ONU apre a depenalizzazione droghe
10 marzo 2014 – 15:59 | Un commento

L’Onu riconosce che gli obiettivi nella lotta mondiale contro la droga finora non si sono realizzati e, per la prima volta, ipotizza la “depenalizzazione” del consumo degli stupefacenti: l’importante novita’ arriva da un documento messo …

Leggi l'articolo completo »
Cannabis World

articoli e news sugli utilizzi ricreativi, medici e industriali

Attualità

notizie dal mondo, curiosità, articoli, servizi sull’attualità

Psicoattivo

etnobotanica, sostanze psicoattive, info, esperienze

Input

articoli, segnalazioni, recensioni di film, libri, musica, blog, viaggi…

Attivismo

spazio dedicato all’antiproibizionismo e non solo

Home » Avvocato risponde, War on Drugs

Finalmente la Fini-Giovanardi viene messa in discussione

Scritto da – 9 febbraio 2013 – 12:002 commenti
Finalmente la Fini-Giovanardi viene messa in discussione

Con grande piacere apprendiamo che la Corte di Appello di Roma Sezione 3, all’udienza del 28 gennaio u.s., ha sollevato l’eccezione di costituzionalità dell’art. 73 dpr 309/90, nella parte in cui questa norma punisce allo stesso modo condotte che riguardino “droghe leggere” come la cannabis, da un lato, la cocaina o l’eroina, quali “droghe pesanti” dall’altro.
Si tratta di un primo sensibile passo in avanti, che recepisce, senza dubbio, le linee di orientamento giuridico di cui Enjoint e la rivista Dolce Vita, per primi hanno espresso, per mezzo del nostro avvocato Carlo Alberto Zaina, che sin dallo scorso dicembre aveva spiegato ed illustrato, in un suo approfondito commento, tale ipotesi.

Si prospettava, infatti, anche il contrasto fra la norma interna e quella UE; quest’ultima raccomandata una rigorosa distinzione sanzionatoria, scelta assolutamente disattesa dal nostro legislatore e dalla legge FINI-GIOVANARDI, vizio che la Corte puntualmente ha rilevato.

Riteniamo che a questo approdo importante debba seguire anche un’ulteriore valutazione che riguardi la coltivazione, sempre in relazione alla circostanza che il diritto italiano non corrisponde alle linee guida internazionali.
Come già esposto con un commento specifico “Stupefacenti, detenzione, coltivazione e acquisto: le diverse soluzioni delle normative UE e italiana“, scritto dall’Avv. Zaina, si ritiene che anche il tema della coltivazione ad uso personale debba essere sottoposto al vaglio della Consulta.

Be Sociable, Share!

    Articoli simili

    2 commenti »

    • Vale Gaia scrive:

      Emilio Quintieri – Arrestato!

      DROGA: BERNARDINI, SU ARRESTO QUINTIERI “SORPRESA E AMAREZZA”. SPERIAMO SI TRATTI DI UN ERRORE.
      Dichiarazione di Rita Bernardini, deputata, membro della Commissione Giustizia

      Apprendo da notizie di agenzia che fra gli arrestati dell’operazione dei Carabinieri calabresi denominata “scacco matto” -che ha portato all’arresto di 6 persone per traffico di droga- ci sia anche il candidato della Lista Amnistia Giustizia Libertà in Calabria, Emilio Quintieri.
      La notizia sorprende e amareggia perché Emilio Quintieri, già consigliere nazionale dei “verdi ambiente e società”, si è avvicinato nel 2012 iscrivendosi al Partito Radicale e impegnandosi nelle battaglie nonviolente su carceri e giustizia e per la legalizzazione delle sostanze stupefacenti.
      Non posso che augurarmi che il coinvolgimento di Emilio Quintieri sia frutto -che può capitare in operazioni complesse- di un errore.

    Lascia un commento!

    Aggiungi il tuo commento qui sotto, oppure esegui un trackback dal tuo sito. Puoi anche iscriverti a questi commenti via RSS.

    Sii gentile, rimani in argomento. Lo spam non sarà tollerato.

    È possibile utilizzare questi tag:
    <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

    Questo sito web supporta i Gravatar. Per ottenere il proprio globally-recognized-avatar, registra un account presso Gravatar.