattino, colazione e un joint, colazione e un bicchiere di vino. Dopo un'ora e mezza , joint e bicchiere, e così di ora e mezza in ora e mezza, fino alle 23, mangiando regolarmente, e facendo ognuno cosa gli pare, nel frattempo.
    Il fumatore avrà fumato 11 joint , e il bevitore bevuto 11 bicchieri di vino.
    Il mattino dopo si ricomincia, e così via, per un tempo definito oppure fino ad abbandono di uno dei due.


    Pensate che illegalizzerebbero l'alcool? Bè fanculo, se anche dovesse andare così, ma "il sangue di Cristo" non lo toccano, non vi preoccupate.. Anche lì, usare il succo di mirtillo per rappresentarlo no eh?
    Amaro Montenegro sti azzi, se il mio veterinario arriva 'mbriaco lo meno!!

    Hidden Content

    "Rammentiamoci sempre che ogni qualvolta lasciamo scritto qualcosa,si lascia solo delle parole messe li,ognuno poi le interpreta come vuole,non é la stessa conversazione fatta faccia a faccia .." cit. Dantep

  7. #7
    Data Registrazione
    Jun 2012
    Messaggi
    3,152
    Mentioned
    258 Post(s)
    Citazione Originariamente Scritto da Yomi Visualizza Messaggio
    Buono lo spunto di Moran , buone le riflessioni alla sua maniera di mighio (mi sei mancato tanto!!) , io però mi sono rotto di far capire l'importanza della canapa e dei suoi migliaia di usi. Che è una pianta, come altre, bibbiii e babba e ci cii.... tanto oramai ho capito che si legalizzerà alla fine solo per business.
    Troppa ignoranza, dovrei dedicarmi a questo a tempo pieno.

    Io invece sono sempre più propenso allo scontro con l'alcool, mi han rotto tre quarti di m.....a sti ubriaconi.
    Un buon video da viraleggiare , con la sfida che già proposi simile in un altro topic:

    Due persone, un fumatore medio (non uno da 10 grammi/giorno, che so, 1 grammo al giorno in media), un bevitore medio (non alcolista, che so , 3 bicchieri al giorno in media) .
    Una cannabis di media forza (10% thc) , un alcoolico media gradazione (14% circa: nebbiolo, chianti, primitivo, nero d'avola, cannonau, amarone, ecc..).

    Si inizia alle 8 del mattino, colazione e un joint, colazione e un bicchiere di vino. Dopo un'ora e mezza , joint e bicchiere, e così di ora e mezza in ora e mezza, fino alle 23, mangiando regolarmente, e facendo ognuno cosa gli pare, nel frattempo.
    Il fumatore avrà fumato 11 joint , e il bevitore bevuto 11 bicchieri di vino.
    Il mattino dopo si ricomincia, e così via, per un tempo definito oppure fino ad abbandono di uno dei due.


    Pensate che illegalizzerebbero l'alcool? Bè fanculo, se anche dovesse andare così, ma "il sangue di Cristo" non lo toccano, non vi preoccupate.. Anche lì, usare il succo di mirtillo per rappresentarlo no eh?
    Amaro Montenegro sti azzi, se il mio veterinario arriva 'mbriaco lo meno!!

    Ciao @[Only registered and activated users can see links. ], il tuo discorso non fa una piega,ma secondo te,cosa ti fa incazzare di più che qui,nel nostro caro stato,non si può fare,quindi vietato??

  8. #8
    Data Registrazione
    Oct 2017
    Località
    Greenword
    Messaggi
    588
    Mentioned
    75 Post(s)
    Yomi, comprendo in pieno, proprio oggi durante la pausa pranzo, in datore di lavoro ne esce con un intervento del tipo "a te il fumo ti ha fatto male, ancora ne paghi le conseguenze", quella stessa persona che a pranzo si beve 2 bicchieri di vino, quella stessa persona che si fa 2 shot di amaro a fine cena, quella stessa persona che durante una pasto in un giorno festivo si ubriaca, quella stessa persona che a fumato 2 paccheti di sigarette per 30 anni procurandogli seri problemi di cuore, quella stessa persona che con problemi di cuori a cui piace l alcool mangia più grassi e zuccheri di quanto il corpo dovrebbe sopportare, alchè io ho risposto con un semplice " non sai neanche di cosa stai parlando"...
    Purtroppo la cultura (sbagliata) intaccata nel dna di un popolo non è facile da deviare, ogni informazione nuova a loro, come gli effettivi benifici dell erba viene vista come una scusante infondata del suo consumo, anche questo sta rallentando l antiproibizionismo (parlo della maria ) e come hai detto questo verra cambiato al solo scopo di business, allo stato non interessa la nostra salute, vendono articoli con i maggiori tassi di mortalità al mondo con pochissima informazione, tabacco, alcool, medicine, zuccheri...
    Tempo indietro vendevano anche la salvia divinorum in italia, cosa che a parer mio, neache dovrebbe fare l olanda...
    Mi scuso preventivamente per ogni dislikes che le mie dita invieranno,non vorrei mai ma non mi accorgo neanche di ciò,piccolo schermo, piccoli tasti :') sorry....

  9. #9
    Data Registrazione
    Nov 2013
    Messaggi
    7,878
    Mentioned
    1127 Post(s)
    @[Only registered and activated users can see links. ] secondo me hai proprio centrato il punto, anche se io penso in modo un po' piu' estremo,,,
    Sono totalmente contro ogni forma di proibizione in quanto penso fermamente che serva solo a fare maggiori danni sotto qualsiasi aspetto si voglia osservare la questione.
    E' ovvio che ci sono mila cose che fanno male, altre che senza un uso regolato o controllato possono potenzialmente diventare piaghe sociali, sanitarie e quant'altro...pero' e' altrettanto ovvio, e chi non se n'e' accorto o è cieco o e' in malafede, perche' nemmeno la stupidita' e la piu' bieca ignoranza potrebbe giustificarlo, che il proibizionismo non e' un mezzo efficace, la repressione non funziona, non lo ha mai fatto e spesso i fenomeni tendono a crescere al di fuori da qualsiasi controllo proprio perche' sono costretti a farlo in clandestinita'.
    Bisognerebbe cominciare ad ammettere che il proibizionismo e' quanto di piu' sbagliato possa esistere per contrastare un problema anche e soprattutto quando esiste realmente.
    I bisogni e le curiosita' degli esseri umani sono atavici ed è davvero ipocrita non riconoscerlo.
    Una gran parte di noi non rispetteranno mai nessun divieto, nessuna legge nessuna repressione che vada contro i propri bisogni o desideri.
    Le strade da percorrere come ormai sostengo da molto tempo sono altre, prima l'onesta' e la competenza dell'informazione che e' quella che fa maggiori danni perche' usata e sfruttata in modo speculativo per i motivi piu' disparati.
    Seconda che pero' e' strettamente correlata alla prima e' l'ignoranza che nega il diritto alla consapevolezza quindi all'autodeterminazione.
    Terza e' la falsa tolleranza che si manifesta solo quando e verso le cose che ci fa piu' comodo sostenere oppure giustificare.
    Ci sarebbero molte altre cose da aggiungere ma gia' facendo il punto e riflettendo su queste tre si farebbero grandissimi passi avanti verso una comprensione piu' reale del fenomeno.

    Per quanto riguarda alcool e/o sigarette che sono in pratica spacciate dal monopolio e che a conti fatti fanno pagare altissimi costi sociali ed economici al popolo in favore di uno stato che si evince essere un'entita' avulsa, che fa i propri interessi cosi come farebbe qualsiasi banda criminale organizzata, forse anche peggio visto che lo stato ci viene pure detto che siamo noi, che e' la presa per il culo piu' grande che possa essere concepita...e non ci vuole machiavelli per capirlo che si tratta di un megacomplotto ultracentenario che si e' ben nutrito sviluppato e in continua evoluzione, difficile da spiegare e quasi impossibile da provare...gia' senno' che complotto sarebbe?

    Tornando in tema, proibire equivale a illudere, nascondere, speculare, perseguitare ma non certo a risolvere o migliorare, mai in nessun caso.
    Inutile accostare principi di massima tipo: se non fossero proibite le armi, o se non esistessero le regole le leggi e bla bla cosa succederebbe? A questo genere di comparazioni non perdo nemmeno il tempo per rispondere perche' davvero sarei sconfortato piu' di quanto sono gia' ..
    Ultima modifica di moran; 05-06-18 alle 19:46

  10. #10
    Data Registrazione
    Dec 2017
    Località
    Eremo sempre verde
    Messaggi
    1,139
    Mentioned
    91 Post(s)
    Jack tempo addietro in farmacia vendevano cocaina e sigarette di canapa indica...se avete tempo vi invito a leggervi "sulla cocaina" di Freund...egli pensava che usando la coca come medicinale avrebbe curato molte patologie e dipendenze ,sopratutto di oppio.Quindi agli oppiomani come cura dava la cocaina credendo che la nuova medicina miracolosa li avrebbe salvati,ma con grande rammarico col tempo capì che sì aveva tolto la dipendenza da oppio a quelle persone,però se ne era instaurata una nuova....e se ne rese conto anche sulla sua pelle il vecchio degli effetti nefasti della bianca ahah
    Alla fine ,permettetemi una piccola autocritica, a me piace fumare tuttavia son perfettamente conscio che questa pratica non migliorerà la mia salute, anzi .Come Freund non si può pensare che una pianta salverà il pianeta.

    Anti proibizionismo vuol dire non vietare ,ma il pensiero è questo... tutto ubbidisce a delle leggi ,azione reazione uguale o contraria, se non ci fossero delle leggi in natura sarebbe il kaos idem sul discorso anti pro. Chi lo può dire che dal momento in cui una cosa (in generale)viene liberalizzata essa apporti veramente dei miglioramenti a tutti ? se la cannabis venisse legalizzata ,io sarei contento e fumerei di più,ma cuore e polmoni non credo proprio e tutti i fumatori accaniti ,di qualsiasi cosa,lo sanno.
    Quindi ok all anti proibizionismo ,ma in aggiunta bisognerebbe fare campagne informative sui pro e i contro e lasciar decidere liberamente le persone spiegando a cosa vanno in contro.
    .....è dal tempo della mela che una cosa ,se vietata ,scatena la voglia di prenderla ahah
    I need green revolution

Pagina 1 di 3 123 UltimaUltima

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  

Questo sito utilizza cookies di analytics su dati esclusivamente aggregati e cookies di terze parti per migliorare l'esperienza dell'utente tramite plugin sociali e video.
Cliccando su oppure continuando la navigazione sul sito accetti i cookies. Per l'informativa completa clicca qui.