ONU apre a depenalizzazione droghe
10 marzo 2014 – 15:59 | Un commento

L’Onu riconosce che gli obiettivi nella lotta mondiale contro la droga finora non si sono realizzati e, per la prima volta, ipotizza la “depenalizzazione” del consumo degli stupefacenti: l’importante novita’ arriva da un documento messo …

Leggi l'articolo completo »
Cannabis World

articoli e news sugli utilizzi ricreativi, medici e industriali

Attualità

notizie dal mondo, curiosità, articoli, servizi sull’attualità

Psicoattivo

etnobotanica, sostanze psicoattive, info, esperienze

Input

articoli, segnalazioni, recensioni di film, libri, musica, blog, viaggi…

Attivismo

spazio dedicato all’antiproibizionismo e non solo

Home » Cannabis World, News

La Corea del Nord è un paradiso dell’erba

Scritto da – 22 gennaio 2013 – 13:37Un commento
La Corea del Nord è un paradiso dell’erba

La Corea del Nord, la nazione più chiusa, conservatrice e autoritaria del mondo, è anche un paradiso per fumatori d’erba. Malgrado il pugno di ferro governativo sull’uso e la distribuzione di droghe pesanti come la popolare crystal meth, la marijuana, stando a quel che si dice, non è considerata uno stupefacente, ed è quindi largamente consumata dagli esigenti gentiluomini locali.

NK NEWS riceve regolari resoconti da viaggiatori di ritorno dal Paese che favoleggiano di piante di marijuana poste lungo le strade, dalla cittadina portuale di Chongjin a nord, fino alle strade di Pyongyang, a sud, dove viene fumata liberamente e il suo dolce aroma rapisce spesso inaspettatamente le narici. Le nostre fonti sono conoscenti che lavorano in Corea del Nord e fanno regolarmente dentro e fuori dal Paese.

Non c’è nessun tabù sull’erba—molti cittadini sanno della droga e l’hanno fumata. In Corea del Nord viene chiamata ip tambae, o “tabacco in foglie.” Sembra essere particolarmente diffusa tra i giovani soldati. Invece di diventare dipendenti da catrame e nicotina come i coscritti occidentali, loro possono rilassarsi accendendo una canna extra large durante le pause tra le ronde.

Sebbene il governo non reprima il consumo di marijuana (o di oppio) e la sua diffusione, i viaggiatori appassionati d’erba desiderosi di assaggiare qualche infiorescenza nordcoreana resteranno probabilmente delusi. Se un turista occidentale chiede alla guida quale sia il posto migliore per procurarsi la “pianta speciale”, eufemismo in voga, difficilmente riceverà una risposta. La maggior parte delle guide sono informate a sufficienza sulla posizione delle leggi occidentali nei confronti della marijuana da non pensare che sia il caso di tirarsi addosso della pubblicità negativa. D’altra parte, portandogli una bottiglia di Hennessy potrebbero rivelarsi più disponibili ad aiutarvi.

I motivi per i cui i coreani fumano erba sono diversi da quelli per cui lo fanno gli americani. In Corea del Nord non si fuma solo per sballarsi e ridere di ogni cazzata, lo si fa per risparmiare e per tirare il fiato dalle onnipresenti, scadenti sigarette locali. Sul mercato nero nordcoreano, la marijuana è solitamente venduta a basso prezzo e si può ottenere facilmente. Per questo è una droga particolarmente popolare tra le classi più povere della società. Dopo una giornata di duro lavoro manuale, per un lavoratore nordcoreano non è così strano fumare marijuana per rilassarsi e distendere i muscoli infiammati e doloranti.

Una delle leggende della mitologia nordcoreana che abbiamo tutti sentito milioni di volte è quello secondo cui i cittadini non piegano i giornali, perché potrebbero involontariamente piegare una fotografia dei loro leader. Ma, fortunatamente, non tutte le pagine riportano foto di potenti capi desiderosi di attenzione, e le parti riciclabili (sport, meteo, programmi TV) finiscono per essere utilizzate per rollare. Il quotidiano Rodong Sinmun è una delle cartine preferite. Viene tagliato a quadratini e poi rollato in piccole canne coniche. Una fonte ha confermato a NK NEWS di aver trovare una canna fumata a metà per terra in una zona rurale del Paese la cui cartina era il Rodong Sinmun. La stessa fonte ha sottolineato che, ahimé, l’erba in Corea del Nord non è molto forte.

Malgrado l’erba cresca naturalmente nel Paese, in alcune zone viene coltivata più intensivamente. Spesso cresce nei giardini privati. Un americano che va ogni anno in Corea del Nord ha scritto su Reddit, “Un giorno siamo entrati in un giardino, abbiamo dato un’occhiata in giro e abbiamo detto ‘Ma quella è erba!’ Siamo sicuri che fosse marijuana. Avevo sentito che è usata per scopi medicinali, ma trovarne è stato interessante.”

Resoconti sull’uso di marijuana giungono fin dal periodo di formazione del Paese così come lo conosciamo oggi. Dopo la Guerra di Corea, i soldati statunitensi la coglievano spesso dalle zone demilitarizzate vicino al confine. Le storie di tende inondate di fumo da soldati stanchi è un diffuso ricordo folkloristico di quella difficile epoca.

Nel frattempo, in Occidente, dopo la recente legalizzazione della marijuana negli Stati di Washington e del Colorado, alcuni americani chiedono l’adozione di simili misure in tutto il Paese. Mentre questo rimane un tema caldo, il fatto che la marijuana sia comunemente usata in Corea del Nord come via di fuga da una società controllata fa pensare che, nonostante tutte le altre privazioni e preoccupazioni, i cittadini nordcoreani godono almeno di un beneficio negato a persone che, come me, vivono nei Paesi Liberi.

Ben Young – fonte: Vice.com

Be Sociable, Share!

    Articoli simili

    Un commento »

    • miriadeno scrive:

      che dire?
      qui siamo in italia.. e la corea è mooolto più avanzata di noi anche su questo aspetto….

      S I G H !!

    Lascia un commento!

    Aggiungi il tuo commento qui sotto, oppure esegui un trackback dal tuo sito. Puoi anche iscriverti a questi commenti via RSS.

    Sii gentile, rimani in argomento. Lo spam non sarà tollerato.

    È possibile utilizzare questi tag:
    <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

    Questo sito web supporta i Gravatar. Per ottenere il proprio globally-recognized-avatar, registra un account presso Gravatar.