Pagina 3 di 5 PrimaPrima 12345 UltimaUltima
Risultati da 21 a 30 di 47

Discussione: Kant Vs Nietzsche

  1. #21
    Data Registrazione
    Nov 2013
    Messaggi
    7,921
    Mentioned
    1133 Post(s)
    Tranne wazzappare condivido in pieno quanto hai scritto, il tuo velato cinismo...anzi il tuo forte senso pragmatico perche' sono ottimista.

  2. #22
    agro_DELETE è offline Cancellato su richiesta dell'utente
    Data Registrazione
    May 2017
    Messaggi
    0
    Mentioned
    2 Post(s)
    Citazione Originariamente Scritto da mozart Visualizza Messaggio
    Non credo nei guru diffido dei maestri in quanto uomini e di illumiliante per me c'è solo l'energia elettrica.
    Si impara dagli altri così come dall'esperienza propria e così si va avanti.
    Le scelte le intenzioni e gli scopi governano imperturbati inoltre c'è il bene e c'è il male anche se bisogna sempre stabilire per chi quindi non è un valore assoluto.
    Indiani o popoli antichi sono pressoché spariti così come si intendono nell'immaginario purista perché non erano evoluti per i nostri tempi e non si può in alcun modo nemmeno pensare di poter tornare indietro.
    Oggi dati alla mano stiamo in realtà 1000 volte meglio di quei tempi, malgrado le atrocità, la fame e le guerre, che in realtà ci sono sempre state e più o meno per gli stessi motivi, anche in quei popoli.
    Le vere differenze sono la consapevolezza e l'informazione subitanea di cui possiamo disporre e che sono più difficili da metabolizzare.

    Oggi siamo semplicemente la somma di ciò che siamo stati e una parte di ciò che un giorno saremo.

    Ah e far passare per certo che una volta l'uomo comunicava a km attraverso la telepatia non ha nessun fondamento scientifico e francamente non è credibile sul serio.
    Certo l'essere umano può fare cose davvero incredibili, ma sempre e comunque spiegabili e soprattutto possibili, anche se per pochi ma da li a l resto ce ne passa.

    Ciò che viviamo oggi fa parte di un processo evolutivo che non è né bene ne male, probabilmente vengono usati ambedue i concetti in un equilibrio che non siamo in grado di spiegare ma che porta dove deve.
    Noi siamo singoli attori con poteri limitati di un opera molto più grande che hanno l'illusione di poter controllare quasi tutto quando in realtà non siamo in grado di controllare quasi un bel niente.
    Quasi tutto ciò che facciamo è in risposta a uno stimolo o un'esigenza e non inventato niente, non lo abbiamo mai fatto.
    Ogni tanto scopriamo qualcosa che è sempre esistita e ce ne prendiamo i meriti.

    Arriverà il momento in cui faremo il nostro tempo e chi o cosa verrà dopo avrà modo di fare discussioni tipo queste su di noi che saremo diventati i maya del caso e forse ci si chiederà come fosse stato possibile wazzappare.
    Non sono un reazionario, ma la tua fiducia nel fatto che il tempo proceda in un modo lineare sempre dal peggio al meglio mi commuove
    , penso che durante la fine dell'1800 la pensassero allo stesso modo, poi 2 guerre mondiali. E le vittime sono aumentate ad ogni conflitto mondiale, dico solo che tutto questa bella tecnologia un giorno chiedera' il conto, speriamo non sia troppo salato.

  3. #23
    Data Registrazione
    Nov 2013
    Messaggi
    7,921
    Mentioned
    1133 Post(s)
    Se dovrà succedere allora succederà mentre se sarà evitato vorrà dire che avremo preso almeno in quell'occasione un'altra strada.
    Non è una questione di conti salati, noi li vediamo così ma la natura sa essere molto più spietata ma mai senza motivo, il fine è sempre quello di preservare, sopravvivere ridurre i danni se devono esserci, al minimo e questo vale anche per l'essere umano che non è avulso dalla natura, creato o il tutto comunque lo si voglia chiamare.
    È vita, semplicemente e farsi continuamente seghe mentali con strane teorie che alla fine non spiegano quasi nulla e soprattutto non risolvono nessuna delle cose di cui si ha paura, non offrono soluzioni applicabili se non continue prediche dall'alto .

    Ah non fa per me, preferisco accettare il fatto di poter fare quello che riesco al meglio delle mie possibilità e gia' così non ci riesco quasi mai.
    Lo avevo già scritto in un post precedente ma lo ribadisco, le guerre ci sono sempre state e per quanto possa sembrare strano e crudele il nostro sviluppo tecnologico deve molto anche a quei fatti tragici, forse meno di 50 anni di pace e dubito totale su oltre 2000 anni di storia spiegano sufficientemente di che pasta è fatto l'essere umano, la nostra inclinazione di partenza...
    Un giorno certo mi auguro che tutto il male sparirà ma anche se ciò avvenisse sarebbe sempre il risultato di ciò che è stato fatto prima e della conoscenza profonda che quei fatti hanno comportato.
    È fuori dubbio che l'essere umano oggi si trova più che mai come non lo è mai stato vicino a farsi del male, forse definitivamente enon sono certo che sappia gestire le conseguenze delle sue scelte assurde e per senso etico imperdonabili.
    Ma forse perché possano nascere uomini migliori con vedute diverse bisogna passare anche attraverso questi momenti bui.
    Quando sarà il momento succederà, altrimenti bye.

    A noi non resta che fare del nostro meglio con ciò di cui siamo dotati interiormente ed esteriormente, non resta che andare avanti e questo non vuole dire assolutamente rassegnarsi, semmai il contrario.
    Fortunati di poter respirare e calpestare il suolo, poter osservare il cielo è i colori, sentire i profumi e unirsi con un certo piacere tra di noi aiutare ed essere aiutati seguendo la nostra natura...è ovvio visto come vanno le cose che non è per tutti gli esseri la stessa cosa .
    Quello che sostengo è che c'è una ragione anche per questo.
    Ultima modifica di moran; 16-04-18 alle 17:55

  4. #24
    agro_DELETE è offline Cancellato su richiesta dell'utente
    Data Registrazione
    May 2017
    Messaggi
    0
    Mentioned
    2 Post(s)
    Citazione Originariamente Scritto da moran Visualizza Messaggio
    Se dovrà succedere allora succederà mentre se sarà evitato vorrà dire che avremo preso almeno in quell'occasione un'altra strada.
    Non è una questione di conti salati, noi li vediamo così ma la natura sa essere molto più spietata ma mai senza motivo, il fine è sempre quello di preservare, sopravvivere ridurre i danni se devono esserci, al minimo e questo vale anche per l'essere umano che non è avulso dalla natura, creato o il tutto comunque lo si voglia chiamare.
    È vita, semplicemente e farsi continuamente seghe mentali con strane teorie che alla fine non spiegano quasi nulla e soprattutto non risolvono nessuna delle cose di cui si ha paura, non offrono soluzioni applicabili se non continue prediche dall'alto .

    Ah non fa per me, preferisco accettare il fatto di poter fare quello che riesco al meglio delle mie possibilità e gia' così non ci riesco quasi mai.
    Lo avevo già scritto in un post precedente ma lo ribadisco, le guerre ci sono sempre state e per quanto possa sembrare strano e crudele il nostro sviluppo tecnologico deve molto anche a quei fatti tragici, forse meno di 50 anni di pace e dubito totale su oltre 2000 anni di storia spiegano sufficientemente di che pasta è fatto l'essere umano, la nostra inclinazione di partenza...
    Un giorno certo mi auguro che tutto il male sparirà ma anche se ciò avvenisse sarebbe sempre il risultato di ciò che è stato fatto prima e della conoscenza profonda che quei fatti hanno comportato.
    È fuori dubbio che l'essere umano oggi si trova più che mai come non lo è mai stato vicino a farsi del male, forse definitivamente enon sono certo che sappia gestire le conseguenze delle sue scelte assurde e per senso etico imperdonabili.
    Ma forse perché possano nascere uomini migliori con vedute diverse bisogna passare anche attraverso questi momenti bui.
    Quando sarà il momento succederà, altrimenti bye.

    A noi non resta che fare del nostro meglio con ciò di cui siamo dotati interiormente ed esteriormente, non resta che andare avanti e questo non vuole dire assolutamente rassegnarsi, semmai il contrario.
    Fortunati di poter respirare e calpestare il suolo, poter osservare il cielo è i colori, sentire i profumi e unirsi con un certo piacere tra di noi aiutare ed essere aiutati seguendo la nostra natura...è ovvio visto come vanno le cose che non è per tutti gli esseri la stessa cosa .
    Quello che sostengo è che c'è una ragione anche per questo.
    Cioe' bene e male coesistono, va bene ma generico, scendi un po' in profondita', magari con un esempio.

    Comunque sei un po' cattivello, non midai riferimenti del tuo pensiero, sei cosi' cinico e materialista?

    Allora faccio io degli esempi.

    credi nella possibilita' dell' essere umano di poter trascendere, parlo della coscienza...ti porto un esempio.
    Il film strange days, in cui si suppone di poter riversare il vissuto su dischetti in modo da poterli trasmettere, in cuffie che stimolino direttamente la corteccia celebrale, nella mente altrui. Lo credi possibile?

    Secondo una visione materialista (scienze cognitive) noi stessi non esistiamo!, o perlomeno e' scettica proprio come quella di hume nei confronti della propria identita' attraverso il tempo.

    Un neonato, fa' certo progressi giganteschi in tutte le sue capacita' ma i suo orizzonte riguardo al formulare giudizzi piacevoli o sgradevoli, ma anche giusto o sbagliato,non va oltre il livello fisico.

    Tutto questo per dire che la maturazione, o empatia che si sviluppa con l'eta', ma puo' anche regredire paurosamente, e' cio' che ci distingue dagli animali.

  5. #25
    Data Registrazione
    Nov 2014
    Messaggi
    2,763
    Mentioned
    389 Post(s)
    Rai 4 stasera : Strange days

  6. #26
    agro_DELETE è offline Cancellato su richiesta dell'utente
    Data Registrazione
    May 2017
    Messaggi
    0
    Mentioned
    2 Post(s)
    Citazione Originariamente Scritto da mozart Visualizza Messaggio
    Rai 4 stasera : Strange days
    Porca miseria, quando si dice una coincidenza

  7. #27
    Data Registrazione
    Nov 2013
    Messaggi
    7,921
    Mentioned
    1133 Post(s)
    agro, insieme a pot pot siamo in questo momento i piu' fulminati del foro!

    Con questo post chiudero' il mio percorso interiore e tornero' ad affrontare i problemi che mi affliggono e gia' mi basta e avanza

    Facciamo discorsi molto piu' grandi di noi nei quali e' possibile perdersi per chiunque anche senza essere in fattanza.
    Io cerco di non usare mai termini troppo tecnici e fare esempi che in un certo modo magari anche solo metaforicamente riguardano fatti spesso vissuti in prima persona e non mi piace pur avendo letto qualcosa nella vita citare autori, correnti e relative teorie o visioni, ma uso seppure con evidenti limiti piu' farina del mio sacco possibile e magari cio' che studi o letture hanno lasciato in me piu' a livello di influenza o di ragionamento che letterario.
    Posso apparire un po' piu' capra, ma mi ci ritrovo.
    Ognuno e' la somma delle proprie esperienze e purtroppo o per fortuna visto che non manca moltissimo alla mia imbalsamazione le mie sono numerose e molto varie, qualcuna dolce e molte altre amare.

    Non penso di essere poi tanto cinico anzi...e materialista proprio no, vorrei tanto esserlo un po' di piu' non ci sarebbe niente di male in questo.
    Nessuno di noi, mi riferisco a quelli intervenuti in questo cosmic topic credo lo sia.

    Riferimenti sul mio pensiero credo di averne dati, forse non e' cosi facile coglierli come credevo, probabilmente piu' per mia incapacita' di esprimerli che per incomprensione dovuta a chi legge.

    Su ogni esempio che hai fatto si potrebbe aprire un capitolo a parte che rimetterebbe ogni cosa in discussione anche usando la scienza.
    Sui neonati e il loro sviluppo cognitivo, sull'empatia e sulle regressioni possibili e la relazione con gli animali...

    per sintetizzare penso che in realta' noi non siamo cosi diversi da molti di quelli che che definisci animali e certo come specie dominante ci distinguiamo da ogni altra specie ma non solo per questo
    Tutto questo per dire che la maturazione, o empatia che si sviluppa con l'eta', ma puo' anche regredire paurosamente, e' cio' che ci distingue dagli animali.
    Sono possibilista e aperto anche ad altri pensieri diversi dai miei che non tendo a considerare sbagliati, solo diversi, con qualche limite pero' se si sconfina nell'esoterismo spinto o cose simili.
    Non ho difficolta' a cambiare idea ma devo essere convinto e devo anche dire che non succede spesso.

    Per ultimo io sono convinto che l'essere umano possa trascendere e che quando sara' il momento giusto lo fara'.
    La vita e' un mistero al quale si possono dare un numero infinito di spiegazioni cosi come nemmeno una, questo ottenendo lo stesso risultato.

    Alla fine a pensarci bene ogni essere vivente non e' nient'altro che una macchina organica che svolge precise e impeccabili funzioni in grado di evolversi e adattarsi a se stesso, agli altri e all'ambiente.
    Forse siamo stati costruiti, esattamante come noi facciamo con qualsiasi macchina.
    Quello che abbiamo in piu' di un semplice mezzo meccanico sofisticato e' solo la coscienza, l'anima o qualsiasi nome vogliamo darle, ma siamo sulla buona strada anche in questo senso molte I,A, sono gia' in grado di apprendere, evolvere e molto altro, inoltre mi risulta di aver letto che un I.A, abbia coscienza di se...vero o no e' solo questione di tempo prima che accada.
    Forse sara' quello il tassello mancante, lo stimolo estremo perche ' sia possibile il balzo evolutivo dell'umanita'.
    Alcuni di noi trovano comodo "credere" per non dover spiegare l'inspiegabile adattandosi a diverse forme di proposte alcune antiche altre meno che offrono una qualche soluzione.
    Questa e' l'opzione che se abbracciata risulta la piu' appagante, funziona se nella vita non sorgono dubbi per altri tipi di influenze.
    Vorrei avere questa fede, ma ad un certo punto mi sono reso conto che quel tipo di dottrina non mi rispecchia e non mi riferisco al cattolicesimo o una qualsiasi altra forma di religione ma ad avere fede senza ricevere riscontro.
    Questo vale anche per i sentimenti, dove la cosa in realta' e' molto piu' semplice.

    Nessuna disciplina o filosofia puo' fare deviare l'intera umanita' dal percorso che e' prefissato, non dal destino ma da se stessa, dalla somma di ciascuno e dalla propria evoluzione.
    In fondo anche questi nostri diiscorsi ne sono parte cosi come le decisioni che prenderemo piu' tardi o domani.
    In pratica credo che tutti influenziamo tutto ma che abbiamo poco controllo perfino nella nostra sfera e quasi nessuno sugli effetti nel macro, possiamo anche illuderci che non sia cosi ma in realta' penso che possiamo solo limitarci a subirli partecipandovi, in sostanza vivendo, ciascuno per la sua infinitesimale parte.

    Non la vedo poi cosi' triste o cinica come visione, potrebbe apparire diminutiva riguardo le responsabilita' singole e sull'importanza dell'individualita' o la rilevanza delle proprie azioni ma sarebbe un errore interpretarla cosi.
    Per gli stessi motivi invece bisognerebbe pensare che comunque il tutto e' qualcosa composto da tutti.
    Come detto uno cento o mille non hanno che l'illusione del controllo e della determinazione ma non vuol dire che il singolo pensiero o gesto non abbiano valore.
    Hanno un valore d'insieme o meglio lo compongono, e questo a mio modestissimo parere e' il solo valore che ha il potere di cambiare le cose...in bene o in peggio questo dipende.
    Ultima modifica di moran; 16-04-18 alle 20:53

  8. #28
    Data Registrazione
    Jul 2011
    Messaggi
    804
    Mentioned
    38 Post(s)
    Citazione Originariamente Scritto da mozart Visualizza Messaggio
    Ah e far passare per certo che una volta l'uomo comunicava a km attraverso la telepatia non ha nessun fondamento scientifico e francamente non è credibile sul serio.
    E ti sbagli, basterebbe cercare un po' qua e là per trovare riscontri su quanto dico. Ed è una cosa che riguarda tutti, certo gli aborigeni e gli sciamani sono molto meno addormentati dell'uomo occidentale.

    L'aborigeno in mutande è avanti anni luce all'uomo che invece fabbrica, devasta, costruisce grattacieli fallici per stabilire il proprio primato: è un essere arcaico, per nulla evoluto.
    E questo sviluppo non si è rivelato progresso. Lo chiameremo progresso quando smetteranno di esserci guerre, per esempio, o ingiustizie sociali, per esempio.

    Lo sciamanesimo lo liquidiamo come "cazzatella new age" o giu di lì...roba che non si può spiegare scientificamente.

    In realtà tutto ciò che accade, se accade, è possibile spiegarlo... Solo magari dovremmo prima rimuovere certe pseudo certezze del passato e guardare le cose con altri occhi.
    Magari i concetti che abbiamo seguito e che ci hanno portato fino a qui non bastano.
    Ma tutto ciò non rende una cosa priva di fondamento, solo non abbiamo le parole per spiegarlo, che è diverso.

    Bisogna prima di tutto volerlo fare.

    La ragione che abbiamo non può tutto, anzi, a ben vedere, è poca cosa rispetto all'irrazionale, al trasporto del cuore, all'istintività, all'intuizione.
    Così come il visibile è solo una parte di ciò che c'è.

    Ma non vuol dire che il resto non c'è solo perché non lo vediamo.
    Hidden Content Originariamente Scritto da Pawan Kumar - ASCIA Hidden Content
    adesso li facciamo ballare con un'altra musica, la nostra, quella della Verità.

  9. #29
    Data Registrazione
    Jul 2011
    Messaggi
    804
    Mentioned
    38 Post(s)
    Citazione Originariamente Scritto da moran Visualizza Messaggio
    Non è una questione di conti salati, noi li vediamo così ma la natura sa essere molto più spietata ma mai senza motivo
    La natura non è spietata, è natura.
    Siamo noi che a volte lo siamo.
    La grande differenza tra l'essere umano e l'animale è che il primo ha il libero arbitrio, cioè può scegliere deliberatamente, se fare il bene o il male, l'animale no, segue l'istinto, è la sua condizione e non può fare altrimenti.
    Per questo noi in quanto esseri umani abbiamo costantemente la libertà e anche la responsabilità di determinazione. La rinascita come essere umano è una fortuna incalcolabile, di cui raramente ci rendiamo conto.
    Hidden Content Originariamente Scritto da Pawan Kumar - ASCIA Hidden Content
    adesso li facciamo ballare con un'altra musica, la nostra, quella della Verità.

  10. #30
    Data Registrazione
    Jul 2011
    Messaggi
    804
    Mentioned
    38 Post(s)
    Citazione Originariamente Scritto da agro Visualizza Messaggio
    Porca miseria, quando si dice una coincidenza
    Facciamoci due risate...

    Hidden Content Originariamente Scritto da Pawan Kumar - ASCIA Hidden Content
    adesso li facciamo ballare con un'altra musica, la nostra, quella della Verità.

Pagina 3 di 5 PrimaPrima 12345 UltimaUltima

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  

Questo sito utilizza cookies di analytics su dati esclusivamente aggregati e cookies di terze parti per migliorare l'esperienza dell'utente tramite plugin sociali e video.
Cliccando su oppure continuando la navigazione sul sito accetti i cookies. Per l'informativa completa clicca qui.