Pagina 1 di 2 12 UltimaUltima
Risultati da 1 a 10 di 16

Discussione: Silk Road, Tor e Bitcoin: una questione molto politica

  1. #1
    Data Registrazione
    Oct 2015
    Messaggi
    343
    Mentioned
    105 Post(s)
    Ciao bella gente,

    volevo condividere con voi questo documentario (ben fatto) perché a mio avviso oltre alla storia in sé si parla del futuro che ormai sta per arrivare dove la tecnologia prenderà un ruolo sempre più rilevante, anche come mezzo necessario nella lotta alla disuguaglianza sociale e per la propria libertà.
    Nel documetario si parla della nascita e morte di Silk Road, un sito presente solo nel Deep Web e accessibile solo con Tor Browser dove utilizzando Bitcoin potevi acquistare droga e armi comodamente da casa e in completo anonimato, l'Amazon delle droghe. Ma questa è solo la veste superficiale perché sotto c'era molta politica e filosofia che si è tradotta in uno spazio di anarchia.
    Ed è per questo motivo che lo pubblico in questa stanza, perché a mio avviso questa vicenda è soprattutto una questione politica. Infatti la sentenza è stata fortemente influenzata da un senatore.. il Sistema ha fatto ben capire che nessuno può alzare la testa dallo schema che hanno deciso, un po' come al G8 di Genova..
    ma la ribellione non si ferma mai..

    Comicia cosi:
    " Questa non è più l'epoca dell'industria.
    Fondalmentalmente ci troviamo in un'epoca tecnologica.
    I fascisti hanno i mezzi. Ma noi abbiamo l'immaginazione.
    Stiamo creando gli strumenti per riprenderci la sovranità.
    Quando realizziamo un gigantesco vaffanculo al sistema,
    si spezza quella morsa sugli strumenti di potere che viene usata contro di noi.
    I fascisti usano sempre la favoletta del
    "siamo i cavalieri bianchi che proteggono dalle minacce. Arriviamo e rimuoviamo l'oscurità con la luca più pura."
    E' una favoletta falsa perché in quesi castelli c'è corruzione.
    La base reale del potere l'abbiamo noi.
    Noi siamo l'oscurità."

    buona visione..


    [Only registered and activated users can see links. ]
    In un mondo in cui niente è quel che sembra devi guardare oltre. - K.S.

  2. #2
    Data Registrazione
    Oct 2015
    Messaggi
    343
    Mentioned
    105 Post(s)
    "Quando realizziamo un gigantesco vaffanculo al sistema,
    si spezza quella morsa sugli strumenti di potere che viene usata contro di noi."

    Questo rappresenta il Bitcoin.. UN GIGANTESCO VAFFANCULO AL SISTEMA!

    E' come se una scoperta enorme come i vaccini venisse regalata all'umanità, senza segreti, a disposizione di chi vuole continuare a svilupparla.

    La rivoluzione è nell'algoritmo che sta alla base del bitcoin, la Blockcain ([Only registered and activated users can see links. ]).
    La cosa bella è che quando Satoshi Nakamoto ha "infettato" la rete con questo algoritmo, ha creato un processo irreversibile.
    In un mondo in cui niente è quel che sembra devi guardare oltre. - K.S.

  3. #3
    Data Registrazione
    Sep 2017
    Messaggi
    1,325
    Mentioned
    204 Post(s)
    Molto interessante grazie Ashistaka! Me lo guarderò appena sono a casa.

  4. #4
    Data Registrazione
    Oct 2015
    Messaggi
    1,518
    Mentioned
    271 Post(s)
    bravo, interessante, lo avevo già visto e ne consiglio la visione. non ho mai comprato nulla dal deep web né posseduto criptovalute ma una volta mi sono iscritto per gioco con dati fasulli a un mercato abbastanza noto nell'era del dopo silk road e c'è da dire che per me è abbastanza shockante poter comprare amnesia haze al kg. era hansamarket, non li ho cercati ma credo ci fossero principalmente droghe, niente sicari, prostitute, schiavi, lanciarazzi come è comunque realtà in alcuni siti che non avrei nemmeno idea di come raggiungere. conosco amici di amici che transano abbastanza regolarmente e comprano fumo ed è sempre arrivato tutto regolarmente e nessuno ha avuto problemi. c'è un mondo intero ed è legato a doppio filo alle criptovalute e a cosa hanno significato ai loro albori: appunto la libertà di fare le cose out of the grid che è intrinsecamente interessante in un contesto in cui il "sistema" controlla ogni cosa.

  5. #5
    Data Registrazione
    Oct 2015
    Messaggi
    343
    Mentioned
    105 Post(s)
    La cosa bella di questo documentario è che si incrociano diversi argomenti cruciali.

    Il Sistema, che ancora tiene in piedi questa macchina del proibizionismo con i costi enormi che ne comporta (se poi pensiamo alla DEA..) e il bagno di sangue che ne consegue.. uno dei propositi di Silk Road era diminuire la violenza nei luoghi fisici di spaccio, cosa che poi si è realizzata.. La cosa triste di questa storia è che a questo povero ragazzo hanno voluto dare una batosta esemplare per la sfrontatezza con cui ha affrontato il Sistema, poi vai a leggere dello scandalo della banca HSBC e ti sale la bestemmia.. il più grande caso scoperto di riciclaggio di denaro sporco derivante dal narcotraffcio è finito con una multa, il comissariamento e con nessun colpevole sfiorato neppure da un'inchiesta.. e si parla di cifre che Silk Road spostati che sei un pivello..

    Si parla di anarchia, un concetto che mi è sempre più caro, ma un po' difficile da affrontare.. semplificando, per me anarchia significa farsi i cazzi propri e pretendere che anche gli altri lo facciano nei tuoi confronti.. ritengo che dove finisce una persona ne cominci un'altra e che questo confine sia sacro. Uno stato dovrebbe garantire le esigenze comuni (sanità, pensione, strade, ecc.) e lasciare perdere le ideologie.. che poi spesso sono armi di distrazione di massa..

    Poi si parla della rivoluzione teconologica dovuta alla crittografia, al Bitcoin e soprattutto la teconologia che lo sostiene.. l'algoritmo conosciuto come Blockchain.
    "La blockchain (letteralmente "catena di blocchi") è una struttura dati condivisa e immutabile. È definita come un registro digitale le cui voci sono raggruppate in "pagine" (dette blocchi), concatenate in ordine cronologico, e la cui integrità è garantita dall'uso di primitive crittografiche. Sebbene la sua dimensione sia destinata a crescere nel tempo, è immutabile in quanto, di norma, il suo contenuto una volta scritto è non più modificabile né eliminabile, a meno di non invalidare l'intera struttura.

    La blockchain è dunque assimilabile a un database distribuito, gestito da una rete di nodi, ognuno dei quali ne possiede una copia privata. Non è richiesto che i nodi coinvolti conoscano l'identità reciproca o si fidino l'un l'altro. Difatti, per garantire la coerenza tra le varie copie, l'aggiunta di nuovo blocco è globalmente regolata da un protocollo condiviso. Una volta autorizzata l'aggiunta del nuovo blocco, ogni nodo aggiorna la propria copia privata: la natura stessa della struttura dati garantisce l'assenza di una sua manipolazione futura.

    Grazie a tali caratteristiche, la blockchain è considerata paragonabile alle banche dati e ai registri gestiti in maniera centralizzata da autorità riconosciute e regolamentate (pubbliche amministrazioni, banche, assicurazioni, intermediari di pagamento, ecc.), e ne rappresenta pertanto un'alternativa in termini di sicurezza, affidabilità e costi."
    [Only registered and activated users can see links. ]
    Anche se questa tecnologia ha appena compiuto dieci anni ancora non è stata pienamente capita la portata dei possibili utilizzi, che vanno molto oltre alle criptomonete. Ad esempio viene sempre più utilizzata nei sistemi informatici per permettere un livello di sicurezza estremamente elevato, questo perché i dati non sono più in solo luogo e devono essere confermati tra loro prima di generare un nuovo blocco.
    In un mondo in cui niente è quel che sembra devi guardare oltre. - K.S.

  6. #6
    Data Registrazione
    Oct 2015
    Messaggi
    343
    Mentioned
    105 Post(s)
    Con le criptomonete si apre un ulteriore capitolo.
    La cosa bella di è che si tratta di un sistema diametralmente oppposto a quello attuale dove i "soldi" sono sono gestiti in un unico posto e sono nostri fino ad un certo punto.. possedere bitcoin significa avere dei soldi su cui un governo centralizzato farebbe fatica a metterci mano.
    Concettualmente non si inventa niente di nuovo, è una moneta di scambio ma con caratteristiche diverse da quelle precenti, per molti aspetti migliori dal punto di vista di chi le possiede.
    L'argomento è un po' complicato perché considerato che siamo ancora in una fase iniziale è necessario capirne i meccanismi tecnologici che stanno alla base per non incorrere in truffe, ma niente che una buona ricerca in internet non possa svelare.
    E' un modo diverso di concepire e gestire il denaro, sempre meno legato alle monete nazionali.
    Ad esempio è stata lanciata una petizione dal comitato olimpico di Tokyo 2020 per utilizzare Ripple come moneta ufficiale, questo per evitare il sovraffolamento degli exchage fisici. In pratica acquisti Ripple dal tuo smartphone comodamente dal divano di casa, vai in Giappone e paghi come fosse una carta di credito senza commissioni di cambio.
    Allo stato attuale non sono riconosciute ufficialmente come monete vere e proprie ma ne è riconosciuto il valore e possono essere scambiate con denaro reale. Ci sono ancora dei problemi tecnologici da superare come la velocità di conferma delle transizioni, il bitcoin ne fa 3 al secondo mentre con una carta di credito siamo a 5000. Ma si tratta di una tecnologia in sviluppo esponziale per cui è ragionevole presumere che molti degli attuali limiti verranno ampiamente superati nei prossimi 5-10 anni.
    In un mondo in cui niente è quel che sembra devi guardare oltre. - K.S.

  7. #7
    Data Registrazione
    Oct 2018
    Messaggi
    15
    Mentioned
    0 Post(s)
    le criptovalute però non sono strettamente legate al mondo del deep web.
    in ogni caso penso che il boom debba ancora avvenire, ed avverà necessariamente

  8. #8
    Data Registrazione
    Nov 2014
    Messaggi
    2,636
    Mentioned
    382 Post(s)
    Purtroppo qualsiasi sistema che contiene una qualche forma di liberta' deve necessariamente pagare il prezzo di una certa vulnerabilita' ma penso che valga la pena correre questo tipo di rischio nel senso che un po' di sicurezza in meno anche solo per un briciolo di liberta' in piu' sia una cosa positiva.
    Non credo pero' che le criptovalute appartengano fino in fondo a questa categoria di sistemi, ne hanno solo le sembianze ma alla fine sono controllabili tanto quanto i sistemi bancari che regolano le nostre economie e i nostri movimenti.
    Il mezzo piu' libero resta certamente la libera circolazione del denaro stampato per cui si sono inventati pericoli e rischi che in realta' esistono anche e il controllo esercitato dai poteri forti sui flussi attraverso le leggi e le sempre maggiori limitazioni sono in grado di colpire o controllare solo chi non si puo' permettere l'elusione degli stessi, mentre a chi e' in grado di causare i veri danni paventati per cui sono stati adottati quei provvedimenti quei controlli e quelle limitazioni fanno poco o niente.
    Quindi si trasforma tutto in un gigantesco controllo di massa che tende a mantenere lo status quo e possibilmente favorirne uno sviluppo verso i vertici della piramide sociale.

    Per questo penso che le criptovalute alla fine siano solo fumo negli occhi, un'illusione che si trasformera' presto, oppure e' solo un grosso business (per chi? bisognerebbe chiedersi) di cui ancora non sono chiari molti aspetti o almeno io non li ho capiti.

  9. #9
    Data Registrazione
    Aug 2018
    Messaggi
    26
    Mentioned
    1 Post(s)
    Concordo in parte con Mozart.. dove non ci sono regole, dove si concedono certi tipi di libertà, automaticamente chi può se ne approfitta. Il deep web non è altro che una piazza dove non è così facile essere controllati, dove con alcune accortezze si può restare anonimi (ma poi chi lo sa per certo).

    Il problema, come tutti i tipi di libertà eccessiva/anarchia, è l'utilizzo che ne fanno le persone, e il deep web è la prova che l'essere umano ha bisogno di regole. Abbiamo un luogo dove ci sono infinite informazioni, c'è chi diceva che la clean net è solo l'1%, la punta di un iceberg immenso chiamato internet; Eppure anche quest'oasi incontaminata in pochissimo è diventata per la maggiore un covo di cybercriminali, pusher, mercanti neri ecc ecc, e quello non dipende certo dallo strumento ''deep web'', ma dall'utilizzo che ne viene fatto.

    Stessa cosa i bitcoin, e le altre criptomonete, come dice mozart diventano fumo negli occhi, ma lo sono perchè dove c'è sapore di libertà c'è anche chi vuole metterci le mani sopra a tutti i costi. Ed ecco che anche in un mondo nuovo e limpido come questo, nato apposta per contrastare il capitalismo in fondo, nascono speculatori, persone che comprano quantitativi esagerati al fine di controllare i flussi e le flessioni di mercato.. insomma, l'uomo nei suoi comportamenti non si smentisce mai.

    la blockchain e i bitcoin, e anche in buona parte molti di quei siti e di quei mercati in cui è possibile acquistare erba (ad esempio), come qualsiasi oggetto illecito, dovrebbero rappresentare la più grande rivoluzione dei tempi moderni per quello che è il loro potenziale, e invece basta pochissimo tempo perchè un'oasi incontaminata diventi campo di battaglia per i peggiori male intenzionati. Questo è uno dei tanti esempi palesi (per chi ha seguito l'andamento del deep web e delle cryptovalute negli ultimi anni) di come l'anarchia è un sistema assolutamente utopico e impossibile se messo nelle mani dell'uomo.

    Il mio consiglio, davvero meno di 2 cents, è: STATENE ALLA LARGA!

    non tanto dai bitcoin, che comunque senza il sistema tor e tutto quello che c'è dietro sarebbero solo un altro inutile giochino finanziario, ma proprio dal deep web, un luogo che potrebbe essere usato per combattere tutti i mali del mondo e della moderna globalizzazione, ma che invece al giorno d'oggi rappresenta solo un Cyber-Ghetto, il peggiore ''bronx'' che potrete trovare nella rete.

  10. #10
    Data Registrazione
    Oct 2015
    Messaggi
    343
    Mentioned
    105 Post(s)
    Citazione Originariamente Scritto da mozart Visualizza Messaggio
    Purtroppo qualsiasi sistema che contiene una qualche forma di liberta' deve necessariamente pagare il prezzo di una certa vulnerabilita' ma penso che valga la pena correre questo tipo di rischio nel senso che un po' di sicurezza in meno anche solo per un briciolo di liberta' in piu' sia una cosa positiva.
    Vale anche il discorso contrario, qualsiasi sistema volto al controllo racchiude delle vulnerabilità. La ricerca di sistemi un po' più liberi passa da queste vulnerabilità. Un sistema di controllo ha bisogno di essere centralizzato per funzionare bene, nel vertice della piramide tutto deve passare per le mani di poche persone. La rivoluzione della blockchain è che toglie questo controllo centrale, banalmente non c'è un unico server in cui sono raccolti i dati ma sono copiati nei computer di chiunque vuole partecipare in modo attivo. Nel caso di una moneta significa che il tuo denaro è certificato da banche dati sparpagliate ovunque nel pianeta e che vengono incrociate ogni volta che viene fatta un'operazione, il suo valore non è controllabile da nessun governo centrale ma dipende solamente dalle leggi di mercato.


    Citazione Originariamente Scritto da mozart Visualizza Messaggio
    Non credo pero' che le criptovalute appartengano fino in fondo a questa categoria di sistemi, ne hanno solo le sembianze ma alla fine sono controllabili tanto quanto i sistemi bancari che regolano le nostre economie e i nostri movimenti.
    Il mezzo piu' libero resta certamente la libera circolazione del denaro stampato per cui si sono inventati pericoli e rischi che in realta' esistono anche e il controllo esercitato dai poteri forti sui flussi attraverso le leggi e le sempre maggiori limitazioni sono in grado di colpire o controllare solo chi non si puo' permettere l'elusione degli stessi, mentre a chi e' in grado di causare i veri danni paventati per cui sono stati adottati quei provvedimenti quei controlli e quelle limitazioni fanno poco o niente.
    Le criptovalute ormai sono un mondo molto ampio per cui servono moltissimi distinguo. Se parliamo di Bitcoin è da dire che i conti sono tutti pubblici ma gli indirizzi sono privati e sta all'utilizzatore mantenerli così. Per essere anonimi non basta solo utilizzare i bitcoin ma vanno fanno fatti alcuni passaggi partendo da un computer offline.
    Diciamo che il denaro stampato ha il vantaggio di non avere bisogno di elettricità per esistere ma è voluminoso mentre conto segreto in bitcoin lo puoi mettere in un foglio stampato o su una pen drive ma ha bisogno di un dispositivo elettronico per funzionare. Ci vorrebbero entrambi..
    In ogni caso l'anonimato non è la caratteristica più importante e neppure obbligatoria.

    Citazione Originariamente Scritto da mozart Visualizza Messaggio
    Quindi si trasforma tutto in un gigantesco controllo di massa che tende a mantenere lo status quo e possibilmente favorirne uno sviluppo verso i vertici della piramide sociale.
    La grossa sfida sta qua. Il tentativo di controllo di massa è da dare per scontato perché nella storia è sempre stato così MA esiste una spinta che si muove nella direzione contraria. Sta cambiando il nostro concetto di privacy e il modo di gestirla. L'identità digitale se da un lato è un'invasione, dall'altro può essere importante per permettere interazioni tra persone distanti tra loro con la certezza di chi sono gli interlocutori, questo ad esempio permetterà sempre di più alle persone di lavorare comodamente da casa tramite il computer anche per aziende dall'altra parte del mondo.
    Per fare questo serve un uso della tecnologia maturo e con cognizione di causa, per mantenere una sfera personale serve adottare una serie di comportamenti "tecnologici" che semplificando possono essere descritti dal sempre valido "mantenere un profilo basso".. Le tecnologie per mantenere un altissimo livello di anonimato in rete ci sono e si chiamano password solide, criptazione, tor, telegram, signal..

    Citazione Originariamente Scritto da mozart Visualizza Messaggio
    Per questo penso che le criptovalute alla fine siano solo fumo negli occhi, un'illusione che si trasformera' presto, oppure e' solo un grosso business (per chi? bisognerebbe chiedersi) di cui ancora non sono chiari molti aspetti o almeno io non li ho capiti.
    Su questo non sono d'accordo per i seguenti motivi:
    - alla base di tutto non si sta inventando niente di nuovo, sta solo cambiando il modo in cui il denaro viene definito, quantificato e quindi gestito. Quando il meccanismo sarà oliato andremo a pagare e anzichè usare euro, dollaro, visa, mastercard useremo bitcoin, ethereum, cardano... all'atto pratico cambierà di poco.
    - la rivoluzione più importante sta nell'algoritmo blockchain, per come è stato concepito è un sistema estremante solido e più difficle da violare di qualsiasi altro. Infatti già da adesso le sue applicazioni vanno oltre, ad esempio viene utilizzato per certficare la filiera alimentare, o quella di farmaci e vaccini.. per noi si traduce in maggiore trasperenza rispetto ai sistemi di certificazione attuali. Viene utilizzato anche nei sistemi di gestione aziendale perché garantisce un livello di sicurezza sui dati di gran lunga più elevato dei sistemi attuali.
    - sempre grazie alla validità di questo algoritmo il denaro è contabilizzato in modo pressochè incorruttibile e sicuro, ad un livello superiore di quello garantito attualmente dalle banche. Per questo motivo è accettato negli scambi con le monete convenzionali anche se non è ancora formalmente ritenuto tale.
    - sono sempre di più gli stati che stanno spingendo in questa direzione e che hanno in programma di utilizzarle in modo sempre più massiccio e questo porterà il dollaro a non essere più la moneta di riferimento negli scambi di denaro, una bella botta per l'imperialismo americano..
    - anche le aziende che lavorano a livello internazionale stanno usando sempre di più questi sistemi di pagamento perché per molti aspetti sono più pratici in questo contesto.
    - anche se ancora se ne sente parlare poco è una tecnologia che ormai ha compiuto dieci anni di vita e che ancora è stata approfondità poco rispetto alle potenzialità, se è sopravvissuta fino ad adesso è difficile che il suo sviluppo tormini qui. Anzi con l'aumentare dell'attenzione del mercato stanno aumentando le soluzioni tecnologiche che porteranno a superare gli attuali limiti.
    - grazie anche ai suoi dieci anni di vita il Bitcon si sta apprestando a superare uno dei suoi limiti maggiori, la volatilità. Il prezzo di resistenza raggiunto dopo il boom dell'inverno scorso ormai è stabile tanto che negli ultimi due mesi si è dimostrato meno volatile del dollaro. Lo stesso discorso però non vale per la quasi totalità delle delle altre criptovalute, dove al momento è ancora elevata.
    In un mondo in cui niente è quel che sembra devi guardare oltre. - K.S.

Pagina 1 di 2 12 UltimaUltima

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  

Questo sito utilizza cookies di analytics su dati esclusivamente aggregati e cookies di terze parti per migliorare l'esperienza dell'utente tramite plugin sociali e video.
Cliccando su oppure continuando la navigazione sul sito accetti i cookies. Per l'informativa completa clicca qui.