Thanks Thanks:  3
Mi piace Mi piace:  33
Non mi piace Non mi piace:  0
Pagina 2 di 5 PrimaPrima 1234 ... UltimaUltima
Risultati da 11 a 20 di 41

Discussione: Dubbio sulla legalizzazione

  1. #11
    Data Registrazione
    Jul 2019
    Località
    Dipende da tor
    Messaggi
    891
    Mentioned
    35 Post(s)
    I 5 stelle dal giorno delle elezioni ,cioè da quando han preso il 30 % ,hanno commesso tanti di quegli errori che non si può davvero dire che la colpa sia degli altri,e che comunque si sarebbe ritornati ad un bipolarismo ,come è giusto che sia in natura,perché il tripolarismo proprio non si capisce cosa stia a rappresentare,era una cosa facilmente prevedibile,diciamo che era una anomalia necessaria al momento ma che non poteva davvero avere una lunga e prosperosa vita..Io sono convinto che si arriverà ad una liberalizzazione delle droghe leggere,in Italia ci vuole di più,le mafie devono investire in questi settori,si staranno attrezzando,non appena saranno pronte il parlamento fara la sua parte,e noi tutti saremo contenti e soprattutto convinti che la società abbia fatto un passo avanti e invece come al solito,lo avremo preso nel c...,e i mafiosi di turno saranno ancora più ricchi..e' business e ripeto..noi siamo le capre,il sistema è fatto apposta,ti puoi opporre come singolo ,fare anche in gruppo,ma il sistema automaticamente ti mette fuori ,quello che fai non vale un c..o a meno che qualcuno che tira i fili non vuole che succeda..

  2. #12
    Data Registrazione
    Nov 2013
    Messaggi
    8,385
    Mentioned
    1212 Post(s)
    quando sostieni che le sostanze legali come l'alcool e il tabacco fanno grossi danni dici una cosa vera @J.White
    ma credimi ne farebbero dieci volte di piu' se fossero proibite.
    Qualcuno ci ha gia' provato a proibire l'alcool qualche tempo fa...i risultati sono abbastanza noti e la societa' ne sta ancora pagando gli strascichi visto cio' che si e' potuto generare in quel periodo.

    Nessuno e dico nessuno in senso assoluto potrebbe e dovrebbe arrogarsi il diritto e la saccenza di sostenere che una societa' sia o non sia pronta per qualcosa.
    Ci sono prima i diritti che hanno dato origini alle comunita' che dovrebbero essere inalienabili e su cui andrebbe costruito semmai tutto il resto, soprattutto le leggi.
    Diritti per i quali spesso ci sono state delle vittime, ottenuti dopo lotte molto lunghe.
    Bisognerebbe averne memoria e non perdere il rispetto per chi e' venuto prima e ci ha permesso molte cose che probabilmente non avremmo mai avuto.
    Dire che la massa non e' pronta e' molto limitante, massa per quanto mi riguarda e' solo un sinonimo di gregge e finche' le persone non torneranno a considerarsi individui le cose non potranno mai migliorare.
    Fidarsi del prossimo puo' anche esporre a dei rischi, ma il rischio fara' sempre parte della vita degli esseri tutti, qualsiasi sia la strategia adottata, la legge applicata e non c'e' restrizione che tenga.
    Alla fine io preferisco rischiare per qualcosa che ritengo giusto, che possa migliorare, anche di questi tempi riuscire a mantenere una speranza vera mi sembra veramente tanta roba...
    Ultima modifica di moran; 26-01-20 alle 22:59

  3. #13
    Data Registrazione
    Jun 2019
    Località
    Valalha
    Messaggi
    944
    Mentioned
    42 Post(s)
    Io aspetto quel giorno, che avrò 50 60 70 80 90 anni chi lo sa ... ma un cosa e sicura ! Quel giorno andrò a rollarmi un bel JOINT prorio davanti alla questura, a la caserma dei carabinieri, del comune, e caserma militare e poi se ho la fortuna andrò anche a citofonare Salvini ... questo mi basta per sperare, e darmi la forza di credere che ce sempre la luce dopo il buio, e che dopo tanta ignoranza anche un briciolo di testa e di intelligenza magari vedremmo magari realizzato questo sogno ! Mai smettere di credere ... anche se e più facile smettere, Non ce guerra più persa di quella già abbandonata di partenza ^^

  4. #14
    Data Registrazione
    Oct 2017
    Località
    Greenword
    Messaggi
    1,010
    Mentioned
    99 Post(s)
    Questo io non lo so, perché non sono informato su questo, anzi ti invito a darmi l imput per poter leggere e attingere a queste informazioni, poi chissà, magari anche un cambio di veduta...

    Per me non c e cosa migliore della libertà, qualsiasi essa sia, siamo alla ricerca della felicità (falsa felicità), la caccia alla tecnologia, al potere, hai soldi, tutte cose che non servono, stiamo vivendo come se la vita fosse uno sprint, chi arriva primo vince, ma la vita è una maratona a staffetta, o almeno dovrebbe esserlo, vivere più a lungo (non a singolo individuo) per passare la fiaccola alle generazioni successive, per me dovremmo fare un passo indietro, vivere in modo rurale, con quello che la natura ci offre, e questo comprende anche le sostanze, ma noi non siamo questo, viviamo di preconcetti sbagliati e dannosi ( a livello vibrazionale), lavoriamo in un circolo vizioso per arricchire i potenti e intanto paghiamo col nostro tempo (la cosa più importante), se infili le sostanze in questa catena il mondo andrà alle deriva,magari non subito ma immagina quando non ci sarà più qualcuno che ti vieta tali sostanze, pensa ai minorenni che si fanno di ero già ha 16 anni, tu dirai e ma a 16 anni chi te la vende ??
    Io a 15 anni compravo sigarette e alcool come volevo, e non parlo di tanti anni fa, come lo comprano tutt'oggi, i giovani si sdanno e buttano la vita (per come è impostata ora ) nel cesso, per me non è sbagliato morire a 40 anni perché hai il fegato spaccato, se lo decidi te, ben venga, allo stato non frega se è illegale, tanto ci guadagna, e questo fa chiudere molti occhi, il soldo corrompe tutti..
    Cè da dire che lo stato sorride sulla nostra salute, anzi più siamo malati più guadagna, ci sono manipolazioni e inganni sulla società, ho paura che se tutte le droghe fossero libere, saremmo fotutti alla grande dagli stessi che ci rappresentano...
    È vero che se vuoi comprare a nero lo fai uguale, ma non è proprio la stessa cosa, io a 15 anni non sarei mai andato dal pusher a chiedere extasi, coca, keta o crak, non avrei mai avuto la faccia per farlo, se fosse stata legale, magari vedendo persone vicino a me farne uso ( come tabacco e alcool), sarai stato più invogliato...
    Cosa cambia se a 20 compro la coca dallo spaccino o dallo stato ??
    Lo spaccino ti taglia la coca e lo stato no ?? Tuttoggi lo stato ti vende merda, ci sarà sempre chi lo farà, legale o non legale
    Siamo una generazione di malati, i dottori ti vendono le pasticche per il diabete, invece di farti fare attività fisica, ti vende antidepressivi perché sei giù di morale invece di un percorso riabilitativo, ti vende cibo spazzatura perché ci guadagna e poi diventi obeso e/o malato eeee, cazzo devo andare dal medico, sentiamo cosa mi propone...
    Le cose vanno fatte bene, non abbiamo la mentalità per farlo, e chi lo prende in culo siamo sempre noi...
    Sarebbe meglio liberalizzare le droga ?? Si
    Cambierà qualcosa ?? Io non penso...
    Scusa se se ho divago un po, probabilmente dovevo sfogarmi
    Mi scuso preventivamente per ogni dislikes che le mie dita invieranno,non vorrei mai ma non mi accorgo neanche di ciò,piccolo schermo, piccoli tasti :') sorry....

  5. #15
    Data Registrazione
    Apr 2019
    Messaggi
    898
    Mentioned
    87 Post(s)
    molte persone che conosco a 16 facevano uso di eroina, credo di averci avuto i primi contatti anche io a quell'età.
    "il soldo corrompe tutti.." io dico che i soldi lavano le coscienze.
    sul fatto che qualcuno ci guadagni sulla salute della gente e che è fondamentale avere malati, drogati, depressi, alcolisti e pure immigrati non ci piove e questo fa veramente vomitare.
    cosa cambia... cambia tutto!
    in primo luogo sei tutelato, la sostanza deve essere approvata e controllata, quindi se ti compri la brown non schiatti perchè ti sei sparato veleno per sorci.
    se tu vedessi quotidianamente un flaccone di keta al bar o dal tabacchi te lo compreresti? io no! se hai paura che tuo figlio lo compri lo sbaglio forse è tuo, non della società.
    se ti piace pippare la mattina vai al bar prendi caffe 2 pacchetti di sigarette e un grammo di bamba, 60 euro totale, scontrino e cazzi tuoi, tanto oggi fai uguale rivolgendoti a un mercato che mette a rischio la tua salute e quella sociale. il problema non è tu che ti droghi (fai come con l'alcool, non puoi guidare ecc se sei sotto l'effetto, logico) il problema è tutta la merda che c'è dietro ma, a qualcuno fa comodo se esiste ancora.
    togliendo il "gusto del proibito" si toglierebbe anche il fascino della sostanza.
    ci vuole educazione, se poi ci sarà una strage, pace. ci bruciamo una fetta di una generazione che quello voleva, cavoli loro.
    avevano fatto in svizzera a zurigo un esperimento di zona franca ma, andò come supponi tu perchè nato male (la gente andava a farsi lì perchè si poteva... 12000 tossici, un disastro). io intendo libertà totale, la tolleranza ghettizza, mi fa schifo essere tollerato.
    Ultima modifica di padre sereno; 27-01-20 alle 04:14
    l'oratorio di padre sereno
    Hidden Content

  6. #16
    Data Registrazione
    Oct 2017
    Località
    Greenword
    Messaggi
    1,010
    Mentioned
    99 Post(s)
    Allora il problema non è il nero, che tu sia lo stato o che tu sia un delinquente le cose possono essere fatte bene o male, vendere al mercato nero non significa vendere merda, comprare al mercato nero non significa comprare solo merda tagliata, io se compro l erba la compro buona, come potrebbe essere quella coltivata tra di noi, chi mi obbliga a comprare le schifezze ?? Se tutti facessero come me non proverebbero neanche a venderla, sarebbe una produzione inutile...
    Capisco per le sostanze sia un po più complicato, ma se compro 1 grammo di coca la voglio pura, se non è pura la volta dopo non la prendo, e così via per tutto, a me non cambia fondamentalmente se compro dallo stato o dalla mafia, basta che compro roba buona e che sia tutelato a livello amministrativo e penale, forse questo è il problema, il rischio sociale...
    Questo non lo so, noi parliamo in termini relativamente brevi, ma se una sostanza rimane legale ( prendi tabacco e alcool) per tante generazioni poi viene accolta come cultura, cosa normale, il fascino viene a perdere valore è vero ma diventa un lo faccio tanto è normale, come farsi un goccino la mattina con la grappa ma certe sostanze hanno alta dipendenza e creano più danni...
    E non pensiamo che lo stato ti dia solo roba buona, abbiamo fatto una discussione poco tempo fa sugli e.liquid in America, come vedi per arricchire le tasche tramite un prodotto LEGALE si diluisce con sostanze che poi hanno portato al decesso di alcune persone, non ti sembra la stessa cosa che fanno al mercato ??
    Poi che possano esserci benefici con la legalizzazione non lo metto in dubbio, ma fondamentalmente per lo stato che ci guadagna a me fotte sega, per me non dovremmo pagarli neanche una tassa, mandarli in rovina e cambiare il sistema alla radice, i rappresentanti di uno stato devono tutelare il popolo, non succhiarli la vita per fare la bella vita ma questo è impossibile in quanto lo stato siamo noi, è inutile differire le persone che stanno in parlamento come se arrivassero da chissà dove, se nel mondo siamo arrivati dove siamo è solo perché siamo fatti così o ci saremo sviluppati in altri modi...
    Per me dovrebbe esserci anarchia, ognuno il suo, tutto libero, e non significa ammazzarsi a vicenda, ma vivere nel rispetto e nella libertà personale, ma questo non è possibile non è fattibile, le persone sono opportuniste e sempre lo saremo, basta adattarsi alle situazione e poi si sviluppano inganni e raggiri...
    Io ripeto che per me fa più che bene liberare le sostanze, ne ho fatto uso e ora riesco a controllarmi e prendere con consapevolezza senza sputtanarmi la vita, mi piacerebbe poterle comprare e usare in modo sicuro quelle poche volte che ne fo uso,il mio è solo un punto di vista che non coincide con quello che vorrei ma che analizza la situazione sociale, e non significa neanche che abbia ragione, è solo un modo per fare riflessione...
    Mi scuso preventivamente per ogni dislikes che le mie dita invieranno,non vorrei mai ma non mi accorgo neanche di ciò,piccolo schermo, piccoli tasti :') sorry....

  7. #17
    Data Registrazione
    Nov 2013
    Messaggi
    8,385
    Mentioned
    1212 Post(s)
    Questa e' ovviamente una questione molto complessa per poter essere liquidata con qualche sano scambio di opinioni.
    Tuttavia pur riconoscendo fondati alcuni dei dubbi espressi riguardo i danni sociali in generale la strategia del proibizionismo si e' sempre dimostrata fallimentare sotto ogni punto di vista e in qualunque luogo, perfino dove vige la pena di morte e questo non solo perche' le sostanze finiscono comunque per circolare ma sosprattutto perche' regna una visione distorta del fenomeno che cresce esponenzialmente con l'ignoranza piu' o meno diffusa sull'argomento e perche' crea vere mostruosita' da cui poi e' quasi impossibile liberarsi.
    Si tratta in pratica di una moderna inquisizione, una sorta di caccia alle streghe che finisce per indirizzare l'attenzione in una direzione sbagliata...domandarsi perche' e a chi puo' realmente giovare forse sarebbe la cosa piu' sensata da cui partire.

    Bisogna essere ben consci che non si potra' mai evitare che ci saranno degli abusi, degli usi sconsiderati e delle vittime, questo e' inevitabile.
    Ma un conto e' accettare delle percentuali fisiologiche di un fenomeno un altro e' vendere fumo alla gente, strumentalizzare e falsare dati e nozioni, mantenere una compiacente ignoranza, ghettizzare e uniformare secondo i modi di pensare.
    Daltronde questo non avviene solo per fenomeni come quest di cui stiamo parlando tutto sommato marginali del nostro tipo di societa', purtroppo e' proprio un modus operandi ben collaudato e perfezionato da secoli di esercizio di alleanze e potere.
    Solo una componente rimane sempre la stessa ed e' proprio quella creata ad hoc, ossia proprio quella che viene denominata massa, ergo quella che paga la maggiorparte del conto, ogni volta.
    Ultima modifica di moran; 27-01-20 alle 14:57

  8. #18
    Data Registrazione
    Apr 2019
    Messaggi
    898
    Mentioned
    87 Post(s)
    il problema non è il nero nel senso che non è il negretto che te la vende mi trovi d'accordo, quel tizio molto probabilmente è più tenuto per le palle del cliente e non ha scelte, è in un circolo dove diventa la pedina più disgraziata e sacrificabile.
    è ovvio che il problema è sociale.
    mi pare siamo totalmente d'accordo. anche io sono anarchico (forse meglio socialista). per questo dico che ognuno deve essere libero e tutelato (grazie allo stato padre, non padrone) di fare ciò che vuole. fare ciò che vuoi non significa delinquere, significa stare sereno. stai attento però, la tua libertà finisce quando rombe le balle alla mia.
    io ho sempre messo la faccia in ciò che ho fatto. ho occupato case dell'aler non assegnate e mi sono autodenunciato, dichiaro i redditi!, faccio uso di droghe e non lo nascondo. essendo "matto" ho dovuto sgobbare 4 volte per essere credibile.
    ho pagato le mie posizioni. le mie posizioni hanno pagato a volte mi chiedo a che prezzo. non sono un paladino della giustizia, ho la guerra in casa e non ho energie per guardare anche agli altri. sarei già felice se fossero fatti miei le cose in casa mia, in società parliamone.
    bravo moran, ottimo post. ci sta che è nella natura umana mandare tutto in merda. filosofeggiando l'anarchia è uno stato in cui per forza di cose ci si troverà, in pace con se stessi. in pace con se stessi... forse questo è il punto, la pace con se stessi.
    nel momento in cui tu sei consapevole che se guidi ubriaco sei pazzo, smetterai di guidare ubriaco (non smetterai di ubriacarti, smetterai di guidare). se uno ti dice che con 2 bicchieri di rosso non puoi guidare ti girano le balle e guidi ubriaco. in questo momento ho davanti un barattolo con mezzo etto di erba, mica sto qui seduto a fumarla fino a che collasso..... anzi non mi fumo neppure uno spinellino, mi faccio un caffe vado a fare una cosa poi quando torno in serata se ho voglia c'è.
    Ultima modifica di padre sereno; 27-01-20 alle 17:31
    l'oratorio di padre sereno
    Hidden Content

  9. #19
    Data Registrazione
    Oct 2017
    Località
    Greenword
    Messaggi
    1,010
    Mentioned
    99 Post(s)
    Nero intendo mercato, mercato nero
    Mi scuso preventivamente per ogni dislikes che le mie dita invieranno,non vorrei mai ma non mi accorgo neanche di ciò,piccolo schermo, piccoli tasti :') sorry....

  10. #20
    Data Registrazione
    Nov 2013
    Messaggi
    8,385
    Mentioned
    1212 Post(s)
    ahah io per nero intendo come vedo!
    Sara' l'eta', comincio ad avere problemi di vista...

Pagina 2 di 5 PrimaPrima 1234 ... UltimaUltima

Chi Ha Letto Questa Discussione: 49

Tag per Questa Discussione

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  

Questo sito utilizza cookies di analytics su dati esclusivamente aggregati e cookies di terze parti per migliorare l'esperienza dell'utente tramite plugin sociali e video.
Cliccando su oppure continuando la navigazione sul sito accetti i cookies. Per l'informativa completa clicca qui.