Pagina 2 di 3 PrimaPrima 123 UltimaUltima
Risultati da 11 a 20 di 22

Discussione: Futuristi Vs Tradizionalisti

  1. #11
    agro_DELETE è offline Cancellato su richiesta dell'utente
    Data Registrazione
    May 2017
    Messaggi
    0
    Mentioned
    2 Post(s)
    Se il dualismo cartesiano e’ la caratteristica della scienza e della tecnologia, la modernita’ dei futuristi, il monismo come ad esempio il tao credo rapprenti i tradizionalisti, o postmoderni.

    Ad esempio i greci erano affascinati dalle estremita’, cioe’ distinguere e differenziare le cose in modo da dar luogo a definizioni, per i greci il pensare che esistano nello stesso tempo due cose contemporaneamente che si negano non e’ possibile, per questo hanno la meta-fisica.

    Mentre dice il taoista, non credo alla fascinazione dell’ estremita’ neanche se essa ripresenti la verita’, tutto e’ equivoco, il che minacciava il logos nel suo intimo, e la sua univocita’.

  2. #12
    Data Registrazione
    Dec 2017
    Località
    Eremo sempre verde
    Messaggi
    1,135
    Mentioned
    91 Post(s)
    In molti dissero o scrissero che la conoscenza porta sofferenza,un motivo ci sarà? La ricerca smodata del conoscere,ma non poter avere il controllo su niente,perchè siamo esseri fallibili,a che ci porterà?....spesso mi pongo domande a cui non potrò mai avere risposte e cerco una sola cosa,la verità,ma come sa da fà?
    Bisognerebbe accontentarsi,come dice groow vivere d amore,ma la nostra curiosità tende a voler di più.

    Ps. Ho trovato una foto di moran che dopo essersi fumato due di troppo,va in cerca della gnosi

    [Only registered and activated users can see links. ]
    I need green revolution

  3. #13
    agro_DELETE è offline Cancellato su richiesta dell'utente
    Data Registrazione
    May 2017
    Messaggi
    0
    Mentioned
    2 Post(s)
    Citazione Originariamente Scritto da L'Eremita del Bosco Visualizza Messaggio
    In molti dissero o scrissero che la conoscenza porta sofferenza,un motivo ci sarà? La ricerca smodata del conoscere,ma non poter avere il controllo su niente,perchè siamo esseri fallibili,a che ci porterà?....spesso mi pongo domande a cui non potrò mai avere risposte e cerco una sola cosa,la verità,ma come sa da fà?
    Bisognerebbe accontentarsi,come dice groow vivere d amore,ma la nostra curiosità tende a voler di più.

    Ps. Ho trovato una foto di moran che dopo essersi fumato due di troppo,va in cerca della gnosi

    [Only registered and activated users can see links. ]
    Gia' ho visto questa rappresentazione, come si chiama?, beh anch'io ne fumo qualcuno in piu' a volte

  4. #14
    Data Registrazione
    Apr 2012
    Località
    Valsusa
    Messaggi
    7,785
    Mentioned
    798 Post(s)
    La Gnosi..... Lagnosi , nel senso di "Lagna: Lamento fastidioso e insistente, piagnisteo."
    Si in effetti questo mondo è pieno di lagnosi. E oltretutto la lagna, è fisiologica nel neonato fino ai tre anni.
    Diventa patologica, in età adulta, ed insieme alla paura, è strumento di controllo nelle mani dei poteri forti (chi ha soldoni).
    Madonna la GP , mi attiva certi endocannabinoidi ....
    Hidden Content

    "Rammentiamoci sempre che ogni qualvolta lasciamo scritto qualcosa,si lascia solo delle parole messe li,ognuno poi le interpreta come vuole,non é la stessa conversazione fatta faccia a faccia .." cit. Dantep

  5. #15
    Data Registrazione
    Dec 2017
    Località
    Eremo sempre verde
    Messaggi
    1,135
    Mentioned
    91 Post(s)
    Non lo sò,ma penso sia una rappresentazione alchemica in cui l alchimista va in cerca della vera conoscenza....la conoscenza intangibile e superiore,preclusa a noi semplici mortali....oppure è uno che si è fatto troppi trip ahahah
    I need green revolution

  6. #16
    Data Registrazione
    Oct 2018
    Messaggi
    15
    Mentioned
    0 Post(s)
    non verrà la guerra civile, l'unica rivoluzione(molto lenta) è culturale.

  7. #17
    Data Registrazione
    Nov 2018
    Messaggi
    57
    Mentioned
    10 Post(s)
    Citazione Originariamente Scritto da agro_DELETE Visualizza Messaggio
    Il futurismo non poteva che nascere in italia
    Paese volto al passato
    Nel modo piu’ assoluto ed esclusivo
    E dove e’ di attualita’ solo il passato.

    Di Palazzeschi.


    -Vorrei condividere questa mia vecchia idea sul mondo attuale, e di come potrebbe evolversi nel prossimo futuro, spero di non sembrare troppo presuntuoso, forse sono solo i deliri di un pazzo.

    -Sui tradizionalisti, rappresentati da rousseau, ho scritto gia’ qualcosa in altri post, sui futuristi accenero’ qualcosa brevemente. I suoi temi sono polemica contro la tradizione romantica e simbolista (specie droghe e poeti maledetti che tutti conosciamo), infatti tra i primi proclami marinettiani il manifesto “uccidiamo il chiaro di luna”. Per una rottura con il passato, farne una tabula rasa, e l’adesione brutale, acritica alla civilta’ tecnologica, la mistica del super-uomo, e del mito prometeico. Che mira alla conquista totale della terra e del cielo contro Dio.

    -Il futurismo presenta tratti in comune con il fascismo: attivismo, irrazionalismo dei fini, esaltazione della guerra. Ma anche differenze: contro lo stato e la gerarchia.

    -Bene, detto questo la mia teoria di fantapolitica e’ la seguente… che si contendano l’europa movimenti conservatori (oligarchi cinesi e russi) che potrebbero ad esempio appoggiare salvini, e movimenti piu’ democratici (stati uniti ed inghilterra) appoggiare i 5 stelle, ora Dio non voglia che guerra civile abbia mai luogo, ma che vedrebbe nel breve tempo una vittoria della lega nazionale, mentre sul lungo periodo quella definitiva dei 5 stelle.

    Ciaooo
    EUROPA ELEZIONI ANTICIPATE IN AUSTRIA
    Legami sospetti tra il vicecancelliere e i russi: in frantumi la coalizione di governo a Vienna
    I want to be free, just me

  8. #18
    Data Registrazione
    Jul 2019
    Messaggi
    9
    Mentioned
    4 Post(s)
    Ciao ragazzi! Sono nuovo del forum ma magari qualcuno già mi conosce!
    Adoro parlar di etica, meno di politica, ho smesso di interessarmi a 16 anni ad essa, ora ne ho 28.
    Sono buddista e smisi di interessarmi alla politica quando (a 16 anni per l'appunto) compresi il problema del signoraggio bancario; vi invito ad informarvi. Iniziai a comprendere e vedere da allora la vita sociale e le sue regole come uno scherzo.

    Vi espondo dopo qualche anno di riflessioni il mio pensiero.
    L'uomo/donna che sia ha bisogno di non troppe cose ne complesse(le persone hanno bisogno di persone, non di cose): a parte le cose classiche(mangiare, bere, dormire, ecc), abbiamo bisogno di dare e ricevere amore e sentirci parte di un gruppo. Fine.
    Non comprendo neanche il significato di liberalismo, libertismo e tutti sti paroloni che non comprendo.
    Forse però sono futuristico molto.
    Tornando a noi, l'uomo ha bisogno di dare e ricevere amore e sentirsi parte di un gruppo.
    Oggi viviamo in un mondo governato dal monetarismo che é: egoista, esteta e democratico.
    Analizzaiamo queste questioni.
    Per il sistema monetario informatevi sul signoraggio bancario.
    Per quanto riguarda l'ambito egoista: l'ego ha preso troppo piede ed abbiamo dato troppo valore ad esso.
    Nel buddismo esiste un concetto chiamato ignoranza, ovvero il non vedere le cose per quello che sono.
    La più grande ignoranza che si può avere per la filosofia buddista é pensare di esistere (identità) o di non esistere affatto. La percezione della nostra identità é artificiosa e se gli si da troppo valore si incorre in grossi problemi personali e sociali. Potete cercare a livello logico ovunque senso alla vostra percezione di identità, non ne troverete senso mai. Se volete aprofondiamo.

    Senza soffermarmi troppo andiamo avanti.
    Esteta.
    Forse conseguenza all'egoismo, tutti non si curano più di etica ed onore; l'importante é come appare.
    L'importante é un frutto bello, non buono; un vestito bello ed alla moda e non di qualità ad un prezzo sensato...ecc
    L'apparenza e l'estetismo impediscono alle persone di vedere la realtà e fanno fermare alle apparenze.

    Democrazia.
    Uno vale uno, a mio avviso la più grande cazzata di sempre.
    L'ugualianza toglie importanza alla disugualianza!
    Se io lavoro 12 ore al giorno ed il mio collega 6, facendo lo stesso lavoro ed allo stesso modo dovremmo prendere uguale? (esempio del cavolo ma rende l'idea)
    É importantissima la disugualianza poiché rende valore alle nostre diversità, la democrazia é per i robot...
    La legge é uguale per tutti....ma tutti non siamo uguali...vabbhe, andiamo avanti.


    Arrivo al fondo del mio ragionamento.
    Come facciamo ad esaudire il bisogno di dar e ricevere amore e sentirci parte di un gruppo?
    Dar e ricevere amore difficilmente lo si fa poiché si é perso il vero significato di amare.
    Troppo egoismo e troppa poca etica.
    "Ha senso dar valore al libero pensiero se non ci viene insegnato a pensare?"
    Maledetti social ed internet...e dire che son perito informatico.
    Andando avanti: il senso di appartenenza ad un gruppo.
    Tralasciando di parlar di calcio o sport o tutte ste cagate da troglodita (scusate i termine); sentirsi parte di un gruppo oggi in un mondo egoista equivale a fare ciò che fanno gli altri.

    Cosa fanno gli altri? fanno ciò che gli é persmesso in media, i rivoluzionari son sempre stati pochi nella storia, dopotutto siamo scimmie e nelle scimmie l'alfa sa cosa é meglio per il gruppo, il gruppo non pensa e segue.
    Cosa é permesso? é permesso ciò che é legale! ma chi decide cosa é legale? hanno davvero interesse ad aiutarci?
    Tutti i problemi sociali per me derivano da uno solo:

    Il problema sociale sintetizzato per me é associare ciò che é percepito normale(quindi ciò che é legale) a ciò che é percepito giusto.

    Si é smesso di pensare qui ragazzi... Si é smesso di ragionare..... di vivere per un'etica e dar peso all'onore.
    Questo é il problema, si sceglie sempre ciò che é facile e piacevole invece a ciò che é giusto. (dopotutto...caxxo me ne frega a me! no?)
    Mi sembra che tutti vogliano diritti e si siano dimenticati dei doveri...sociali, ecologici ma soprattutto personali.
    Poiché non si può aiutare gli altri e comprendere la vita se non si ha prima compreso se stessi attraverso un'introspezione o viaggio spirituale.

    La politica é la rappresentazione del popolo, io non mi interesso di politica, mi interesso di vita.


    vi consiglio un libro: si chiama "Dalai Lama Conosci Te Stesso" a cura di Jeffrey Hopkins; il libro più illuminante, logico e "semplice" mai letto; é sempre sul mio comodino da anni.

    Ora mi chiedo, son futurista o conservatore? Eppure una volta questi valori c'erano, ma sembra di parlar di fantascienza....

    ciao a tutti ed a tutti auguro buon tutto!
    Ha senso dar valore al libero pensiero se non ci viene insegnato a pensare?

  9. #19
    Data Registrazione
    Apr 2012
    Località
    Valsusa
    Messaggi
    7,785
    Mentioned
    798 Post(s)
    Grazie @[Only registered and activated users can see links. ] per il tuo pensiero, da me in larga parte condiviso.
    L'unico appunto è sulla democrazia:
    quella vera non dovrebbe renderci degli automi, tutti uguali è il comunismo.
    Tutti dovremmo avere stessi diritti e doveri, ed esaltare le nostre diversità , come in una bellissima barriera corallina, dove migliaia di specie diverse convivono , vivono, lottano, amano, muoiono.
    Due delle mie frasi preferite: Santana "La religione e la politica sono come la coca e la pepsi, io bevo acqua"
    Dal film Ricomincio da capo, Bill Murray "Oggi è diverso, e tutto ciò che è diverso è bello"

    Buon Enjoint !!!
    Hidden Content

    "Rammentiamoci sempre che ogni qualvolta lasciamo scritto qualcosa,si lascia solo delle parole messe li,ognuno poi le interpreta come vuole,non é la stessa conversazione fatta faccia a faccia .." cit. Dantep

  10. #20
    Data Registrazione
    Jul 2011
    Messaggi
    716
    Mentioned
    34 Post(s)
    Ciao @[Only registered and activated users can see links. ] e ciao a tutti,
    anch'io sono appassionato di filosofie orientali, ma anche di quella cristiana: finchè non c'è un dogma, per me va bene.
    L'ignoranza secondo il buddhismo è la condizione nel quale vivono gli esseri umani, nessuno escluso.
    Il nostro compito è perciò quello di (ri)aprire gli occhi al Risveglio.
    Nel buddhismo c'è un concetto chiamato "vacuità", ovvero ogni cosa è priva di esistenza intrinseca.
    Ogni cosa che c'è dipende da un'altra: siamo tutti legati da un filo invisibile.

    Quando ti accorgi di questo, come fai a tollerare la violenza, l'ingiustizia?
    Viviamo in un miracolo di inesauribile bellezza, che però stiamo rovinando anche a causa della nostra stessa ottusità.
    Se sei buddhista, perciò credi in rinascita e reincarnazione, le teorie darwiniane sono irrilevanti. Io non sono una scimmia, così come nemmeno una scimmia è tale.

    La cosa più importante è considerare la rinascita umana come Preziosa.
    Ed è molto difficile rinascere come esseri umani, è un'opportunità non frequente.
    Pensate solo a quanti animali ci sono al mondo, dagli insetti a quelli più grandi, sono enormemente superiori agli uomini.

    La rinascita umana è Preziosa, appunto, perché noi possiamo scegliere.
    Il delitto vero è che qualcuno si sta mettendo tra noi e la possibilità che abbiamo.
    Ma se noi prendiamo coscienza della posta in gioco, nulla ci può fermare dall'esercitare le nostre prerogative.
    Noi abbiamo uno scopo in questa vita, essere felici e aiutare gli altri ad esserlo.
    Tutto il resto è inquinamento, tutto il resto è deviazione.
    Ci sono forze contrarie che si oppongono, ma la forza dell'Amore è quella più forte.
    Non è retorica.
    Per quanto riguarda la conoscenza, noi sappiamo già tutto.
    Solo che non ce lo ricordiamo.

    Buona giornata Enjointers!
    Hidden Content Originariamente Scritto da Pawan Kumar - ASCIA Hidden Content
    adesso li facciamo ballare con un'altra musica, la nostra, quella della Verità.

Pagina 2 di 3 PrimaPrima 123 UltimaUltima

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  

Questo sito utilizza cookies di analytics su dati esclusivamente aggregati e cookies di terze parti per migliorare l'esperienza dell'utente tramite plugin sociali e video.
Cliccando su oppure continuando la navigazione sul sito accetti i cookies. Per l'informativa completa clicca qui.