Pagina 1 di 3 123 UltimaUltima
Risultati da 1 a 10 di 22

Discussione: Futuristi Vs Tradizionalisti

  1. #1
    agro_DELETE è offline Cancellato su richiesta dell'utente
    Data Registrazione
    May 2017
    Messaggi
    0
    Mentioned
    2 Post(s)
    Il futurismo non poteva che nascere in italia
    Paese volto al passato
    Nel modo piu’ assoluto ed esclusivo
    E dove e’ di attualita’ solo il passato.

    Di Palazzeschi.


    -Vorrei condividere questa mia vecchia idea sul mondo attuale, e di come potrebbe evolversi nel prossimo futuro, spero di non sembrare troppo presuntuoso, forse sono solo i deliri di un pazzo.

    -Sui tradizionalisti, rappresentati da rousseau, ho scritto gia’ qualcosa in altri post, sui futuristi accenero’ qualcosa brevemente. I suoi temi sono polemica contro la tradizione romantica e simbolista (specie droghe e poeti maledetti che tutti conosciamo), infatti tra i primi proclami marinettiani il manifesto “uccidiamo il chiaro di luna”. Per una rottura con il passato, farne una tabula rasa, e l’adesione brutale, acritica alla civilta’ tecnologica, la mistica del super-uomo, e del mito prometeico. Che mira alla conquista totale della terra e del cielo contro Dio.

    -Il futurismo presenta tratti in comune con il fascismo: attivismo, irrazionalismo dei fini, esaltazione della guerra. Ma anche differenze: contro lo stato e la gerarchia.

    -Bene, detto questo la mia teoria di fantapolitica e’ la seguente… che si contendano l’europa movimenti conservatori (oligarchi cinesi e russi) che potrebbero ad esempio appoggiare salvini, e movimenti piu’ democratici (stati uniti ed inghilterra) appoggiare i 5 stelle, ora Dio non voglia che guerra civile abbia mai luogo, ma che vedrebbe nel breve tempo una vittoria della lega nazionale, mentre sul lungo periodo quella definitiva dei 5 stelle.

    Ciaooo

  2. #2
    Data Registrazione
    Nov 2014
    Messaggi
    2,694
    Mentioned
    385 Post(s)
    Spero arrivino gli esfeni prima e i volm poi.
    Forse così riusciremo a ritrovare quel po' di umanità che pare essersi persa nella finanza universale su cui regge il mondo e che crea sproporzioni inaccettabili e scempi di diversa natura che possono concretamente portarci molto vicino all'estinzione della specie.

  3. #3
    agro_DELETE è offline Cancellato su richiesta dell'utente
    Data Registrazione
    May 2017
    Messaggi
    0
    Mentioned
    2 Post(s)
    Citazione Originariamente Scritto da mozart Visualizza Messaggio
    Spero arrivino gli esfeni prima e i volm poi.
    Forse così riusciremo a ritrovare quel po' di umanità che pare essersi persa nella finanza universale su cui regge il mondo e che crea sproporzioni inaccettabili e scempi di diversa natura che possono concretamente portarci molto vicino all'estinzione della specie.
    Beh ti capisco, comunque credo che il liberismo, come l'abbiamo conosciuto sia finito, almeno in europa.

  4. #4
    Data Registrazione
    Nov 2014
    Messaggi
    2,694
    Mentioned
    385 Post(s)
    per come la vedo io si tratta solo di parole, terminologie e teorie ma dal punto di vista di un pragmatico quale mi ritengo il mondo in fondo non e' mai cambiato se non in peggio.
    Mentre sono certamente cambiati i mezzi che l'essere umano ha avuto strada facendo a disposizione che sono sempre stati usati nello stesso assurdo modo se non in pochissime eccezioni.
    I danni che ad oggi siamo in grado di infliggere purtroppo sono proporzionali a questi mezzi e se non cambia lo spirito e la consapevolezza di chi puo' usarli e determinarne l'uso da parte delle masse non credo che le cose possano andare avanti per molto ancora, non così, senza che in molti ne paghino il prezzo comunque la pensino o a qualsiasi religione credo o ideologia appartengano .
    Ultima modifica di mozart; 29-07-18 alle 18:56

  5. #5
    agro_DELETE è offline Cancellato su richiesta dell'utente
    Data Registrazione
    May 2017
    Messaggi
    0
    Mentioned
    2 Post(s)
    Citazione Originariamente Scritto da mozart Visualizza Messaggio
    per come la vedo io si tratta solo di parole, terminologie e teorie ma dal punto di vista di un pragmatico quale mi ritengo il mondo in fondo non e' mai cambiato se non in peggio.
    Mentre sono certamente cambiati i mezzi che l'essere umano ha avuto strada facendo a disposizione che sono sempre stati usati nello stesso assurdo modo se non in pochissime eccezioni.
    I danni che ad oggi siamo in grado di infliggere purtroppo sono proporzionali a questi mezzi e se non cambia lo spirito e la consapevolezza di chi puo' usarli e determinarne l'uso da parte delle masse non credo che le cose possano andare avanti per molto ancora, non così, senza che in molti ne paghino il prezzo comunque la pensino o a qualsiasi religione credo o ideologia appartengano .
    Beh, hai aggiunto tu quello che mi sono dimenticato di aggiungere io, segno che ormai i discorsi sono questi. Comunque ho detto che era finito il liberismo, ma l'impatto importante oltre l'etica e della finanza, e' quello sull'ambiente dovuto all'uso massiccio di tecnologia sia con l'atomica, sia con l'industria...ma penso che quest'ultimo problema sia l'uomo la causa, penso che la modifica dell'ambiente si funzionale alla sopravvivenza della specie e sia connaturato a tutti gli esseri viventi, diciamo che l'uomo ha avuto troppo successo per nostra fortuna. Certo se non troviamo un mezzo piu' ecologico, ammesso che sia possibile corriamo seri rischi sul continuo della nostra stessa sopravvivenza. Penso in definitiva che la terra in fondo dopo un po' riprendera' la suo normale ciclo...ciaooo



    Ps
    La cannabis come alre piante psicotrope giunte sino a noi secondo me ci indica due cose paradossali secondo il proibizionismo, ma che in realta' non lo sono cioe' che vivono e hanno avuto il loro successo evolutivo grazie alla simbiosi proprio con l'essere umano.
    L'essere umano ha bisogno di piante stupefacienti, in modo diverso sin dalla sua comparsa sul pianeta, e tali piante hanno bisogno dell'uomo per sopravvivere...il discorso sarebbe interessante ma ne conosco meno di te sicuramente.
    Ultima modifica di agro_DELETE; 30-07-18 alle 00:54

  6. #6
    Data Registrazione
    Dec 2017
    Località
    Eremo sempre verde
    Messaggi
    1,139
    Mentioned
    91 Post(s)
    Ciao argo,ogni volta che arrivi partono discorsoni
    Non ho capito una cosa,quando parli dei tradizionalisti dai questa definizione"superamento dei limiti e diventare come Dio"...pessapoco dici così,ho inteso male? Quella non è la definizione di futurista?
    Da un pò mi son fissato sulla Bibbia,discorsi di salvezza,bene e male,Dio vs satana ecc...secondo te prometeo per certi aspetti può essere paragonato all avversario lucifero?....io lo vedo da per tutto,la simbologia del drago è presente in ogni cultura ,dalle americhe all asia...e ad oggi nella cultura di massa ,dalla musica,ai film....bo sarà che son paranoico e come diceva Napoleone "la religione è l oppio dei popoli"...allora son drogato duro ,ma voglio credere in qualcosa di meglio,magari son solo un illuso,ma voglio crederci.
    Tornando al discorso politico la penso un pò come mozart,ovvero si possono mettere tutte le etichette che si vuole,definire ogni cosa in uno o più modi.A mio parere è impossibile poi attuare ciò,perchè l uomo è una creatura complessa e imprevedibile,non ci sono 2 uomini uguali nel mondo,pertanto mettere paletti e dare definizioni è cosa limitante e astrusa.
    Credo anche che il denaro da sempre corrompe l uomo e che le cose da Babilonia ad oggi non siano mai cambiate, l uomo prima o dopo commette sempre gli stessi errori.
    Noi occidentali viviamo in un' epoca d oro,per modo di dire,abbiamo tutto a portata di mano e subito,ma per quanto potrà durare ciò se continuiamo così?l ecosistema è altamente alterato e propenso verso la distruzione per alimentarci,non dico oggi o domani,ma magari tra 100 o 500 anni a che punto arriveremo?voi pensate che cambierà qualcosa in meglio o peggio? Scusate se vado di palo in frasca con un minestrone di tutto
    I need green revolution

  7. #7
    Data Registrazione
    Sep 2012
    Località
    Nei pressi di un arcobaleno
    Messaggi
    4,128
    Mentioned
    662 Post(s)
    Dobbiamo iniziare ad elevarci in un piano spirituale più alto.
    Uscire dai dogma religiosi e fondare la nostra vita più sull'amore concreto "voluto" (quello presente nella nostra anima), che sull'amore "indotto" (quello richiesto da una qualsiasi fede religiosa).
    Credo che oggi sia deleterio per tutti, riconoscersi in un dio, di cui nulla si sa e tanto si è inventato......
    Bisogna iniziare a credere un po più in noi stessi e nel nostro vicino di casa, e magari l'uno aprirsi all'altro e insieme a tutti gli altri.
    Vedo (augurandomi che sia davvero così) un mondo restituito alla natura stessa del pianeta, dove l'uomo è solamente un viaggiatore di passaggio, che chiede ospitalità, restituendo amore e lasciando ogni cosa come l'ha trovata.
    Dio non esiste perché non l'ho mai visto, e sinceramente non m'interessa preoccuparmi se c'è o non c'è. L'importante che vi sia io è gli altri intorno a me, anche se a volte per colpa di "certi altri" vorrei stare da solo per il resto della mia vita.
    So solo che isisto io, e sono cosciente che dentro questo involucro che chiamiamo corpo, c'è ben altro di più spirituale e profondo......
    Non voglio più guerre, perché so fare la guerra, ma voglio solo amore, perché sono fatto di amore....
    Vorrei un mondo libero, dove si possa scegliere come vivere e come morire, lo vorrei senza religioni e senza partiti politici, perché ne ho visto il loro fallimento....
    Vorrei un mondo senza confini e senza stati, ma un unico pianeta libero da percorrere a proprio piacimento.....
    Vorrei essere l'abitante perfetto di questa terra, ma questo so che non accadrà mai, perciò come ultima mia richiesta, vorrei che quel gruppo di "alieni" come gli chiamiamo oggi, ritornino e mi portino via da dove mi hanno sottratto.....e forse li riusciremo finalmente ad imparare a vivere.

  8. #8
    agro_DELETE è offline Cancellato su richiesta dell'utente
    Data Registrazione
    May 2017
    Messaggi
    0
    Mentioned
    2 Post(s)
    Citazione Originariamente Scritto da L'Eremita del Bosco Visualizza Messaggio
    Ciao argo,ogni volta che arrivi partono discorsoni
    Non ho capito una cosa,quando parli dei tradizionalisti dai questa definizione"superamento dei limiti e diventare come Dio"...pessapoco dici così,ho inteso male? Quella non è la definizione di futurista?
    Da un pò mi son fissato sulla Bibbia,discorsi di salvezza,bene e male,Dio vs satana ecc...secondo te prometeo per certi aspetti può essere paragonato all avversario lucifero?....io lo vedo da per tutto,la simbologia del drago è presente in ogni cultura ,dalle americhe all asia...e ad oggi nella cultura di massa ,dalla musica,ai film....bo sarà che son paranoico e come diceva Napoleone "la religione è l oppio dei popoli"...allora son drogato duro ,ma voglio credere in qualcosa di meglio,magari son solo un illuso,ma voglio crederci.
    Tornando al discorso politico la penso un pò come mozart,ovvero si possono mettere tutte le etichette che si vuole,definire ogni cosa in uno o più modi.A mio parere è impossibile poi attuare ciò,perchè l uomo è una creatura complessa e imprevedibile,non ci sono 2 uomini uguali nel mondo,pertanto mettere paletti e dare definizioni è cosa limitante e astrusa.
    Credo anche che il denaro da sempre corrompe l uomo e che le cose da Babilonia ad oggi non siano mai cambiate, l uomo prima o dopo commette sempre gli stessi errori.
    Noi occidentali viviamo in un' epoca d oro,per modo di dire,abbiamo tutto a portata di mano e subito,ma per quanto potrà durare ciò se continuiamo così?l ecosistema è altamente alterato e propenso verso la distruzione per alimentarci,non dico oggi o domani,ma magari tra 100 o 500 anni a che punto arriveremo?voi pensate che cambierà qualcosa in meglio o peggio? Scusate se vado di palo in frasca con un minestrone di tutto
    Ciao eremita, io non mi sono espresso bene. Ma i futuristi sarebbero coloro che vogliono mettersi al posto di dio per i tradizionalisti, perche' i tradizionalisti vedono nel dare la precedenza principio della tecnica e della scienza, il peccato di hybris, cioe' mettersi al di sopra del cosmo e della divinita' della natura, o di dio. Ad esempio modificare geneticamente gli esseri viventi, oltre che eticamente sbagliato potrebbe comportare in caso di errori danni incalcolabili.

    Ho studiato un po' la bibbia, per 6 mesi ma non credo che l'essere umano sia in se' di natura cattivo, almeno non quanto satana, credo che ci si possa sempre redimere. Certo secondo chi e' religioso la predilezione dell'uomo nel trasgredire le regole divine da adamo in poi e' noto, ricordo anche quando voleva erigere la torre di bebele, la distruzione di gomorra, diciamo che satana potrebbe essere il tentatore principe di questo mondo, infatti tento' anche gesu' nel deserto. Un argomento affascinante senza alcun dubbio.

  9. #9
    Data Registrazione
    Apr 2012
    Località
    Valsusa
    Messaggi
    7,836
    Mentioned
    813 Post(s)
    Io credo bisogni partire innanzitutto da un presupposto:
    le sacre scritture, a qualsiasi religione appartengano, sono pensate, scritte, redatte, e nei secoli rilette, ripensate e redatte nuovamente, da esseri umani.
    Quindi, non sappiamo con precisione davvero nulla, di quanto sia successo realmente e quanto invece sia inventato; come i vangeli apocrifi, cioè "non adatti alla divulgazione del Credo", per decisione di chi? Di altri esseri umani ....

    Perciò quello che dice Groow è sacrosanto: dobbiamo risvegliare lo spirito umanitario che c'è in noi, quel sentimento sociale che secondo Hadler è in ognuno di noi dalla nascita, e deve essere nutrito con una educazione sana.
    Che è poi quello che molte discipline buddiste e meditative cercano: l'illuminazione non è altro che il superamento dei propri problemi, il soddisfacimento di tutti i bisogni personali, per arrivare naturalmente a dedicarsi ai problemi e bisogni degli altri.
    Questo dovremo cercare in ogni modo di ottenere, altrimenti temo che il futuro sarà dei futuristi senza anima, o dei tradizionalisti senza cuore. Ecco, potremo vederci come "Ragionisti" , cioè coloro che usano il Cervello (che organo meraviglioso è??) per collegare l'Anima e il Cuore...

    Hidden Content

    "Rammentiamoci sempre che ogni qualvolta lasciamo scritto qualcosa,si lascia solo delle parole messe li,ognuno poi le interpreta come vuole,non é la stessa conversazione fatta faccia a faccia .." cit. Dantep

  10. #10
    Data Registrazione
    Nov 2013
    Messaggi
    7,876
    Mentioned
    1127 Post(s)
    Io ho la gnosi...c'entra qualcosa? :

Pagina 1 di 3 123 UltimaUltima

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  

Questo sito utilizza cookies di analytics su dati esclusivamente aggregati e cookies di terze parti per migliorare l'esperienza dell'utente tramite plugin sociali e video.
Cliccando su oppure continuando la navigazione sul sito accetti i cookies. Per l'informativa completa clicca qui.