Thanks Thanks:  19
Mi piace Mi piace:  105
Non mi piace Non mi piace:  3
Pagina 5 di 6 PrimaPrima ... 3456 UltimaUltima
Risultati da 41 a 50 di 54

Discussione: la sagra delle stron****

  1. #41
    Data Registrazione
    Apr 2012
    Località
    Valsusa
    Messaggi
    8,237
    Mentioned
    925 Post(s)
    Citazione Originariamente Scritto da theGrowers Visualizza Messaggio
    http://www.primopianomolise.it/attua...dre-jacobucci/

    Cito dall'articolo:
    La cannabis, oggi, è tra le droghe più devastanti. In questi anni di mio impegno sul campo ho potuto costatare quanto sia vero quello che ascoltai in una pubblica conferenza da parte di un neuropsichiatra di fama: “se proprio dovessi avere un figlio dedito alla droga preferirei fosse eroinomane anziché cannato”. E ne spiegava le motivazioni. La cannabis, oggi, è tra le droghe più devastanti.
    Grazie @The Growers per la condivisione, e siccome trovo che sia una grossa str...ata, ho spostato la discussione in questa, in buona compagnia di altre mega min...ate.....
    Hidden Content

    "Rammentiamoci sempre che ogni qualvolta lasciamo scritto qualcosa,si lascia solo delle parole messe li,ognuno poi le interpreta come vuole,non é la stessa conversazione fatta faccia a faccia .." cit. Dantep

  2. #42
    Data Registrazione
    Mar 2013
    Località
    Agrestic
    Messaggi
    1,595
    Mentioned
    74 Post(s)
    che c'è di meglio che iniziare la giornata con una bella notizia proibizionista?!?

    http://www.tempi.it/colorado-i-danni...i#.V9j4kMt-PIU

    Colorado, i danni della marijuana legale: più giovani fumatori, più ricoveri in ospedale e più morti


    Sono passati quattro anni dalla legalizzazione della marijuana nello stato americano del Colorado, che nel 2012 ha autorizzato ufficialmente la vendita in negozio a partire dal 2014. Il programma governativo “Rocky Mountain High Intensity Drug Trafficking Area” ha tracciato un rapporto sugli effetti che la decisione ha avuto nella società nel periodo 2013-15. A saltare agli occhi è il numero delle vittime causato da incidenti dovuti alla marijuana, cresciute del 62 per cento nel 2013 (quando era già legale l’uso della marijuana per scopi ricreativi). Allo stesso modo è aumentato e quasi raddoppiato il dato dei ricoveri in ospedale: se nel 2011 sono stati 6.305, nel 2014 sono stati 11.439.



    AUMENTANO LE VITTIME. Nel report americano si parla anche di un aumento di incidenti stradali, definiti addirittura la prima causa di morte tra i ragazzi di 15-20 anni. Se nel 2009, ben prima della legalizzazione, i morti risultati positivi alla marijuana rappresentavano solo il 10 per cento di tutte le morti per incidenti stradali, nel 2015 il dato è raddoppiato, fino ad arrivare al 21 per cento. Del resto, nel 2013/2014 il numero di giovani che nell’ultimo mese ha fatto uso di marijuana è cresciuto del 20 per cento rispetto al 2011/2012. In tutti gli Stati Uniti, invece, in media il numero è sceso del 4 per cento nello stesso periodo.

    «IMPATTI NEGATIVI». L’autore del report e direttore della Rocky Mountain Hidta, Tom Gorman, intervistato dalla Catholic News Agency, ha commentato così i dati: «Credo che gli impatti negativi sulla società aumenteranno ancora. Ogni volta che viene legalizzata una sostanza, l’effetto immediato è che un numero sempre maggiore di persone ne fa uso. Più persone consumano una droga, più effetti negativi sulla propria vita personale e sulla società ci saranno». Secondo Gorman, la stessa cosa si può dire per l’alcol con la differenza che «chi beve alcol non per forza si ubriaca, mentre chi fuma marijuana lo fa proprio per sballarsi».

    «TREND COMPLETAMENTE NEGATIVO». Le conclusioni che Gorman trae sono drammatiche: «Se si guarda al trend generale, senza retorica, si vede che è completamente negativa. Sia per quanto riguarda gli accessi in pronto soccorso, i ricoveri a lungo termine, gli incidenti o l’uso di droga tra i nostri figli. Gli altri Stati che vorranno riflettere su una eventuale e futura liberalizzazione dovrebbero consultare questo report».
    -fumo troppi joints...pensavo di smettere...poi ho pensato di smettere di pensare di smettere...e di fumarci su...

    -"Pietro, prima che il gallo canti...fai partire la base!"

    Mino Pausa

    -"la Nasa spende un sacco di soldi per andare sulla luna...io con 2 tiri vado e torno..."

    Jim Morrison

    -"Lascia che ti esca dal cuore la musica. E' da lì che viene”

    Sir John Gielgud

  3. #43
    Data Registrazione
    Sep 2016
    Messaggi
    3
    Mentioned
    0 Post(s)
    Buongiorno a tutti, e beccatevi questa lezione di mistificazione della realtà, ossia: come confondere per disinformare

    http://www.corriereadriatico.it/pay/...k-2018205.html


  4. #44
    Data Registrazione
    Mar 2013
    Località
    Agrestic
    Messaggi
    1,595
    Mentioned
    74 Post(s)
    questa notizia viene direttamente dall' equipe medica di "La sai l'ultima?" perchè l'ho postata?!? semplicemente perche girano a bizzeffe notizie che la cannabis, è peggio delle sigarette, o dell'alcol, o della coca, ma qui si sono superati...hanno affinato la tecnica...e cioè se consumi cannabis rischi di diventare alcolizzato!!! non so se ridere o piangere

    http://droghe.aduc.it/notizia/consum...ore_133148.php

    Fumare cannabis puo' raddoppiare il rischio, in situazioni rare e temporanee, di attacchi cardiaci. Lo fa sapere un ricerca. I sintomi, causati dalla ridotta capacita' del cuore di pompare il sangue, sono in genere temporanei ma gli esperti mettono sul chi va la' perche' ci potrebbero essere serie conseguenze. I consumatori di cannabis ne sono piu' coinvolti che non altri, con arresti cardiaci che bloccano l'abituale ritmo del cuore.
    Il dr Amitoj Singh, della St Luke's University in Pennsylvania, co-autore di questo studio statunitense, dice: “Gli effetti della marijuana, specialmente nel sistema cardiovascolare, non sono ben noti. Con l'aumento del consumo e della legalizzazione in alcuni Stati, le persone e' bene che sappiano che la marijuana puo' essere un incentivo per avere problemi di cuore e di sangue in alcuni soggetti”.
    La ricerca ha analizzato i dati di 33.343 americani che erano stati ospedalizzati in seguito ad attacchi cardiaci tra il 2003 e il 2011.
    Dopo aver preso in considerazione una serie di fattori di rischio, lo studio mostra che i consumatori di cannabis hanno talvolta un rischio doppio di avere degli attacchi di cuore rispetto ai non-consumatori. Che il motivo fosse l'uso frequente di cannabis, è stato individuato da informazioni fornite dal paziente o da test delle urine.
    I consumatori di cannabis sono anche piu' esposti a depressione, psicosi, ansie, alcolismo e abuso di altre sostanze.
    “Se uno fa uso di cannabis ed ha sintomi come dolori al petto o mancanza di respiro, deve far valutare dal proprio medico che non si tratti di un attacco cardiaco o altri problemi cardiologici”.
    La ricerca e' stata presentata durante un incontro a New Orleans della American Heart Association's Scientific.
    -fumo troppi joints...pensavo di smettere...poi ho pensato di smettere di pensare di smettere...e di fumarci su...

    -"Pietro, prima che il gallo canti...fai partire la base!"

    Mino Pausa

    -"la Nasa spende un sacco di soldi per andare sulla luna...io con 2 tiri vado e torno..."

    Jim Morrison

    -"Lascia che ti esca dal cuore la musica. E' da lì che viene”

    Sir John Gielgud

  5. #45
    Data Registrazione
    Feb 2012
    Località
    cittadino del pianeta terra
    Messaggi
    1,032
    Mentioned
    142 Post(s)
    http://www.repubblica.it/salute/2016...sta-154535570/

    @ecko ti prego fa qualcosa per questo scandalo mi è risalito il pranzo della vigilia stamartina dopo aver letto la perla della repubblica!!!!!!! io sono rimarto scioccato, ma si può scrivere che la cannabis è dannosa perché quando fumi il cervello recepisce con 10 millisecondi in ritardo, come se l'alcol o le sigarette non avessero lo stesso effetto (più altri 1000 negativi) io per dirla tutta ci vedo di meno anche dopo I pranzi/cene delle feste ahahahahah

    comunque il punto è che visto che sta misera testata giornalistica senza morale e verità è straseguita in Italia bisogna fare qualcosa in modo che I cittadini non vengano plagiati da tutto questo LETAME in un periodo storico in cui la cannabis è ritornata fortemente in discussione!!!!!!!
    Se oggi non valgo nulla, non varrò nulla nemmeno domani; ma se domani scoprono in me dei valori, vuole dire che li posseggo anche oggi. Poiché il grano è grano, anche se la gente dapprima lo prende per erba.

    Vincent Van Gogh

  6. #46
    Data Registrazione
    Sep 2012
    Località
    Nei pressi di un arcobaleno
    Messaggi
    4,570
    Mentioned
    765 Post(s)
    Grazie per la condivisione @batteria89 .......ne approfitto per farti gli auguri di un felice Natale.......
    Continuando invece a discutere sulle stronzate, posso affermare con certezza, che uno studio condotto su 52 pazienti, non potrebbe essere preso nemmeno in considerazione, viste le millemila variabili che possono influenzare un esperimento del genere.......per il quale si ritiene opportuno ampliare il numero di soggetti decine e decine di volte, rispetto agli attuali, utilizzati.
    Quindi come potete constatare voi stessi, già, dal punto di vista scientifico, questo studio lascia bene a desiderare.....

    Un altro punto, invece, è quello dei danni alla vista, per i quali sono sicuro ché è più dannoso leggere per intero tutto l'articolo, o articoli simili, dettati dalla "disonestà di informazione", che farsi una boccata di sana cannabis autoprodotta..

    Felice Natale a tutti.....anche ai bigotti....
    Non è la Cannabis che ci rende criminali, ma la Legge!

  7. #47
    Data Registrazione
    Feb 2004
    Località
    Pianeta Terra
    Messaggi
    5,335
    Mentioned
    597 Post(s)
    @batteria89 stiamo valutando in redazione se e come replicare all'articolo che mi hai segnalato. Proviamo a smontarlo.
    "Personalmente tra tutti i forum ho scelto Enjoint perchè qui la ganja rappresenta il contorno alla vita di ogni utente, e non il centro attorno a cui ruota il resto. Qui si valorizzano gli utenti come persone prima che come coltivatori." - cit. Mad man

  8. #48
    Data Registrazione
    Mar 2013
    Località
    Agrestic
    Messaggi
    1,595
    Mentioned
    74 Post(s)
    buongiorno enjointesi della malora!

    oggi guardando il cielo le nuvole sembravano comporre una parola:BASTARDI! questi hanno sempre il vizietto di scrivere non quello che andrebbe scritto, ma quello che fa comodo, a loro stessi ovviamente, io mentre leggevo sentivo puzza ma non ci facevo caso piu di tanto, poi sono arrivato al terzo rigo e ho capito da dove veniva...

    https://www.loccidentale.it/articoli...tro-annunciato


    E' un rapporto corposo, pieno di grafici e tabelle, quello sugli "Effetti della legalizzazione della cannabis negli USA: primi dati epidemiologici", diffuso da Giovanni Serpelloni, già direttore del dipartimento per le politiche antidroga del governo italiano. Sono i primi dati, statistici ed epidemiologici, che arrivano dall'America, cioè dagli Stati dove sono passate leggi sulla legalizzazione della cannabis. Il rapporto cita fonti accreditate, governative e non, con un bibliografia molto densa che passa dall'Fbi al CDC (Centers for Disease Control and Prevention), a università, ospedali, centri di ricerca. E sono dati pesanti.

    I dati mostrano un aumento generale del consumo di cannabis negli Stato che l'hanno legalizzata rispetto alla media nazionale Usa, un abbassarsi della percezione del rischio indotta dal consumo libero, un incremento dell’uso di alcol collegato a quello degli spinelli, un balzo nei casi di intossicazione acuta per THC (più di quelli per alcol o addirittura per cocaina), e ancora un aumento degli incidenti stradali con alla guida persone “fumate”, giovani che saltano la scuola, che in classe manifestano problemi dal punto di vista disciplinare.

    Aumenta l’uso delle “cannabis cards”, per avere erba e fumo in misura maggiore di quella prescritta dal medico, e magari per rivenderli (e torna lo spaccio) ad altre persone. Last but not least, il numero di arresti e di reati contro persone e proprietà soprattutto nella fasce di età più giovanili, anche questo un dato in crescita. Il Colorado, lo stato dove si smercia e si consuma più cannabis degli altri, è anche quello che sta praticamente inondando gli altri, dove la legalizzazione non c’è stata, di sostanze stupefacenti.

    Ecco, subordinando tutto questo ai profitti economici che un Paese potrebbe trarre dalla legalizzazione, gli alfieri della cannabis legale, compreso il fronte, che è anche un po' una lobby, attivo nel parlamento italiano, si smarcano da scienza, statistica ed epidemiologia, ripetendo che gli introiti fiscali per lo Stato che legalizza sarebbero una manna dal cielo. Si usa insomma la leva del fisco subordinando a questo presunto effetto positivo questioni certo non secondarie come la tutela della salute pubblica e della sicurezza delle comunità.

    Ma a quanto pare il rapporto di Serpelloni dice un'altra cosa: che le belle teorie degli incassi stratosferici per lo Stato tramite accise e balzelli sono state smentite dai fatti. Secondo il Colorado Office of State Planning and Budgeting dopo la legalizzazione della cannabis terapeutica e "ricreativa", l’incidenza in positivo sul monte complessivo delle entrate fiscali del Colorado è stata di circa un +1%. Davvero poco se si pensa alle ricadute sociali che abbiamo appena descritto.

    Viene in mente quell'altra teoria, che con la legalizzazione il crimine sarebbe sconfitto, anche questa, fino adesso, non provata dai fatti. La verità è che siamo davanti a una clamorosa smentita dell'ideologia permissivista che vorrebbe importare anche in Italia modelli che altrove, com'era prevedibile, si stanno rivelando fallimentari. Un documento prezioso, quello di Serpelloni, in attesa di commentare la relazione annuale sulle droghe alla attenzione del parlamento
    -fumo troppi joints...pensavo di smettere...poi ho pensato di smettere di pensare di smettere...e di fumarci su...

    -"Pietro, prima che il gallo canti...fai partire la base!"

    Mino Pausa

    -"la Nasa spende un sacco di soldi per andare sulla luna...io con 2 tiri vado e torno..."

    Jim Morrison

    -"Lascia che ti esca dal cuore la musica. E' da lì che viene”

    Sir John Gielgud

  9. #49
    Data Registrazione
    Mar 2013
    Località
    Agrestic
    Messaggi
    1,595
    Mentioned
    74 Post(s)
    hola enjointesi della malora...il fatto che non sono stati postati piu articoli su questo 3d non è purtroppo perche le stronzate sulla cannabis siano mancate, anzi...

    secondo questo articolo il referendum sulla cannabis, nel caso passasse. autorizzerebbe la coltivazione non solo della nostra amata, ma anche di oppio, coca, trick&track e bombe a mano...

    "Insieme al referendum sull’eutanasia, quello sulla cannabis è uno dei quesiti che si prospettano, dopo la raccolta firme degli ultimi mesi, nell’anno appena iniziato. Parliamo infatti del percorso che potrebbe portare alla depenalizzazione del consumo della marijuana e non solo.


    Il quesito referendario che è stato proposto recita infatti così: “Volete voi che sia abrogato (il testo unico sulla droga) limitatamente alle seguenti parti: articolo 73, comma 1, limitatamente all’inciso “coltiva”; articolo 73, comma 4, limitatamente alle parole “la reclusione da due a 6 anni e”; articolo 75, limitatamente alle parole “a) sospensione della patente di guida, del certificato di abilitazione professionale per la guida di motoveicoli e del certificato di idoneità alla guida di ciclomotori o divieto di conseguirli per un periodo fino a tre anni?”


    Tradotto, vuol dire che c’è la volontà depenalizzare la coltivazione di qualsiasi tipo di stupefacente, non soltanto della cannabis e dei suoi derivati. Si aggiungerebbe, infatti, anche l’oppio, la coca e i funghi allucinogeni.


    Perché un equivoco da cui sgombrare il campo è che con il sì al referendum verrebbe resa lecita non solo la coltivazione della cannabis, ma anche dell’oppio e della coca e non unicamente per scopi privati, in forma domestica. Infatti nel quesito non c’è alcun riferimento all’ “estensione” ma si parla di “coltivazione” senza specificare altro. Pensiamo alle conseguenze pratiche di ciò, che si possono intuire immediatamente, ovvero a quanti agricoltori farebbero dei freddi calcoli basati sul puro e semplice guadagno e si darebbero alla coltivazione della cannabis oltre che dell’oppio, anziché alla coltivazione di banali ortaggi. Pura retorica invece, è il riferimento, in questo caso, ai pazienti bisognosi di cure palliative: la loro sorte non cambierebbe granché, perché la terapia del dolore, ad esempio a base di morfina, viene già somministrata sotto dei controlli rigidissimi, in dosi proporzionali al livello di sofferenza fisica del paziente.


    La seconda parte del quesito referendario, in più, prevede solo la multa, anziché la sospensione della patente, com’era previsto originariamente. E anche questo lascia molto perplessi, se si pensa allo stato sicuramente poco lucido con cui si può mettere alla guida chi fa uso di tali droghe “leggere”. E poco consola anche il fatto, sbandierato da alcuni, che continuerebbero ad essere illegali le sostanze prodotte chimicamente, in quanto la proposta si riferisce unicamente a quelle coltivabili, perché le conseguenze appena citate sono già disastrose di per sé"

    e poi per i pazienti che si curano con la cannabis non cambierebbe un granchè...C'è LA MORFINA...

    https://www.provitaefamiglia.it/blog...droghe-leggere
    -fumo troppi joints...pensavo di smettere...poi ho pensato di smettere di pensare di smettere...e di fumarci su...

    -"Pietro, prima che il gallo canti...fai partire la base!"

    Mino Pausa

    -"la Nasa spende un sacco di soldi per andare sulla luna...io con 2 tiri vado e torno..."

    Jim Morrison

    -"Lascia che ti esca dal cuore la musica. E' da lì che viene”

    Sir John Gielgud

  10. #50
    Data Registrazione
    Jan 2012
    Messaggi
    905
    Mentioned
    115 Post(s)
    Provita & Famiglia, gia' il nome doce tutto
    Non faccio autofiorenti, coltivo canarini
    Smoking is not addictive, growing is Hidden Content

Pagina 5 di 6 PrimaPrima ... 3456 UltimaUltima

Chi Ha Letto Questa Discussione: 33

Tag per Questa Discussione

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  

Questo sito utilizza cookies di analytics su dati esclusivamente aggregati e cookies di terze parti per migliorare l'esperienza dell'utente tramite plugin sociali e video.
Cliccando su oppure continuando la navigazione sul sito accetti i cookies. Per l'informativa completa clicca qui.