Thanks Thanks:  19
Mi piace Mi piace:  98
Non mi piace Non mi piace:  5
Pagina 5 di 9 PrimaPrima ... 34567 ... UltimaUltima
Risultati da 41 a 50 di 84

Discussione: Enjoint è sbarcato su Telegram

  1. #41
    Data Registrazione
    Jul 2011
    Messaggi
    1,298
    Mentioned
    52 Post(s)
    Hidden Content Originariamente Scritto da Pawan Kumar - ASCIA Hidden Content
    adesso li facciamo ballare con un'altra musica, la nostra, quella della Verità.
    Hidden Content

  2. #42
    Data Registrazione
    Feb 2004
    Località
    Pianeta Terra
    Messaggi
    5,264
    Mentioned
    557 Post(s)
    Citazione Originariamente Scritto da Gam Visualizza Messaggio
    Per me MG, può davvero mettersi a parlare di terrapiattismo, scie chimiche e 5G, fin quando qualcuno lo ascolta fa bene a farlo anche se non ci dovesse credere, lui è un personaggio pubblico e questo è il suo lavoro. Io prendo le distanze perché un messaggio così non lo condivido e non mi voglio sentire a servizio di qualcuno che, IMHO, ha fatto passare messaggi sbagliati su un tema delicato. Ma mi voglio fermare qui perché sennò continuerei con l'OT.
    Devi smetterla di scrivere baggianate perché c'è un limite a tutto. Il sottoscritto non ha MAI PARLATO NE' SCRITTO di "terrapiattismo, scie chimiche e 5G". Mai, manco una volta in un video o in un articolo. Di nessuno dei tre argomenti. Se sei in grado di dimostrare il contrario fallo, altrimenti ripeto, smettila di scrivere baggianate. Per me cose simili equivalgono a insultare e mancare di rispetto. Falla finita!
    "Personalmente tra tutti i forum ho scelto Enjoint perchè qui la ganja rappresenta il contorno alla vita di ogni utente, e non il centro attorno a cui ruota il resto. Qui si valorizzano gli utenti come persone prima che come coltivatori." - cit. Mad man

  3. #43
    Data Registrazione
    Sep 2011
    Località
    Haarlemmerstraat 102
    Messaggi
    5,442
    Mentioned
    699 Post(s)
    Citazione Originariamente Scritto da ecko Visualizza Messaggio
    Devi smetterla di scrivere baggianate perché c'è un limite a tutto. Il sottoscritto non ha MAI PARLATO NE' SCRITTO di "terrapiattismo, scie chimiche e 5G". Mai, manco una volta in un video o in un articolo. Di nessuno dei tre argomenti. Se sei in grado di dimostrare il contrario fallo, altrimenti ripeto, smettila di scrivere baggianate. Per me cose simili equivalgono a insultare e mancare di rispetto. Falla finita!
    Hai preso un granchio, o forse ho sbagliato io il tempo verbale, il periodo doveva essere ipotetico. Per me MG potrebbe anche parlare di terrapiattismo, scie chimiche e 5G e non me ne fregherebbe un bel niente.
    Io ho interagito con ecko in quanto admin, che poi la figura di admin e quella di pubblicista si sovrappongono è normale. Ti invito a leggere bene, perché di questioni ne ho sollevate un po’ e tu riesci solo a stizzirti per una cosa male interpretata, fai il serio per piacere.
    Il mio commento al tuo lavoro si limita alla storia del covid, dove imho sei stato confuso, confusionario, impreciso, sensazionalista e per niente risoluto. Dimostrando poca coerenza (anche se non ho ancora ben capito se inquadrarla come vizio o come virtù) quando provi a distruggere il modo di fare giornalismo in Italia (e potrei essere d’accordo con te) salvo poi esaltarti quando le stesse testate che per te sono causa di disinformazione in Italia parlano di te.
    Per dirla come la diresti te: non pretendo di avere una soluzione, io mi pongo solo delle domande guardando cosa succede intorno a me.

    @Yomi capisco che dove manca empatia e coesione tu non riesca a trovarti a tuo agio, io sto porta di avanti una discussione con temi a mio modo di vedere interessanti, sviluppando un pensiero critico e coerente con le mie idee. Tu cosa hai aggiunto?

  4. #44
    Data Registrazione
    Apr 2012
    Messaggi
    3,504
    Mentioned
    116 Post(s)
    Ragazzi, vorrei dire la mia.
    Non conosco personalmente nessuno di voi, gli unici enjointer che ho conosciuto dal vivo non bazzicano più sul forum.

    Concordo col pensiero di Gam, ma penso che l'iniziativa possa portare un passo avanti verso qualcosa che noi tutti ci auguriamo, anche perchè tutto il mondo sta legalizzando, è solo questione di tempo.

    Concordo col fatto che se dovessero legalizzare una sola pianta a testa con metodi rudimentali, non sarebbe una vittoria, ma una bella presa per i fondelli a chi fa di questa passione uno stile di vita e a chi si è impegnato per anni seguendo un comportamento che potrebbe avere riscontri gravissimi viste le leggi troglodite che ci regolano.

    Però, perchè c'è sempre un però, penso che finalmente una persona che ne ha bisogno per motivi medici potrebbe avere un accesso più facile alla cura, penso che i bigotti che compongono la popolazione di questo paese si troverebbero di fronte ad una realtà che non immaginavano, penso che finalmente non saremmo più visti come dei tossicodipendenti e criminali.

    E' giusto? No, non lo è.

    Però sarebbe meglio di com'è ora per tantissime persone e se io non mi trovassi d'accordo, potrei benissimo continuare a farmi i fatti miei e coltivare tutte le piante che voglio sapendo che rischierei proprio come sto rischiando adesso.

    Quindi per come la vedo io, ben vengano le iniziative, il marketing e qualsiasi altra cosa che può avvicinarci ad un contesto più liberale, anche se non è in linea con ciò che troviamo più giusto.

    Detto questo, mi dispiace vedere questo astio. Non conosco ne Gam ne Ecko, ma stimo il primo per le sue abilità di coltivatore e perchè si è messo sempre in primo piano per aiutare tante altre persone, compreso me, come stimo il secondo, per metterci la faccia e provare a cambiare qualcosa in questo paese di burattini.

    Il flame non porta da nessuna parte, in entrambi i punti di vista ci sono cose a favore e cose contrarie, la realtà non è fatta di assoluti.

    Detto questo, spero che la situazione possa risolversi, ma se così non fosse amen. Il mondo andrà avanti con o senza di noi che ci piaccia o no.


  5. #45
    Data Registrazione
    Nov 2013
    Messaggi
    8,418
    Mentioned
    1220 Post(s)
    ciao gam, io ho letto nella casella racchiudi tra i tag il testo selezionato e per me stavo taggando...sa il piffero, ma non importa.
    Comunque tutta la paternale, credimi non era indirizzata particolarmente a qualcuno, te compreso, il mio era proprio un discorso piu' generico per dire cio' che pensavo su un diverso tipo di approccio che e' sicuramente, da parte di tutti possibile, basta volerlo.
    Io credo e ribadisco "credo" di capire la differenza che c'e' tra la veracita' e la vera volonta' di offendere e nel tuo caso quest'ultima non l'ho percepita in pieno, pero' devo anche dire che non ero io l'oggetto delle critiche quindi e' troppo facile fare il predicatore con il culo di qualcun'altro.
    Ho trovato al limite piu' offensiva anche se con un tono meno aggressivo qualche risposta ricevuta.
    Ma di tutto questo direi anche basta...a che serve?
    Non sono nemmeno andato avanti a leggere gli argomenti aggiunti alla discussione e nemmeno lo faro' fino a quando si potra' parlare senza che un post sia la risposta o la spiegazione per non dire giustificazione di quello precedente e ahime' sempre a livello personale.
    In questo topic l'argomento se non sbaglio era lo sbarco di enjoint su telegram.
    Chi ha da dire qualcosa che lo faccia con argomenti, idee e certamente anche critiche ma non contro qualcuno che ne ha espresse altre.
    Detto questo, sono a pezzi e mi vado a docciare come si deve, poi se possibile mi rilasso un po'.
    viva la pagnotta che fa rima con ...
    Ultima modifica di moran; 08-05-20 alle 18:44

  6. #46
    Data Registrazione
    Sep 2017
    Messaggi
    2,247
    Mentioned
    407 Post(s)
    Scusatemi se faccio un intervento un pò offtopic ma neanche troppo, perchè enjoint e legalizzazione sono strettamente legati e penso che anche il gruppo di telegram sia indirizzato ad apportare sempre più gente e quindi arrivare prima alla tanto amata legalizzazione. Però ultimamente sento sempre più spesso parlare di "legalizzazione a tutti i costi" "prima legalizziamo, poi pensiamo ai problemi" ecc. Ecco vorrei porre un attimo l'attenzione sulla legalizzazione USA che anch'essa viene sempre presa d'esempio per la nostra situazione ma gli stessi americani chiamano "finta legalizzazione". Vorrei far notare a tutti che gli americani adesso si stanno battendo per una Re-Legalizzazione, perchè la prop. 64 ha portato solo guadagni allo stato e alle grandi imprese capitalistiche, e problemi ai piccoli coltivatori perchè non riescono a stare a galla per l'enorme peso delle tasse. Anche a livello di coltivazione personale, chi la usa per motivi terapeutici, in alcuni stati, si è trovato con limiti sul numero di piante che non soddisfano il loro fabbisogno annuale, per cui si ritrovano o ad infrangere la legge (sforando il numero ed in quel caso si è punto a capo) oppure sono comunque costretti a fornirsi da altre parti.
    Ora sembra che tornare indietro sia sempre più difficile, sono già anni che provano ma non stanno riuscendo. Quindi pensiamo bene a cosa e come lo chiediamo.

    Questo per dire che siccome conosciamo bene come si muovono i nostri politici, secondo me non è una buona idea volere la legalizzazione a tutti i costi, perchè ce ne potremmo pentire. Potrebbero mettere un bel monopolio sulla produzione e a noi lasciarci quella misera piantina coltivata con mezzi rudimentali. E' qualcosa, è vero, però potrebbe anche essere qualcosa che va contro i nostri interessi, ovvero la libertà di piantarci le nostre piantine.

    Citazione Originariamente Scritto da the.pitbull Visualizza Messaggio
    Però, perchè c'è sempre un però, penso che finalmente una persona che ne ha bisogno per motivi medici potrebbe avere un accesso più facile alla cura
    Su questo ad esempio non concordo affatto. Potrebbe essere un passo si ma, per molte terapie, una piantina da 50 o 75g (con metodi rudimentali) ogni 3 mesi se va bene (perchè ovviamente non si può fare ciclo continuo altrimenti si sfora il numero piante) non sarebbe sufficiente per la terapia. Per cui, ancora, si ritroverebbero o a sfidare la legge mettendo più piante, e le pene potrebbero diventare più severe, oppure continuare a rifornirsi nel mercato nero, con i rischi che conosciamo.

    Questo per dire che: legalizzazione? Certo! Però impariamo anche dagli errori degli altri e vediamo di non ripeterli. La storia serve a questo.
    Sulla campagna di disobbedienza ancora non ho un'idea precisa sui benefici e/o problemi che possa portare, per cui ancora non mi esprimo se non con quello che ho detto: spingiamo per la legalizzazione si, ma teniamo sempre a mente quello che vogliamo. Altrimenti rischiamo, come in america, di far decidere le cose a quelli che fino adesso ci hanno messo in prigione per questo e sappiamo bene di chi faranno gli interessi, non certo noi. Riflettiamoci
    "Cultivated in love and she's not grown for greed
    She's everything I want and also all I need"

  7. #47
    Data Registrazione
    Nov 2014
    Messaggi
    3,014
    Mentioned
    444 Post(s)
    ho imparato che per ottenere 50 bisogna battersi come leoni e chiedere 100.
    In questo caso direi 200!

  8. #48
    Data Registrazione
    Nov 2013
    Messaggi
    8,418
    Mentioned
    1220 Post(s)
    Citazione Originariamente Scritto da mozart Visualizza Messaggio
    ho imparato che per ottenere 50 bisogna battersi come leoni e chiedere 100.
    In questo caso direi 200!
    vero, ma questa e' una faccenda resa molto complicata per le molteplicità alle quali e' collegata.
    Penso che sia impossibile ottenere qualcosa senza accettare dei compromessi, bisognerebbe solo riuscire a stabilire quali e quanti portandosi un po' avanti.
    Ma per farlo bisognerebbe anche riuscire a muoversi in modo uniforme e non che ogni settore lo faccia indipendentemente, soprattutto come si e' gia' potuto notare diverse volte prendendo le distanze dagli altri.
    Così facendo ci rendiamo tutti molto piu' deboli...ricordiamoci il vecchio dividi et impera sempre in auge.

    Non so quanto questo possa centrare con telegram c/o enjoint, perche' e' tutta un altra storia, se davvero si spera in questo per trovare una qualche utilita' a riguardo allora siamo proprio messi peggio di quello che credevo.
    Penso che lo sbarco su telegram a patto che sia davvero ben gestito e curato possa servire a fini divulgativi, perfino sociali, specialmente informativi che non sarebbero affatto poca cosa vista la valenza che possono avere una corretta informazione e una buona istruzione su chi c'e' e ne sa poco e male cosi come su chi verra' dopo.
    Quindi se si considerasse questa cosa come investimento nel tempo avrebbe un certo significato, per il resto del discorso legato esclusivamente alle modalita' di una legalizzazione a breve medio termine credo possa trasformarsi addirittura in qualcosa di controproducente, forse la classica zappa sui piedi.
    Per questo e' davvero necessario che venga gestita molto, molto accuratamente, guardando piu' in la del proprio naso.
    Ultima modifica di moran; 08-05-20 alle 18:46

  9. #49
    Data Registrazione
    Apr 2012
    Località
    Valsusa
    Messaggi
    8,160
    Mentioned
    900 Post(s)
    Citazione Originariamente Scritto da G_Lab Visualizza Messaggio
    Scusatemi se faccio un intervento un pò offtopic ma neanche troppo, perchè enjoint e legalizzazione sono strettamente legati e penso che anche il gruppo di telegram sia indirizzato ad apportare sempre più gente e quindi arrivare prima alla tanto amata legalizzazione. Però ultimamente sento sempre più spesso parlare di "legalizzazione a tutti i costi" "prima legalizziamo, poi pensiamo ai problemi" ecc. Ecco vorrei porre un attimo l'attenzione sulla legalizzazione USA che anch'essa viene sempre presa d'esempio per la nostra situazione ma gli stessi americani chiamano "finta legalizzazione". Vorrei far notare a tutti che gli americani adesso si stanno battendo per una Re-Legalizzazione, perchè la prop. 64 ha portato solo guadagni allo stato e alle grandi imprese capitalistiche, e problemi ai piccoli coltivatori perchè non riescono a stare a galla per l'enorme peso delle tasse. Anche a livello di coltivazione personale, chi la usa per motivi terapeutici, in alcuni stati, si è trovato con limiti sul numero di piante che non soddisfano il loro fabbisogno annuale, per cui si ritrovano o ad infrangere la legge (sforando il numero ed in quel caso si è punto a capo) oppure sono comunque costretti a fornirsi da altre parti.
    Ora sembra che tornare indietro sia sempre più difficile, sono già anni che provano ma non stanno riuscendo. Quindi pensiamo bene a cosa e come lo chiediamo.

    Questo per dire che siccome conosciamo bene come si muovono i nostri politici, secondo me non è una buona idea volere la legalizzazione a tutti i costi, perchè ce ne potremmo pentire. Potrebbero mettere un bel monopolio sulla produzione e a noi lasciarci quella misera piantina coltivata con mezzi rudimentali. E' qualcosa, è vero, però potrebbe anche essere qualcosa che va contro i nostri interessi, ovvero la libertà di piantarci le nostre piantine.



    Su questo ad esempio non concordo affatto. Potrebbe essere un passo si ma, per molte terapie, una piantina da 50 o 75g (con metodi rudimentali) ogni 3 mesi se va bene (perchè ovviamente non si può fare ciclo continuo altrimenti si sfora il numero piante) non sarebbe sufficiente per la terapia. Per cui, ancora, si ritroverebbero o a sfidare la legge mettendo più piante, e le pene potrebbero diventare più severe, oppure continuare a rifornirsi nel mercato nero, con i rischi che conosciamo.

    Questo per dire che: legalizzazione? Certo! Però impariamo anche dagli errori degli altri e vediamo di non ripeterli. La storia serve a questo.
    Sulla campagna di disobbedienza ancora non ho un'idea precisa sui benefici e/o problemi che possa portare, per cui ancora non mi esprimo se non con quello che ho detto: spingiamo per la legalizzazione si, ma teniamo sempre a mente quello che vogliamo. Altrimenti rischiamo, come in america, di far decidere le cose a quelli che fino adesso ci hanno messo in prigione per questo e sappiamo bene di chi faranno gli interessi, non certo noi. Riflettiamoci
    @G_Lab vado ancora off topic un attimo: ma per gli USA, parli della legge federale che legalizza fino allo 0.2% ?
    Perché per il resto, mi pare che ogni stato abbia leggi diverse, in uno mi pare che puoi anche coltivare alcune piante, e la quantità di cannabis acquistabile è sufficiente per uso ludico e terapeutico (un oncia, 28grammi) .
    Certo è che con le leggi che si scontrano e l'ipercapitalismo, hanno già molti problemi, ad esempio iperproduzione con divieto di esportazione legale, e tanta materia ritorna al mercato nero, quindi o si fa una legge federale come quella del Colorado per tutti gli States, oppure, forse il Canada sta facendo meglio? O l'Uruguay?

    Per il resto, chiedo scusa a Gam e a tutti voi, innanzitutto per avere di nuovo scritto dopo aver detto di non farlo.
    E se posso aver dato l'impressione di non aggiungere niente al discorso:
    cerco di contribuire con la moderazione, e l'ho imparata proprio qui.
    In questi ultimi tempi , alcuni utenti trovano che Enjoint non sia più quello di una volta, che ci siano troppe arroganze, maleducazioni, "io coltivo meglio di te, oh", e via dicendo.
    Eppure, sento questi stessi discorsi da otto anni, da quando sono registrato sul forum.
    Ci sono sempre stati e ci saranno sempre , le primedonne, i buzzurri, i lamentosi, i fig di put, eccetera eccetera.
    E io stesso mi metto in mezzo, perché anche io come tutti noi, possiamo avere momenti arroganti e bastardi.

    Il segreto è non mollare, perché siamo umani e fallaci, e perchè non ci sono solo negatività, ma armonia, condivisione, divertimento, meraviglia, conforto per un dolore, euforia per una gioia.
    Sarò mieloso, peace and love, va bene, nn m'nteressa.
    Qui ci sono stato in gioia e dolore, e qui rimarrò, a volte più attivo in ogni stanza, a volte meno, ma ci sarò, nel rispetto della community e delle sue regole.
    Yo
    Hidden Content

    "Rammentiamoci sempre che ogni qualvolta lasciamo scritto qualcosa,si lascia solo delle parole messe li,ognuno poi le interpreta come vuole,non é la stessa conversazione fatta faccia a faccia .." cit. Dantep

  10. #50
    Data Registrazione
    Sep 2017
    Messaggi
    2,247
    Mentioned
    407 Post(s)
    Citazione Originariamente Scritto da Yomi Visualizza Messaggio
    @G_Lab vado ancora off topic un attimo: ma per gli USA, parli della legge federale che legalizza fino allo 0.2% ?
    Perché per il resto, mi pare che ogni stato abbia leggi diverse, in uno mi pare che puoi anche coltivare alcune piante, e la quantità di cannabis acquistabile è sufficiente per uso ludico e terapeutico (un oncia, 28grammi) .
    Certo è che con le leggi che si scontrano e l'ipercapitalismo, hanno già molti problemi, ad esempio iperproduzione con divieto di esportazione legale, e tanta materia ritorna al mercato nero, quindi o si fa una legge federale come quella del Colorado per tutti gli States, oppure, forse il Canada sta facendo meglio? O l'Uruguay?

    Per il resto, chiedo scusa a Gam e a tutti voi, innanzitutto per avere di nuovo scritto dopo aver detto di non farlo.
    E se posso aver dato l'impressione di non aggiungere niente al discorso:
    cerco di contribuire con la moderazione, e l'ho imparata proprio qui.
    In questi ultimi tempi , alcuni utenti trovano che Enjoint non sia più quello di una volta, che ci siano troppe arroganze, maleducazioni, "io coltivo meglio di te, oh", e via dicendo.
    Eppure, sento questi stessi discorsi da otto anni, da quando sono registrato sul forum.
    Ci sono sempre stati e ci saranno sempre , le primedonne, i buzzurri, i lamentosi, i fig di put, eccetera eccetera.
    E io stesso mi metto in mezzo, perché anche io come tutti noi, possiamo avere momenti arroganti e bastardi.

    Il segreto è non mollare, perché siamo umani e fallaci, e perchè non ci sono solo negatività, ma armonia, condivisione, divertimento, meraviglia, conforto per un dolore, euforia per una gioia.
    Sarò mieloso, peace and love, va bene, nn m'nteressa.
    Qui ci sono stato in gioia e dolore, e qui rimarrò, a volte più attivo in ogni stanza, a volte meno, ma ci sarò, nel rispetto della community e delle sue regole.
    Yo
    No yomi non parlavo della legge federale sulla canapa, parlavo proprio degli stati in cui é legale. Ovvio ogni stato é a sé, non conosco per filo e per segno ogni legge di ogni singolo stato ma in diversi la situazione non luccica come ci vogliono far credere. Puoi coltivarti delle piante, vero, ma in alcuni stati questo limite é di 4 piante. Ora, se trovi la pianta che sia efficace per la tua terapia, dovrai farti una madre e continuare con quella se vuoi assicurare continuitá alla tua cura. E giá siamo a 3 piante. Se consideri che le piante le devi far crescere prima di mandarle in fioritura, te la devi giocare su quelle 3 piante. Se vuoi farti due cloni per sicurezza, dato che non é detto che vadano a buon fine, ti rimane una sola pianta in fioritura. E se qualcosa va storto, muffe parassiti o semplicemente poca produzione, quella quantitá non basta.. ma anche se va tuttl bene a volte non basta. Non lo dico io eh, é pieno di testimonianze sul web. Poi puoi comprarti un'oncia, vero anche questo. Peró al prezzo di 15/20/30$ al grammo, possiamo immaginare che spesa é, per qualcuno che magari ha bisogno di piú di un grammo al giorno, considerando magari anche le spese per altre cure e considerando che probabilmente quelle piú economiche sono le piú scrause per cui se vuoi qualcosa che funziona davvero, devi pagare caro. Considerando 1g al giorno al prezzo di 15$, sono 450$ al mese.. e questo a voler esser positivi. Non é diventata piú accessibile solo perché é legale, anzi a volte il contrario, ed é proprio per questo che si stanno lamentando. É piú regolamentata e questo va quasi sempre in favore dei grandi investitori, non degli usufruitori.
    La lotta che stanno facendo la trovi nel sito ufficiale di CCHI (California cannabis hemp initiative) e puntano a riportare la canapa (e la cannabis dato che é la stessa pianta) com'era prima della proibizione, una pianta normale, sana utile e benefica.
    Questo é il sito
    https://cchi2020.org/

    Si chiama cchi2020, peró ha cambiato nome almeno 4 volte perché é dal 2016 che ci provano e non riescono. Per questo dico che dobbiamo valutare bene quello che proponiamo e che chiediamo.

    Come dice moran é anche impossibile sperare di avere tutto senza compromessi, peró dobbiamo stare attenti che questi compromessi non vadano poi a metterci in una situazione peggiore del presente.
    Dice bene mozart che se vogliamo 50 dobbiamo chiedere 200. Se vogliamo 50 e chiediamo 10, ci ritroviamo con 2. E poi ci vogliono altri 20 anni prima di cambiare le cose di nuovo.
    A questo punto vedo meglio puntare a una depenalizzazione e liberalizzazione (visto che tra poco uscirá dalle tabelle internazionali) e continuare la sensibilizzazione sui medici e sul popolo in generale, cosí da cambiare l'opinione pubblica. Se ci sono riuscito io con mia madre che é una catechista bigotta, penso che possono riuscire tutti!
    "Cultivated in love and she's not grown for greed
    She's everything I want and also all I need"

Pagina 5 di 9 PrimaPrima ... 34567 ... UltimaUltima

Chi Ha Letto Questa Discussione: 109

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  

Questo sito utilizza cookies di analytics su dati esclusivamente aggregati e cookies di terze parti per migliorare l'esperienza dell'utente tramite plugin sociali e video.
Cliccando su oppure continuando la navigazione sul sito accetti i cookies. Per l'informativa completa clicca qui.