Risultati da 1 a 8 di 8

Discussione: Emendamento blocca semi canapa?

  1. #1
    Data Registrazione
    Feb 2004
    Località
    Pianeta Terra
    Messaggi
    5,146
    Mentioned
    509 Post(s)
    E' stato presentato un emendamento che conterrebbe pesanti modifiche riguardo il commercio di semi di cannabis. Riporto il passaggio di seguito.
    La cosa INCREDIBILE è che arrivi da un senatore del M5S (e due ex).
    Chiedo urgentemente all' @[Only registered and activated users can see links. ] un commento-interpretazione-chiarimento.

    Naturalmente siamo già al lavoro per capire meglio la situazione e soprattutto stiamo dialogando con i nostri contatti all'interno del parlamento.


    20.0.16
    PEPE, CRIMI, CAMPANELLA
    Dopo l'articolo, inserire il seguente:
    «Art. 20-bis.
    (Disciplina della commercializzazione delle sementi di canapa)
    1. Sono escluse, dalle norme del comma 8 dell'articolo 9 del decreto del Presidente della Repubblica 1065/73, le confezioni di sementi di canapa poste in circolazione a qualsiasi titolo e destinazione d'uso e che, pertanto, sono sottoposte alle norme previste dalla legge 1096/71, in quanto sementi iscritte al registro e quindi certificate.
    2. Sono vietate la vendita o la cessione, anche attraverso internet e a qualsiasi titolo, nonché l'acquisto, la detenzione, il possesso, la coltivazione e la produzione di sementi di canapa di qualsiasi varietà che non siano regolarmente certificate ai sensi del decreto legislativo 3 novembre 2003, n. 308.
    3. L'acquisto delle sementi certificate è consentito solo per le imprese agricole regolarmente iscritte alla Camera di Commercio e dotati di fascicolo aziendale nell'ambito del sistema Informativo agricolo nazionale (SIAN), quando destinate esclusivamente alla produzione di fibre da utilizzare per usi industriali e/o agronomici, compresa la coltivazione effettuata per scopi di riproduzione/moltiplicazione del seme delle varietà certificate.
    4. La violazione del divieto di cui al comma 2 comporta l'applicazione della sanzione amministrativa prevista dall'articolo 33 della legge 25 novembre 1971, n. 1096.
    5. Le imprese agricole che coltivano sementi di canapa certificate devono conservare il cartellino di certificazione sementiera per la durata della vita della pianta e comunque per un periodo non inferiore a dodici mesi.
    6. All'impresa agricola che non sia trovata in possesso di tali certificazioni è applicata la sanzione amministrativa prevista dall'articolo 33 della legge 25 novembre 1971, n. 1096, salvo che il fatto non costituisca reato ai sensi del decreto del Presidente della Repubblica 309/90, accertato con un campionamento della coltivazione.
    7. Le modalità di prelevamento e di analisi dei campioni provenienti da colture in pieno campo, ai fini della determinazione quantitativa del contenuto di THC delle varietà di canapa, dovrà seguire quanto previsto, specificata mente, nell'allegato 4 del decreto ministeriale 7588 del 5 aprile 2011.
    8. I prelevamenti e le analisi di cui al comma 7, sono effettuati dal personale del Nucleo Carabinieri e/o Repressione Frodi del Ministero Politiche Agricole Alimentari e Forestali, fatto salvo ogni tipo di controllo effettuati con le stesse modalità di accertamento da parte delle autorità competenti in merito alla pubblica sicurezza e alle attività giudiziarie.
    9. Dalla applicazione delle disposizioni di cui al presente articolo non derivano nuovi o maggiori oneri per la finanza pubblica. Le Amministrazioni competenti provvedono agli adempimenti di cui al presente articolo con le risorse umane, finanziarie e strumentali disponibili a legislazione vigente».

    fonte: [Only registered and activated users can see links. ]
    "Personalmente tra tutti i forum ho scelto Enjoint perchè qui la ganja rappresenta il contorno alla vita di ogni utente, e non il centro attorno a cui ruota il resto. Qui si valorizzano gli utenti come persone prima che come coltivatori." - cit. Mad man

  2. #2
    Data Registrazione
    Apr 2012
    Località
    Valsusa
    Messaggi
    7,850
    Mentioned
    816 Post(s)
    Mmmh, non vorrei dire una cazzata, ma questa regolamentazione, per la produzione della Canapa da fibra, non incide sulla vendita di semi da collezione, sempre vietato farli germinare, mentre questo emendamento, parla di acquisti di imprese agricole, mirati alla coltivazione, di sementi certificate.

    Sempre pesante perché i semi dovrebbero essere patrimonio dell'umanità, e ora anche io vorrei sentire il parere dell'avvo anche io si si ....

    Intanto, spero di aver ragione ...
    Hidden Content

    "Rammentiamoci sempre che ogni qualvolta lasciamo scritto qualcosa,si lascia solo delle parole messe li,ognuno poi le interpreta come vuole,non é la stessa conversazione fatta faccia a faccia .." cit. Dantep

  3. #3
    Data Registrazione
    Feb 2004
    Località
    Pianeta Terra
    Messaggi
    5,146
    Mentioned
    509 Post(s)
    Sono arrivate notizie aggiornate a riguardo, da fonte certa.
    Falso allarme quindi la situazione rimane invariata e si tira tutti un bel sospiro di sollievo!

    La firma di Crimi è ed era solo una firma dovuta per il passaggio in commissione (che verrà presto rimossa), sono procedure che devono essere fatte e spesso con automatismi procedurali nei gruppi parlamentari. Questo ddl 958 è abbandonato e non verrà riportato alla luce. La linea del Movimento 5 Stelle sul tema è la proposta di legge Ferraresi a cui tutto il gruppo M5S parlamentare fa riferimento.
    Il parlamentare Pepe, prima firma all'emendamento e autore dello stesso, non fa più parte del M5S così come Campanella. Una volta che Crimi toglie la firma, non resta traccia del M5S su questa proposta emendativa.
    "Personalmente tra tutti i forum ho scelto Enjoint perchè qui la ganja rappresenta il contorno alla vita di ogni utente, e non il centro attorno a cui ruota il resto. Qui si valorizzano gli utenti come persone prima che come coltivatori." - cit. Mad man

  4. #4
    Data Registrazione
    Feb 2013
    Messaggi
    1,027
    Mentioned
    71 Post(s)
    Sarà, ma mi pare comunque un fatto grave. A me francamente interessa poco che il M5S c'entri poco o tanto perché il problema non è' se i 5stelle sono santi o meno ma se vi sia un attentato al movimento antiproibizionista

  5. #5
    Data Registrazione
    Jul 2013
    Località
    Appennino selvaggio
    Messaggi
    645
    Mentioned
    59 Post(s)
    Meno male che il ddl non avrà seguito, le sementi, non solo quelle di canapa, ma tutti i tipi di sementi devono essere patrimonio di tutti. Autoprodursi liberamente le proprie sementi dovrebbe essere un diritto di chiunque.
    Secondo me proibire la produzione e l'autoproduzione di sementi sancisce l'inizio di una forma di schiavitù.
    Bisogna ribellarsi a oltranza a questi tentativi vergognosi di rendere l'umanità schiava di chi vorrebbe avere il monopolio delle sementi.
    Produrre semi e selezionare e creare nuove varietà di colture meglio adattate all'ambiente e più resistenti a tutto naturalmente è ciò che hanno fatto gli agricoltori ovunque e da sempre, è importantissimo difendere questo diritto, per ogni tipo di semenza, canapa compresa. Molte varietà locali tradizionali di frutta e ortaggi si sono già estinte o sono in via di estinzione, se non le salvaguardiamo, sono il frutto di millenni di selezioni ereditato da chi ci ha preceduto. Dovremmo salvare il salvabile!
    No OGM!!! Io proibirei quelli!

  6. #6
    L'avatar di jointer
    jointer è offline Cancellato su richiesta dell'utente
    Data Registrazione
    Jul 2010
    Località
    a est
    Messaggi
    1,083
    Mentioned
    52 Post(s)
    Citazione Originariamente Scritto da Pawan Kumar - ASCIA Visualizza Messaggio
    No OGM!!! Io proibirei quelli!
    secondo me è sbagliato fare di tuta l erba un fascio..
    gli ogm da vietare sono quelli il cui frutto verrà poi mangiato,animali o umani poco cambia, altro discorso invece per i semi ogm destinati alla produzione di energia, come la colza o il mais per il bio gas

  7. #7
    Data Registrazione
    Jul 2013
    Località
    Appennino selvaggio
    Messaggi
    645
    Mentioned
    59 Post(s)
    Non c'è modo di controllare la propagazione dei pollini OGM nell'ambiente, i quali impollinano (contaminano) anche le varietà tradizionali. E' inevitabile ritrovarseli nel cibo. Si può vivere benissimo senza OGM, mentre le conseguenze nocive degli OGM appaiono sempre più certe.
    A me sembrano un'aberrazione del concetto di agricoltura, il cui scopo è quello di fare arricchire la Monsanto e consimili ai danni di tutti gli agricoltori del pianeta e dell'umanità intera, oltre che dell'ambiente, molto più importante di tutti noi.

  8. #8
    Data Registrazione
    Mar 2013
    Messaggi
    2,076
    Mentioned
    50 Post(s)
    Citazione Originariamente Scritto da jointer Visualizza Messaggio
    secondo me è sbagliato fare di tuta l erba un fascio..
    gli ogm da vietare sono quelli il cui frutto verrà poi mangiato,animali o umani poco cambia, altro discorso invece per i semi ogm destinati alla produzione di energia, come la colza o il mais per il bio gas
    C'e' un problemone pero' jointer.....che se viene dato il via libera agli OGM x produzione energia come il MAIS........va a finire che NESSUNO POI controllera' venga effettivamente destinato alla produzione di energia......e, come succede per tutte le cose, va a finire che "per caso strano" ce lo ritroveremo sulle nostre tavole in svariate forme.....SENZA SAPERLO.

    Per l'amor del cielo........la MONSANTO andava abbattuta ieri, non oggi, IERI.
    Coltivo come voglio e nessuno deve prendere esempio da me! (Hidden Content )

Tag per Questa Discussione

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  

Questo sito utilizza cookies di analytics su dati esclusivamente aggregati e cookies di terze parti per migliorare l'esperienza dell'utente tramite plugin sociali e video.
Cliccando su oppure continuando la navigazione sul sito accetti i cookies. Per l'informativa completa clicca qui.