Visualizza Risultati Sondaggio: Sarebbe giusto e fattibile rappresentare quanto scritto?

Partecipanti
10. Questo sondaggio è chiuso
  • SI

    3 30.00%
  • NO

    1 10.00%
  • SI, con opportune modifiche al progetto

    6 60.00%
Pagina 2 di 4 PrimaPrima 1234 UltimaUltima
Risultati da 11 a 20 di 31

Discussione: Cannabis VS Alcool

  1. #11
    Data Registrazione
    Apr 2012
    Località
    Valsusa
    Messaggi
    7,857
    Mentioned
    816 Post(s)
    Citazione Originariamente Scritto da Skunker.85 Visualizza Messaggio
    L'alcool fa' schifo,e fa' malissimo a lungo andare, ma è lwgalissimo,logicamente lo stato ci guadagna,
    Però la cannabis,è una sostanza naturale,non vedo perché debba essere considerata illegale, tra l'altro,se usata con la.testa aiuta molti dolori, noie,depressione( tipo i miei stati d'amore del cazzo )
    Comunque penso che 11 joint, potrebbero essere paragonati a un placebo di 11 Litri di vino non 11 bicchieri,
    Sempre cannabis, la natura offre questo,poi dipende come una persona la usa,ovvio, ma dovrebbero punire semmai chi non sa usarla,non chi la usa,
    11 Joint paragonati a 11 litri????????
    No no, scusa ma assolutamente non è così: al terzo litro di vino sei over, io mi fumo il 12° joint..
    Forse se i joint fossero da 1 grammo l'uno, ma io dopo aver fumato 1 grammo, dopo un'ora e mezza mi finirei al massimo il joint precedente, 11 grammi in una giornata impossibile, così come 11 litri di vino.

    Ripeto, cannabis forza media, alcolico forza media, non c'è confronto.
    Hidden Content

    "Rammentiamoci sempre che ogni qualvolta lasciamo scritto qualcosa,si lascia solo delle parole messe li,ognuno poi le interpreta come vuole,non é la stessa conversazione fatta faccia a faccia .." cit. Dantep

  2. #12
    Data Registrazione
    Oct 2017
    Località
    Greenword
    Messaggi
    645
    Mentioned
    75 Post(s)
    Vabè non è così errato...
    1 grammo di erba al 20% thc
    1 litro di vino al 12% di alcol
    Siamo li come botta, poi dipende da quanto ne fai uso...
    Risultato dopo anni ?? Beh tira le somme...
    Mi scuso preventivamente per ogni dislikes che le mie dita invieranno,non vorrei mai ma non mi accorgo neanche di ciò,piccolo schermo, piccoli tasti :') sorry....

  3. #13
    Data Registrazione
    Apr 2012
    Località
    Valsusa
    Messaggi
    7,857
    Mentioned
    816 Post(s)
    Citazione Originariamente Scritto da J.White Visualizza Messaggio
    Vabè non è così errato...
    1 grammo di erba al 20% thc
    1 litro di vino al 12% di alcol
    Siamo li come botta, poi dipende da quanto ne fai uso...
    Risultato dopo anni ?? Beh tira le somme...
    Con l'alcool sei mezzo morto se non alcolista, con la cannabis .....siamo ancora qui socialmente attivi!!
    Hidden Content

    "Rammentiamoci sempre che ogni qualvolta lasciamo scritto qualcosa,si lascia solo delle parole messe li,ognuno poi le interpreta come vuole,non é la stessa conversazione fatta faccia a faccia .." cit. Dantep

  4. #14
    Data Registrazione
    Nov 2013
    Messaggi
    7,965
    Mentioned
    1134 Post(s)
    beh, a parte il fatto che ho fumato per anni e anni ben piu' di un paio di g al giorno, che e' piu' o meno quanto consumo ora che sono anzianotto anche se non lo faccio quasi mai da solo qiuindi andrebbe ulteriormente diviso il dosaggio, il fumo fa male a prescindere per la combustione, mentre per la sostanza vige il discorso della tolleranza personale, ma e' mia ferma convinzione che comunque non si sviluppino patologie a causa della cannabis.

    Per quanto riguarda l'alcool vale lo stesso discorso per quanto riguarda la tolleranza.
    Cio' che a dosi giuste puo' addirittura avere riscontri positivi, con dosi maggiori si trasforma in un veleno.
    Ovvio che se uno ha la cirrosi o una colite ulcerosa o il morbo di chron beve un bicchiere di vino avra' effetti diversi sullo stato di salute rispetto ad un individuo perfettamente sano.

    Da piu' di vent'anni bevo molto spesso almeno mezzo litro di vino a pasto e per come sono fatto io non ho nessun riscontro negativo, ho un'attivita' fisica discreta e da qualche tempo cerco anche di curare un po' meglio l'alimentazione che era il mio vero tallone di achille per quanto riguarda la salute.
    Mangiavo tanto e male, ora ogni tanto faccio uno strappo ma generalmente mi nutro in modo meno animalesco.

    Diverso e' il discorso sui superalcoolici dove in caso di consumi i dosaggi devono necessariamente scendere al minimo, ma sempre seguendo la stessa regola della tolleranza che e' personale cioe' rispetto a se stessi e al proprio metabolismo, quindi a qualcuno un cicchetto non fa male a qualcun altro invece si.

    Non mi avvicinerei mai a paragonare la cannabis all'alcool comunque, non ci vedo nessuna analogia o termine di paragone che puo' servire a qualcosa di utile.
    Sono sostanze diverse di cui si fanno usi diversi, una tra l'altro e' un derivato che subisce secondo i casi processi di lavorazione, l'altro e' anche nel caso dell'hashish un prodotto diretto, anche quando viene estratto.

    Una cosa e' certa, l'alcool puo' dare in alcuni individui una vera e propria dipendenza sia fisica che psichica e causare se abusato problemi di salute gravissimi, la cannabis direi proprio di no se non quelli provocati appunto dal fumaredati dalla combustione, ma anche volendo prenderli in considerazione seriamente non sono certo paragonabili ai primi.

  5. #15
    Data Registrazione
    Apr 2012
    Località
    Valsusa
    Messaggi
    7,857
    Mentioned
    816 Post(s)
    Mmmmh, proviamo togliere le opinioni personali e pensare in generale, a quello che succederebbe al corpo umano:

    dopo il primo giorno, si ricomincia, come scritto nel sondaggio:
    dopo alcuni giorni, resisterebbero solo gli alcolisti, fuori dalla società, legalmente.
    nel nostro caso, resisterebbero, resisterono, resistono, resisteranno. punto.

    Poi ognuno di noi puo' pensare che: non si paragona, non va bene lo scontro tra sostanze, è troppo poca la cannabis da mettere a confronto, è troppo forte o leggero l'alcoolico, non capisco il perché del sondaggio, eccetera.

    Il mio scopo sarebbe raggiunto, se le persone ragionassero sulle ultime tre righe del post di @[Only registered and activated users can see links. ] , che da figlio di un ex alcolista (mio padre ha smesso grazie ad A.A. nell'88, quando avevo 15 anni), non posso che quotare in pieno!!

    Hidden Content

    "Rammentiamoci sempre che ogni qualvolta lasciamo scritto qualcosa,si lascia solo delle parole messe li,ognuno poi le interpreta come vuole,non é la stessa conversazione fatta faccia a faccia .." cit. Dantep

  6. #16
    Data Registrazione
    Nov 2013
    Messaggi
    7,965
    Mentioned
    1134 Post(s)
    nella vita bisogna imparare a essere consapevoli.
    E' sempre una questione di cultura e di comportamento personale, alla fine di scelte che se sono consapevoli pur non essendo infallibili rispecchiano la realta'.
    Non servono paragoni secondo me perche' portano sempre allo scontro e alla fine alle regole imposte da conseguenti proibizioni per un motivo o per un altro privando l'individuo della propria liberta' senza peraltro riuscire a scalfire un problema che come paradosso viene creato e alimentato proprio da quelle regole.

    Mentre un'educazione informata e consapevole finisce sempre con il migliorare tutti gli aspetti di una questione, soprattutto se riguarda alcool e droghe o pseudo droghe, cosi come tutti quei comportamenti che portano l'essere umano verso l'abuso, come la ludopatia e altre dipendenze.

    La realta' e' che oggi piuì di ieri qualsiasi fenomeno viene prima negativizzato e enfatizzato al massimo e poi sfruttato per diversi fini offrendo improbabili soluzioni che spesso non fanno che peggiorarlo, fottendosene alla grande che a pagarne il prezzo siano proprio quelle minoranze che avrebbero bisogno di aiuto.

    Purtroppo alcolisti, drogati e malati del gioco ci saranno sempre qualsiasi sia la repressione usata ma non si puo' attribuire la colpa alla sostanza o a un mazzo di carte perche' e' noto che potrebbero essere usate in maniera diversa e che lo sono per la stragrande maggioranza delle persone.
    Questo non vuol dire privare chi ha bisogno palese di aiuto di avere la possibilita' di riceverlo, anzi questo e' un dovere sociale, ma i termini non devono essere discriminanti per tutti perche' non tutti corrono gli stessi pericoli giocando o venendo a contatto di sostanze.
    Il fatto che queste vengano demonizzate e stigmatizzate fino all'esasperazione non fa che diffondere ignoranza e pregiudizi che aumentano i danni.
    Ci vuole un approccio diametralmente opposto piu' corrispondente alla realta' che volente o nolente, favorevole o contrario ciascuno vive nel suo tempo.
    Naturalmente questo e' cio' che penso io non certo vangelo.
    Ultima modifica di moran; 28-08-18 alle 12:34

  7. #17
    Data Registrazione
    Apr 2012
    Località
    Valsusa
    Messaggi
    7,857
    Mentioned
    816 Post(s)
    Ragazzi, amici.
    So che molti di voi sono dubbiosi su questo sondaggio, e sullo "scontro tra sostanze" .
    Due considerazioni solamente:

    - NON è una battaglia equa: l'alcool è legale, la cannabis no. L'alcool è "il sangue di Cristo" e bevanda nazionale, la canapa è stata sradicata anche dove rappresentava tutto (Canavese era Canapese) .

    - Questo governo a trazione leghista (pensa fino all'altr'anno credevo che con i 5S al governo sarebbe stata l'ora..) vuole lo scontro ( [Only registered and activated users can see links. ] ). Dobbiamo darglielo.

    La "gente" NON lo sa che l'alcool è notevolmente più dannoso per se stessi e la società della cannabis!!!!

    Comunque, penso che mi muoverò in qualche modo. Anche a costo di perdere tutto.. mi hanno rotto il caxxo adesso.

    Hidden Content

    "Rammentiamoci sempre che ogni qualvolta lasciamo scritto qualcosa,si lascia solo delle parole messe li,ognuno poi le interpreta come vuole,non é la stessa conversazione fatta faccia a faccia .." cit. Dantep

  8. #18
    Data Registrazione
    Nov 2013
    Messaggi
    7,965
    Mentioned
    1134 Post(s)
    secondo me non dobbiamo cadere nell'errore dei paragoni con altre sostanze qualsiasi esse siano.
    la filosofia dell'accettare il danno minore o i risvolti economico-sociali non mi piace perche' oltre a dare adito a interminabili discussionii improduttive si svolgerebbero in un campo ostico per chi e' semplicemente e onestamente antiproibizionista.
    In quel campo la voce di chi esercita il potere sara' sempre piu' forte, pensare che non sia cosi' e' pura utopia.
    Piuttosto dirigerei ogni energia e risorsa verso un tipo di informazione diffusa e trasparente quanto piu' possibile anche se apparentemente potrebbe sembrare la strada piu' lunga e difficile credo alla fine che sia piu' efficace.
    Alla fine bisogna sostenere semplicemente che la cannabis non fa male punto.
    Non che fa meno male rispetto al tabacco o all'alcool o al gelato al pistacchio,
    Semmai enfatizzare le svariate possibilita' che questa pianta potrebbe offrire praticamente in ogni settore venisse impiegata, da quello sanitario a quello commerciale e soprattutto che anche a livello sociale non presenta pericoli reali.

    E' solo rendendo consapevoli il maggior numero di individui possibili che si potra' avere una qualche spinta che possa determinare un cambiamento, anche se per questo ci vorra' del tempo.

    comunque hai ragione yomi, bisogna cominciare a muoversi, quello che e' difficile e' il fatto che paradossalmente non c'e' molta aggregazione nel settore che e' in pratica compartimentato e non c'e' quasi nessuna coordinazione.
    In pratica non c'e' un vero movimento, una corrente compatta che parli a voce univoca, ma tante voci che tirano acqua al proprio mulino magari anche pensando di averne ragioni, certo e' che l'impatto potrebbe e dovrebbe essere diverso per poter sperare che le cose cambino.
    Ultima modifica di moran; 13-09-18 alle 10:47

  9. #19
    Data Registrazione
    Oct 2015
    Messaggi
    1,540
    Mentioned
    275 Post(s)
    non conosco persone, anche tra quelle che consumano cannabis, che vedano chiaramente il problema dell'alcool al giorno d'oggi. anche chi mi conosce da quindici anni non può evitare un espressione un po' sdegnata quando ti fai una canna al mattino. certo, bere alle 11 di mattina ad un battesimo in cui tutti vengono con la macchina trasportando la propria prole è però fonte di gioia e sorrisi e nessuno spreca un pensiero. mi è capitato lungo la riva di un lago di essere male apostrofato perché mi sono acceso un onesto cannone in un contesto in cui stavo solo, molto lontano da persone e immerso nella lettura in silenzio. da chi? beh, da cinquantenni "wild" che dopo aver scolato una bottiglia di vino bianco in due sono allegramente saliti sulla moto.

    era una battaglia difficile quando la gente ascoltava.

    un movimento vero e proprio, serio e di divulgazione, qui in italia non c'è mai stato. non c'era quando esisteva la "sinistra" e non era ancora un ricordo, figurati adesso che le persone hanno paura a sostenere di votare PD per evitare le shitstorm degli Indignati di sto cazzo che ti danno del renziano comunista (un binomio ingiustificabile da qualunque essere senziente). io mi sento estremamente solo, non è (più) una battaglia ad armi pari e in questo la lega fa egregiamente proprio la peggio becera destra: quella che usa la cannabis come scusa per ridurre all'isolamento elementi "sgraditi" del contesto sociale: negri, capelloni, froci, POVERI. un ministro dell'interno che non ha fatto un cazzo di niente ma che ha portato un popolo a pensarla come lui pronto a giustificare qualunque atto di sputare sullo stato di diritto. mancano 50 milioni? chi se ne frega, sò stati quelli prima. e il consenso si impenna.

  10. #20
    Data Registrazione
    Nov 2013
    Messaggi
    7,965
    Mentioned
    1134 Post(s)
    concordo con il tuo scoramento green, al 100% ed e' proprio perche' viviamo in un paese dove questo genere di assurdita' possono accadere di continuo che credo si debba rivolgere le residue energie per lottare in favore di una migliore informazione e consapevolezza a cui devono poter accedere tutti indipendente dal loro pensiero o ideologia iniziale.
    Conoscere aiuta non poco ed e' determinante nei confronti.
    E' difficile convincere qualcuno a cambiare idea, molto difficile se ci si rivolge ad un ignorante ma praticamente impossibile se si e' ignoranti.
    E sotto questo aspetto non c'e' da essere per niente ottimisti purtroppo...

Pagina 2 di 4 PrimaPrima 1234 UltimaUltima

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  

Questo sito utilizza cookies di analytics su dati esclusivamente aggregati e cookies di terze parti per migliorare l'esperienza dell'utente tramite plugin sociali e video.
Cliccando su oppure continuando la navigazione sul sito accetti i cookies. Per l'informativa completa clicca qui.