Thanks Thanks:  0
Mi piace Mi piace:  0
Non mi piace Non mi piace:  0
Risultati da 1 a 2 di 2

Discussione: Sull'Impero Latino...

  1. #1
    Data Registrazione
    Nov 2018
    Messaggi
    153
    Mentioned
    16 Post(s)
    La distruzione di Atlantide


    Un saluto a tutti,


    Mi riferisco proprio all’opera incompiuta di platone come metafora della politica attuale in europa. Voglio paragonare l’europa ad Atlantide sicuramente per evitare, secondo la mia opinione, che faccia la stessa fine. Leggo infatti di probabile impero latino, diverso rispetto a quello anglosassone e forse cinese.


    Secondo sarebbe un grave errore rompere con la NATO, non inquanto risorsa in caso di conflitto. Io penso che occorra evitare anzi tutti i possibili conflitti, specie quelli tra “fratelli”...cosa molto importante. E secondo me trascurata quando si accarezza l’idea di un impero.


    Mi fermo qui sulla fanta politica (spero che lo sia), per parlare brevemente dell’ Atlantide di platone. Nel suo ritratto platone fece confluire tutto quello che trovava spiacevole in atene dei sui giorni ricca, avida, artificiale. Ma l’impero atlantideo non si arrogava il diritto di portare “l’illuminazione” della cultura a “razze inferiori” anzi platone scrisse in senso anti imperialista.


    L’interpretazione errata di Atlantide come civilta’ iniziale e primaria, che seppe influenare tutte le altre ad essa successive, si nasconde ancora una volta il seme di un concetto di superiorita’, legato a una qualita’ primordiale superiore che tutto il resto dell’umanita’. Ricorda in questo filone di interpretazioni l’archeo-futurismo. Un po mi ricorda anche questo l’idea dell’impero latino.
    Io combatto la tua idea, che è diversa dalla mia, ma sono pronto a battermi fino al prezzo della mia vita perché tu, la tua idea, possa esprimerla liberamente.

  2. #2
    Data Registrazione
    Nov 2018
    Messaggi
    153
    Mentioned
    16 Post(s)
    European green deal e paura della sinistra americana (cancel culture)

    Il green new deal, progetto anglosassone, composto da new deal di ispirazione democratica, infatti fu Roosvelt che intendendo con quel termine una ridistribuzione non di carte da gioco, ma di soldi.

    E composto dall'altro termine green, inquanto ci ripropone di ridurre emissioni gas serra cercando di risolvere problemi come la disuguaglianza economica e la discriminazione razziale.

    Gli ultimi due punti eliminati per un motivo, secondo le speculazioni sul cambiamento dei termini inglesi usati dai commissari dell'unione europea....

    Infatti e' European Green Deal, quello utilizzato dall'europa. Secondo la rivista Limes, si e' deciso su quest'ultimo termine per 2 motivi , 1 una discontinuita' ideologica, volendo intestarsene la paternita', raccogliendone i frutti in popolarita', o soft power.

    Ma il punto 2 che mi dispiace sottolineare ha destato entusiasmo nella rivista sembra essere il fatto che l'unione europea non segua la sinistra anglosassone, nella lotta contro le discriminazioni razziali, e la ridistribuzione di ricchezza.

    So che temi portati dalla cancel culture, come il politically correct, e le statue sono molto pesanti da digerire e lo capisco perfettamente. Ma il mio punto di vista e' che bisogna pur perderci qualcosa se la posta in gioco puo' essere un futuro pacifico insieme...
    Ultima modifica di Hollyweed; 03-10-21 alle 16:29
    Io combatto la tua idea, che è diversa dalla mia, ma sono pronto a battermi fino al prezzo della mia vita perché tu, la tua idea, possa esprimerla liberamente.

Chi Ha Letto Questa Discussione: 30

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  

Questo sito utilizza cookies di analytics su dati esclusivamente aggregati e cookies di terze parti per migliorare l'esperienza dell'utente tramite plugin sociali e video.
Cliccando su oppure continuando la navigazione sul sito accetti i cookies. Per l'informativa completa clicca qui.